I risultati del vivaio nel fine settimana

La domenica perfetta di U15 e U16 Vittorie pesanti su Roma e Milan

La domenica perfetta di U15 e U16 Vittorie pesanti su Roma e Milan
Pensare positivo 30 Maggio 2018 ore 04:30
Esultanza U15 (a sinistra) e U16 (a destra) contro Roma e Milan. Foto Atalanta.it

 

Più ci avviciniamo alle ultime partite ufficiali delle competizioni nazionali e più il clima diventa bollente. A surriscaldare una domenica di grande caldo al Centro Bortolotti di Zingonia ci hanno pensato le giovani promesse dell’Under 15 e 16 atalantine, impegnate in due sfide chiave per le sorti della stagione 2017/’18. Per tracciare i bilanci di ogni categoria, che si preannunciano molto positivi, servirà aspettare ancora qualche settimana e vedere l’evolversi delle fasi finali.

 

[Heidenreich della Berretti, autore di un gol nella sconfitta col Sassuolo. Foto Atalanta.it]

 

Nel frattempo sul rettangolo verde continuano a scendere in campo i giocatori nerazzurri e sabato 26 maggio la Berretti di Stefano Lorenzi apre purtroppo malissimo la propria avventura nelle semifinali perdendo 4-2 in casa contro il Sassuolo. Una partita da incubo quella vissuta dall’Under 18 bergamasca, che non riesce a limitare la spinta neroverde e incassa, già dopo qualche secondo dal fischio d’inizio, il primo colpo sferrato da Raspadori. Una conclusione potente dalla distanza colpisce la parte bassa della traversa e non lascia scampo a Pavan. Al quarto d’ora la dormita del reparto difensivo orobico regala il raddoppio a Ferraresi, dimenticato a centro area e libero di mettere in rete. L’orgoglio della Dea si fa sentire e Heidenreich riporta in partita i suoi compagni con un colpo di testa vincente. Neanche il tempo di uscire dagli spogliatoi e il Sassuolo fa tremare la porta dei padroni di casa colpendo il palo con Aurelio. Proprio il numero 9 ospite si riprende con gli interessi la gioia negata in precedenza dal montante firmando il tris, che diventa un poker qualche istante dopo grazie alla seconda marcatura di Raspadori. Nel finale, il neo entrato Pina Gomes accorcia le distanze e riaccende le speranze dell’Atalanta in vista della partita di ritorno. Ai ragazzi di Lorenzi serviranno tre gol per ribaltare il punteggio e strappare il biglietto per la finalissima del 14 giugno.

Domenica 27 maggio, invece, grande festa per i giocatori atalantini, che hanno vinto entrambi i match in programma a Zingonia; anche le Giovanissime Regionali di mister Oriunto ottengono un successo sul campo del Cit Turin e accedono alla Fase Interregionale: il 4-0 è firmato da Chignoli, Esposito, Baruffaldi e Demaio. In mattinata, l’Under 15 di Andrea Di Cintio partiva da una situazione di svantaggio dovendo ribaltare l’1-0 subito a Roma nell’andata dei quarti di finale. Serviva una vittoria al gruppo dei calciatori classe 2003 e il successo è arrivato. I bergamaschi dominano in lungo e in largo la sfida sfoderando una prestazione perfetta sotto tutti i punti di vista. Una squadra che sa quando è il momento di attaccare, quando è utile aspettare l’iniziativa degli avversari per poi sfruttare i contropiedi e quando aumentare o abbassare i ritmi di gioco. Il confronto si tinge di nerazzurro al quinto minuto: Evangelisti sgambetta ingenuamente Rosa lanciato a rete e l’arbitro assegna il calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta un freddissimo Zuccon che insacca la sfera con precisione chirurgica. L’Atalanta mantiene il comando delle operazioni per gran parte del primo tempo e alla mezz’ora, al termine di un’azione orchestrata alla perfezione, Grassi dalla sinistra pesca De Nipoti che svetta più alto di tutti schiacciando il pallone nell’angolino. Due ottimi interventi in uscita bassa di Rodegari ad anticipare la velocità degli attaccanti romani permettono al portiere di guadagnarsi il 7 in pagella. Nella ripresa cambia completamente l’andamento della gara con i giallorossi che devono fare la partita per recuperare i due gol di svantaggio. A dieci dalla fine arriva l’occasione più nitida per i lupacchiotti: sugli sviluppi di un cross, Koffi sul secondo palo rimette al centro la sfera che attraversa tutta la porta atalantina prima di essere allontanata da Moraschi. Dopo il triplice fischio l’esultanza provocatoria di Zuccon costa cara al numero 8 bergamasco che viene espulso e rovina la festa nerazzurra. Un elogio per il mister della Dea Di Cintio che nel post partita apprezza la decisione dell’arbitro di estrarre il cartellino rosso e dimostra la sua sportività nei confronti degli avversari.

 

[Foto d’archivio: esultanza di Panada, capitano U16. Foto Atalanta.it]

 

Nel pomeriggio, l’Under 16 nell’ultimo turno dei playoff ha battuto di misura il Milan conquistando con merito il diritto di giocare i quarti di finale ed entrare nelle migliori otto formazioni d’Italia. Un successo sofferto, strappato con le unghie e con i denti contro una formazione forte. Decisivo l’errore grossolano del centrale difensivo Bosisio, che sul lancio in profondità di Giovane sbaglia il tocco indietro verso il proprio portiere lanciando in porta Meraglia. È bravissimo il centravanti del Nepal a non fallire l’appuntamento con il gol scavalcando con un tocco d’esterno l’estremo difensore Bozzato. Le lacrime e la disperazione a fine gara del gioiellino rossonero protagonista in negativo (consolato prontamente anche dai giocatori atalantini) sottolineano l’importanza della sfida. Una Dea capace di costruire buone trame di gioco ha cercato anche il raddoppio con le iniziative di Reda fermato in un paio di occasioni da Bozzato, mentre tra i milanisti Capone e Colombo sono stati i più ispirati. Nella ripresa i padroni di casa decidono di abbassare il baricentro lasciando il pallino del gioco ai rossoneri che sfiorano il pareggio con Cudjoe, ma a pochi passi dalla porta l’attaccante meneghino fallisce l’impatto con la sfera. Termina così con il passaggio del turno dell’Atalanta. Una domenica da urlo per il settore giovanile della società di Antonio Percassi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli