Menu
Cerca
Competenza e solidarietà

Alveari dal cuore grande, per gli Apicoltori Bergamaschi il servizio è su misura

Nella sede di via Redorta a Bergamo alveari e materiale apistico a prezzi scontati grazie alla Cooperativa I Sogni di Gandino. «Un dialogo per crescere insieme»

Alveari dal cuore grande, per gli Apicoltori Bergamaschi il servizio è su misura
Pensare positivo Bergamo, 13 Aprile 2021 ore 13:09

di Giambattista Gherardi

Primavera ricca di novità per l’Associazione Produttori Apistici di Bergamo, che in coincidenza con il periodo più intenso della stagione ha presentato nuovi servizi per tutti gli associati che fanno capo alla sede di via Pizzo Redorta a Bergamo. «L’associazione – spiega il presidente Alberto Parolini – è impegnata nel diffondere in maniera sempre più efficiente, diffusa e capillare le tecniche apistiche, la salvaguardia dell’ambiente e degli insetti impollinatori e la valorizzazione dei prodotti dell’alveare della Bergamasca, sviluppando nuovi progetti e collaborazioni con le realtà territoriali».

3 foto Sfoglia la gallery

In prima fila fra questi progetti c’è la collaborazione con la Cooperativa Sociale “I Sogni onlus” di Gandino, cui da aprile è stata affidata la vendita di materiale apistico. La cooperativa fa capo alla “Casa dei Sogni” della frazione Cirano, struttura residenziale che propone anche laboratori di accurata falegnameria. «La collaborazione – aggiunge Parolini – è cominciata grazie al progetto Apincontriamoci, attraverso la quale la cooperativa ha avviato la cura di numerose arnie in Val Gandino. Ora i ragazzi saranno presenti a rotazione in via Redorta per corrispondere alle necessità di materiale apistico di tutti gli associati della provincia, con orari di apertura prolungati su tutto l’arco della settimana, con un importante assortimento di articoli e la passibilità di pagare con bancomat e carte di credito».

«Sicuramente – aggiunge Parolini – è un’occasione importante per promuovere il progetto sociale della cooperativa, che prevede l’inserimento di persone svantaggiate e precarie nel mondo del lavoro, ma anche un’opportunità per l’Associazione Produttori Apistici per allargare i propri orizzonti e fare della sede di via Redorta un fulcro operativo sempre più funzionale».

L’attività apistica vive da anni le preoccupazioni per i cambiamenti climatici che troppo spesso stravolgono le normali fasi produttive. Proprio di questi giorni è l’allarme relativo allo spopolamento di api bottinatrici in alcuni alveari del Cremonese. La sede di Bergamo sarà aperta tutti i giorni da martedì a venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. Aperture anche il lunedì pomeriggio dalle 15 alle 19 ed il sabato mattina dalle 9 alle 12. Le modalità di fruizione del servizio (per coloro che sono in regola con la quota associativa ci sono anche sconti speciali) con la presenza di tecnici specializzati sono disponibili sul rinnovato sito internet www.apibergamo.it.