Menu
Cerca
Nuova misura

Nasce “Più impresa” di ISMEA per giovani agricoltori

Currò: "Sarà possibile affiancare al mutuo a tasso zero il contributo a fondo perduto per finanziare l’ampliamento di un’azienda esistente".

Nasce “Più impresa” di ISMEA per giovani agricoltori
Glocal news 30 Aprile 2021 ore 17:30

Da oggi è attivo il nuovo portale per la presentazione delle domande di “Più Impresa”, la nuova misura lanciata dal Ministro delle politiche agricole Patuanelli, e gestita da Ismea, l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare del Mipaaf.

Un occasione per i giovani valtellinesi

Ad annunciare il progetto è stato l’On. Giovanni Currò, vicepresidente della Commissione Finanze della Camera.

“Grazie alle novità presenti nel decreto Semplificazioni, per i giovani agricoltori di tutta Italia sarà possibile affiancare al mutuo a tasso zero il contributo a fondo perduto per finanziare l’ampliamento di un’azienda esistente. Oppure avviare un progetto di start up che si collochi nel quadro di un’operazione di ricambio generazionale”.

“La misura ‘Più Impresa’ si affianca agli altri strumenti che già fanno perte della riforma sul credito in agricoltura. Una riforma iniziata da Sottosegretario al Mipaaf, come il pegno rotativo e l’accesso diretto al Fondo di Garanzia di Mediocredito centrale. Un provvedimento che ha sinora concesso oltre 2,5 miliardi di euro di impieghi nel comparto primario. Invito i giovani valtellinesi a cogliere questa occasione per innovare o avviare la propria impresa agricola” conclude l’Onorevole.

Il progetto “Più Impresa”

“Più Impresa” finanzia investimenti sino a 1,5 milioni di euro per lo sviluppo o il consolidamento nei settori della produzione agricola, ma anche della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e della diversificazione del reddito agricolo.

Le agevolazioni consistono in un contributo a fondo perduto fino al 35% delle spese ammissibili e in un mutuo a tasso zero per la restante parte, nei limiti del 60% dell’investimento. La durata massima è stabilita in 15 anni e con un periodo di preammortamento di massimo 30 mesi. Destinatari dell’intervento sono le micro, piccole e medie imprese agricole organizzate sotto forma di ditta individuale o di società. Le quali, devono essere amministrate e condotte da giovani di età compresa tra i 18 e i 41 anni non compiuti.

Condividi