Pensare positivo
Dal sito A&B

Curiosità che rendono gli inglesi una popolazione molto strana

Curiosità che rendono gli inglesi una popolazione molto strana
Pensare positivo 23 Giugno 2015 ore 09:50

Gli inglesi sono un popolo strano. Patriottico, monarchico, multietnico, uggioso, sovrappeso, modaiolo. Aperto al futuro ma allo stesso tempo saldo sulle proprie tradizioni. Ma non solo: è anche un popolo con abitudini strane, che spesso fanno inarcare le sopraciglia al resto del mondo. Sono l’unico Paese al mondo, ad esempio, a guidare sulla destra e ad essere convinti che sia il modo “giusto” di guidare. Punti di vista. Nonostante ciò, a differenza ad esempio dei francesi, gli inglesi sono perfettamente consci di non essere perfetti e di essere una popolazione con le proprie stranezze e particolarità. In che parte del mondo, per dire, si rincorrono enormi forme di formaggio lasciate cadere giù da una collina? Kia Abdulla e Peter Watson lo sanno bene, essendo inglesi, e si definiscono «una popolazione tanto sconcertante quanto affascinante».

In un simpatico articolo per A&B, la coppia ha raccolto una serie di curiosità o caratteristiche che, secondo i lettori internazionali del sito e diversi utenti di Reddit, rendono gli inglesi una popolazione veramente strana al resto del mondo. Ve ne riportiamo alcune.

 

1 – I loro pittoreschi paesini hanno un tasso di omicidi pari a quello dell’Honduras

È proprio così, stando alle statistiche. Se ci si fida della serie tv L’ispettore Barnaby (molto seguita in UK sotto il titolo Midsomer’s Murders), ogni due o tre settimane c’è qualcuno che viene barbaramente ucciso nelle stradine dei signorili paesi di campagna. Il telefilm in questione è ambientato nell’immaginaria contea di Midsomer, che è un po’ l’icona di tutte le piccole contee inglesi. E stando al commento di un americano, «Midsomer è il posto più pericoloso del mondo, decisamente peggiore anche delle città messicane con i più importanti cartelli della droga».

 

2 – Possono individuare l’esatta provenienza di una persona solo dall’accento

Lo fa notare un utente canadese: «Mi stupisce e mi sconcerta il fatto che vi basta ascoltare l’accento di qualcuno per capire non solo da che parte del Paese venga, ma addirittura per dire: “Oh, ma tu sei di East London, 51 Gosterwood street e, se non erro, della scala B. Giusto?”».

 

3 – Rendono tutto un eufemismo

Un americano fa notare che gli inglesi tendono a sminuire qualsiasi cosa: «Se tre soldati si trovano da soli in una trincea con l’intero esercito nemico che li sta attaccando, alla radio riferiscono: “Saremmo in leggera difficoltà”. Nella guerra di Corea, probabilmente, la maggior parte degli inglesi è morta perché non è stata sincera con i propri superiori circa la tragica situazione che stavano affrontando».

 

4 – Le parrucche dei Barrister (importante figura legale nel common law, ndr)

Già, perché?

 

5 – La moquette nei bagni

Grazie al cielo anche alcuni inglesi ammettono che qui non ci sono scusanti.

 

6 – Hanno due rubinetti separati per acqua calda e acqua fredda

Probabilmente è una forma di difesa contro l’invasione dei forestieri, che si trovano costretti a scegliere tra l’ustionarsi le mani o il congelarsele. O almeno così afferma qualche inglese burlone.

 

7 – Amano fare la fila

Sembra una battuta, ma non lo è. Si formano code per qualsiasi cosa in Inghilterra. Un utente illustra bene la cosa con una vecchia storiella: «Un giorno stavo camminando per le strade di Londra, quando mi imbattei in una coda. Chiesi come mai tutte quelle persone si trovavano in fila, ma nessuno seppe a darmi una risposta. Decisi di aspettare anche io. Ho atteso per ore senza che la fila si muovesse. Così sono andato all’inizio della coda e ho trovato un anziano signore appoggiato a un muro. “Signore, mi scusi, ma come mai c’è questa fila?”, gli chiesi. Lui mi rispose: “Mi sono fermato un attimo per riposare e queste persone hanno iniziato mettersi in fila dietro di me”. E io dissi: “Ma allora, scusi, non è sufficiente andarsene?”. Lui mi rispose ridacchiando: “Certo, così perdo il mio posto in coda?”».

 

8 – Si scusano per tutto

Si scusano sempre, per tutto. Anche quando cercano di essere maleducati, iniziano e finiscono le frasi con delle scuse.

 

9 – Sono innamorati del maltempo

In modo più succinto, ha spiegato questo aspetto degli inglesi un utente australiano: «Ma chi cavolo è che guarda il tempo in Regno Unito, poi guarda il tempo in Australia, e decide di mandare i detenuti in Australia?».

 

10 – Gli abitanti di Liverpool

Anche detti Scousers. Il loro accento, lo scouse per l’appunto, è praticamente una lingua nella lingua, incomprensibile per molti inglesi, figurarsi per i non inglesi. E un utente di Reddit appunta: «Si vestono malissimo, e poi che cavolo di lingua parlano?». Mistero.

 

11 – Il loro amore per le classi sociali

Abbattute (almeno si spera) quelle di fatto, gli inglesi sono rimasti inscindibilmente attaccati all’idea di classe sociale, tanto da averne create, nel gergo quotidiano, una marea: i cockney (classe proletaria di Londra), mockney (quelli che imitano negli atteggiamenti e nella parlata i cockney), Chav (quelli che noi definiremmo “tamarri”), Essex girl (ragazza oca, volgare e priva di fascino). Non c’è Paese con una popolazione altrettanto preoccupata della propria immagine sociale. La miglior dimostrazione è il fatto che nessuno grida allo scandalo per una foto in topless di una ragazza qualsiasi, tranne quando si tratta di una Duchessa (alias Kate).

 

12 – L’assurda suddivisione del Regno Unito

british-isles

Un’immagine che dice tutto in effetti: quale altro Paese si suddivide in questa assurda maniera? C’è il Regno Unito, che però non è proprio tutto tutto il Regno Unito. Comprende Scozia, Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord, ma non la Repubblica d’Irlanda, che è un’altra roba. Poi ci sono le Isole della Manica e l’Isola di Man, che sono britanniche, ma non del Regno Unito. Insomma, una gran confusione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter