Glocal news
ufficiale

Elezioni amministrative e referendum: si vota il 12 giugno

Si voterà in un migliaio di Comuni per il rinnovo dell'Amministrazione. Alle urne anche per i cinque quesiti sulla giustizia.

Elezioni amministrative e referendum: si vota il 12 giugno
Glocal news 31 Marzo 2022 ore 12:06

Il Consiglio dei Ministri ha fissato le date per le elezioni amministrative e i referendum. Si andrà alle urne il 12 giugno 2022 per il primo turno e il 26 giugno per gli eventuali ballottaggi. Il 12 giugno sarà election day: in quella data è stato anche fissato il voto per i referendum.

Elezioni amministrative: si vota il 12 giugno

Le elezioni amministrative 2022 coinvolgeranno 982 Comuni, chiamati a eleggere il nuovo sindaco. Per i  Municipi con più di 15.000 abitanti è previsto il doppio turno, con ballottaggio (il 26 giugno) in caso nessun candidato dovesse raggiungere la maggioranza assoluta al primo colpo.

I capoluoghi di provincia interessati dalla tornata elettorale saranno 24, tra cui quattro capoluoghi di regione:  Genova, L’Aquila, Palermo e Catanzaro.

Election day: si vota per i referendum sulla giustizia

Contestualmente al primo turno elettorale si terranno anche i cinque referendum sulla giustizia approvati dalla Consulta (che ha invece bocciato uno dei quesiti sullo stesso tema insieme ai referendum sull'eutanasia e sulla cannabis).

I quesiti ammessi riguardano:

  • riforma del Csm
  • equa valutazione dei magistrati
  • separazione delle carriere dei magistrati
  • custodia cautelare
  • abolizione della legge Severino

L'unione con le Amministrative fa sicuramente esultare i promotori dei referendum, che vedono così aumentare le possibilità di raggiungere il quorum per rendere valido il voto. Affinché l'esito delle consultazioni sia considerato valido è infatti necessario che si presentino alle urne almeno il 50% degli iscritti.

Una scelta pratica

La scelta del 12 giugno è anche una motivazione pratica. L'anno scolastico termina infatti venerdì 10 giugno 2022: votando dopo la chiusura delle scuole non sarà dunque necessario chiudere gli istituti e lasciare a casa gli studenti

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter