Glocal news
Salvata dal padre

Promessa sposa dalla mamma a 12 anni: succede anche in Italia

La piccola avrebbe dovuto sposarsi con il fratello 22enne del nuovo fidanzato della madre.

Promessa sposa dalla mamma a 12 anni: succede anche in Italia
Glocal news 04 Febbraio 2022 ore 14:43

Un drammatico abuso su una ragazzina, poco più di una bimba, è stato scongiurato all'ultimo momento: la Procura dei minori di Lecce ha chiesto e ottenuto dal tribunale la sospensione della potestà genitoriale per una donna che aveva promesso in sposa la figlia 12enne. Quando si pensa alla piaga delle spose bambine si dà ormai per scontato che si tratti di una tradizione che resista soltanto in aree lontane da casa nostra. Questa storia di cronaca - che arriva dalla nostrana Puglia - fa aprire gli occhi anche al nostro Paese, imponendoci di vigilare e non abbassare mai la guardia.

Sposa bambina a 12 anni: succede in Italia

La bimba, secondo i piani della madre, avrebbe dovuto diventare la moglie del fratello del nuovo compagno della donna. La signora, italiana, da qualche anno si è trasferita per lavoro in Germania dove ha conosciuto il nuovo partner, un pakistano. A far saltare i piani è stato il padre della 12enne, un salentino, che ha sporto denuncia.

Salvata dal padre

Quando il padre ha scoperto le trame dell'ex moglie, la 12enne è stata portata dalla Germania in Salento dove il genitore l'ha seguita per attivare le autorità italiane che, a quanto spiegano i legali dell'uomo, hanno agito in tempi rapidissimi. Il questore di Lecce, Andrea Valentino, ha sospeso la validità del passaporto della bimba, con un provvedimento di revoca del consenso all'espatrio.

Affidata ai nonni

La piccola è stata così salvata in extremis, allontanata dalla madre e affidata ai nonni paterni. Il provvedimento del Tribunale dei minori di Lecce si fonda sul rischio che la ragazzina possa essere condotta in Pakistan per portare a compimento la promessa di matrimonio con il promesso sposo, che di anni ne ha 22.  E' stata inoltre avviata un'inchiesta dalla procura ordinaria di Lecce per il reato di costrizione o induzione al matrimonio, maltrattamenti in famiglia, sottrazione e trattenimento di minore all'estero, abbandono di minore. Sono al vaglio degli inquirenti anche eventuali ipotesi di abusi sessuali.

Il pm minorile, Stefania Mininni, ha disposto che la madre possa comunque incontrare la figlia 12enne in ambienti protetti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter