A cavallo dell'Adda

In barba al Covid-19 girano un video rap con armi e mazze (in trenta) tra Fara e Cassano

Il videoclip è stato postato su YouTube dal rapper locale Avlas, deferito a piede libero per vilipendio alle Forze dell'ordine

Musica 17 Dicembre 2020 ore 03:25

In barba al Covid-19 (ma anche al buon gusto) si sono ritrovati in trenta, a Cassano, per partecipare alle riprese di un video musicale di un noto artista rap. Un video, peraltro, in cui si inneggia all’uso di droga e si offendono uomini delle Forze dell’ordine. Il titolo della canzone? Un po’ in stile Beverly Hills, è “20062”, codice di avviamento postale di Cassano.

Davvero una brutta storia quella che vede coinvolti una trentina di ragazzi tra i 19 e i 28 anni, di Fara d’Adda e di Cassano, che lo scorso 28 novembre in piazza Perucchetti si sono dati appuntamento con Avlas, un rapper 19enne della zona. Che a sua volta è stato denunciato a piede libero per vilipendio alle forze armate, e segnalato alla Prefettura di Milano per il possesso di 1,6 grammi di marijuana.

Identificati e denunciati. Molti “armati” di pistole (giocattolo) e di mazze da baseball, erano in una trentina gli attori coinvolti delle riprese. Sono stati identificati, ovviamente, grazie alla stessa videoclip, caricata su Youtube questa domenica. Complessivamente, sono cinque ad essere finiti nei guai per porto abusivo di armi e di oggetti atti ad offendere: si tratta di 3 ragazzi di origine albanese e di 2 magrebini. Sono inoltre stati multati, per aver violato il divieto di assembramento, ben undici ragazzi.

Denunciato anche un rapper locale. Il video è stato promosso da Avlas, 19enne “rapper” del posto, il quale in relazione al contenuto della canzone è stato denunciato per vilipendio delle Forze armate. Aveva con sé anche 1,6 g di marijuana. Le indagini non sono concluse: ieri si è tenuta anche una serie di perquisizioni domiciliari a casa dei ragazzi coinvolti, a Cassano e a Fara d’Adda, e sono stati trovate due mazze da baseball e un bastone telescopico “sfolla gente”. Si indaga inoltre ancora per identificare compiutamente anche gli altri ragazzi che hanno partecipato alle riprese.

Le reazioni online. Intanto, le visualizzazioni su Youtube del video hanno raggiunto quota 21mila. Le reazioni dei “fan”? Non esattamente esaltanti. Perlopiù, i protagonisti sono stati pesantemente dileggiati…

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità