Musica
Da segnare in agenda

Il programma del trentesimo Festival Organistico Internazionale della Città di Bergamo

Dal 22 settembre al 28 ottobre, un’edizione “Impro & Friends” ricca e significativa, con concerto finale a due organi in cattedrale

Il programma del trentesimo Festival Organistico Internazionale della Città di Bergamo
Musica Bergamo, 19 Settembre 2022 ore 17:38

Cade quest’anno il trentesimo anniversario del Festival Organistico Internazionale Città di Bergamo e, per festeggiare l’avvenimento, è stata allestita un’edizione particolarmente ricca e significativa, intitolata “Impro & Friends”. Saranno così riunite in città tante personalità che l’hanno frequentata in giovane età e che, in questi anni, hanno raggiunto posizioni di assoluto prestigio nel panorama organistico mondiale.

L’edizione 2022 ha avuto un’apertura già questa primavera con un'affascinante anteprima: Zuzana Ferjenčíková, oggi docente al Codarts di Rotterdam, e László Fassang, docente al Conservatorio di Parigi, sabato 19 marzo in Cattedrale si sono sfidati amichevolmente a duello improvvisando in concerto a turno sugli stessi temi donati dal pubblico. Il concerto è stato integralmente ripreso, aggiungendovi interviste e panoramiche della città. Il film così realizzato, intitolato The Impro Organ Challenge, ha preso parte al primo International Online Organ Festival (www.io-of.org) e ha rappresentato Bergamo nel mondo.

Proprio per continuare a promuovere oltre confine la manifestazione, anche in questa edizione è previsto che i concerti siano trasmessi live in streaming gratuito (diretta) su YouTube. Il cartellone autunnale presenta sette appuntamenti: sei concerti e una conferenza d’apertura. Fra i concerti va segnalato il carattere eccezionale di quello conclusivo a due organi, dove i due artisti improvviseranno insieme. Ma gli spunti d’interesse sono davvero tanti: prime assolute, arte della trascrizione, nuovi autori, musiche di raro ascolto.

Il programma del Festival

Giovanni Bietti
Foto 1 di 7

Giovanni Bietti

JeanBaptiste Dupont
Foto 2 di 7

Jean-Baptiste Dupont

Karol Mossakowski
Foto 3 di 7

Karol Mossakowski

Gerben Mourik
Foto 4 di 7

Gerben Mourik

Martin Baker
Foto 5 di 7

Martin Baker

Juan-de-la-rubia
Foto 6 di 7

Juan de la Rubia

juergen_essl_orgel
Foto 7 di 7

Jürgen Essl

A introdurre la stagione, giovedì 22 settembre nel Ridotto Gavazzeni del Teatro Donizetti e in collaborazione con la Fondazione Donizetti, sarà per la prima volta a Bergamo il musicologo e divulgatore più amato e conosciuto in Italia, Giovanni Bietti, voce del seguitissimo programma di Rai Radio3 Lezioni di Musica. A lui il compito di raccontare l’importanza dell’improvvisazione nella pratica musicale. Il concerto inaugurale, sull’organo sinfonico Corna del Duomo, sarà invece venerdì 23 settembre: alla consolle Jean-Baptiste Dupont, funambolico improvvisatore e trascrittore.

Il secondo appuntamento, venerdì 30 settembre, è quello tradizionalmente dedicato al giovane vincitore del Concorso internazionale presso la Chiesa di Santa Maria Immacolata delle Grazie. Vista la singolarità del trentennale, è stato invitato un recente vincitore, Karol Mossakowski (ex aequo a Chartres 2016). Il venerdì successivo, 7 ottobre, sul monumentale Serassi di Pignolo potremo ritrovare Gerben Mourik, già al Festival nel 2006. In Basilica di Santa Maria Maggiore, il 14 ottobre, si celebrerà il ritorno di Martin Baker, per oltre vent’anni Maestro di Cappella e responsabile musicale della Cattedrale di Westminster. A Juan de la Rubia è affidato il compito di far rivivere, venerdì 21 ottobre, le splendide sonorità dell’organo Locatelli di San Bartolomeo. Infine, ecco il concerto per due organi in Cattedrale (venerdì 28 ottobre), in cui saranno protagonisti Jürgen Essl e Jeremy Joseph, titolare di cattedra al Conservatorio di Vienna.

L’ingresso ai concerti è libero, oltre che gratuito. L'utilizzo della mascherina è consigliato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter