Bergamo altRa

In fuga a Boltiere all’insegna di un sonoro nun te reggae più

In fuga a Boltiere all’insegna di un sonoro nun te reggae più
01 Luglio 2019 ore 07:00

Bergamo suona bene ma razzola male. E se sei il principe dei detrattori del reggae e tutta quanta la roba in levare esistente sulla faccia della terra, finisce che in città non ci puoi uscire in bicicletta. Quindi ti armi di voglia di evadere, la carichi in macchina e metti fra te e la Jamaica orobica tutti i chilometri possibili ed immaginare. Ora, ovviamente non è necessario visitare l’Europa o fare un weekend chissà dove, basta spostarsi pochi chilometri alla ricerca di qualcosa di più adatto ai tuoi anni, al tuo cinismo e ad un gusto musicale propriamente detto. Per esempio basta spostarsi verso Boltiere ed approdare sulle rive placide del Marc Festival che, nella serata di domenica 30 giugno, fa salire gli Hobos in Dust e L’Equilibrio. Di quest’ultimo abbiamo già avuto modo di parlare su queste pagine, Giovanni è un caro amico e facciamo sempre il tifo per lui, ma in queste poche righe ci concentreremo sugli headliner della serata.

Selezionati per Mtv New Generation. Hobos in Dust è un progetto indie-folk nato dalla volontà di formare attraverso la musica un’idea di intima allegria, cercando di creare a ogni concerto un’atmosfera calda, quasi domestica, in cui lasciarsi andare. Dopo numerosi live nel territorio bergamasco, nel 2016 gli Hobos in Dust si sono ufficialmente presentati con “Capitan’s Tale”, interamente autoprodotto; il secondo lavoro, “Paper Planes”, esce invece nel 2017, più maturo, riflessivo completo grazie alle esperienze maturate sui palchi della zona. Nel settembre dello stesso anno vengono selezionati per Mtv New Generation come artisti della settimana. Battiti di mani, piedi che seguono a ritmo e ritornelli fischiettati o cantati sono il grande aiuto che il nostro pubblico ci dà, spesso senza accorgersene, ad ogni esibizione, dando vita ad una simbiosi in grado di rendere irriproducibile ogni concerto. Guardate che è bello. E poi volete mettere la buona cucina e una birra fresca in questo torridissimo weekend? Io ve lo consiglio. Anzi, vi consiglio qualsiasi cosa vi permetta di stare in pace con voi stessi e con il mondo. Ma il reggae proprio no.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia