Glocal news
Prime sanzioni

Controlli Green pass: in palestra col falso, senza nella sala scommesse

In entrambi i casi è intervenuta la Polizia.

Controlli Green pass: in palestra col falso, senza nella sala scommesse
Glocal news 13 Agosto 2021 ore 13:13

Primi controlli e prime multe. Il Green pass è necessario per accedere a una serie di luoghi e attività, ma non tutti i gestori sono sufficientemente ligi nel richiederlo, in più, malgrado sia teoricamente semplice stabilire la veridicità della certificazione (tramite la app  VerificaC19) il gestore non è obbligato a richiedere i documenti per accertare che il titolare del lasciapassare sia effettivamente chi dice di essere.

Tenta di entrare in palestra con un falso Green pass

La vicenda è avvenuta martedì 10 agosto 2021 a Milano in zona Porta Romana: un giovane 20enne italiano ha provato ad accedere in palestra con un Green pass intestato ad un'altra persona (o comunque con un nome che non era il suo). Essendo un assiduo frequentatore della palestra il titolare conosceva bene l'identità del giovane e, non trovando riscontro tra il suo nome e quello scritto sulla certificazione verde, ha deciso di non farlo accedere alla palestra, così come previsto dalle disposizioni governative entrate in vigore da settimane.

Come riporta Prima Milano, il giovane 20enne ha dato in escandescenza non accettando di essere lasciato fuori: è stato impossibile tranquillizzarlo tanto che il titolare (un italiano di 46 anni), spazientito dal comportamento alterato del ragazzo, ha deciso di allertare la Polizia che nel giro di pochi minuti a inviato una Volante sul posto.

Clienti senza Green pass in una sala scommesse

Il Nucleo commerciale della Polizia Locale di Treviso, insieme al Reparto del Pronto intervento con l’ausilio dell’Unità cinofila antidroga, ha effettuato verifiche sul rispetto delle norme sui centri scommesse.

Come racconta Prima Treviso, sono emerse alcune importanti irregolarità, fra cui la mancanza del green pass all’interno della sala scommesse: solo quattro clienti su nove sono risultati in regola. Alle cinque persone prive del green pass è stata elevata la sanzione prevista di 400 euro. Anche il titolare sarà sanzionato in quanto ha omesso di controllare il possesso di questo documento.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter