Qualche consiglio

I podcast made in Bergamo o che parlano dei bergamaschi. Che cosa ascoltare

Dalle produzioni studentesche (Sarpi e Lussana in testa) agli approfondimenti, passando per la meditazione. E Telmo Pievani racconta Piazza Vecchia

I podcast made in Bergamo o che parlano dei bergamaschi. Che cosa ascoltare
Pensare positivo Bergamo, 28 Agosto 2021 ore 09:05

di Arianna Zucaro

Può sembrare strano, ma “ascoltare” è tra le tendenze tecnologiche più attuali. Ebbene sì, perché podcast (programmi audio su temi specifici, tendenzialmente suddivisi in puntate) e audiolibri (la lettura di una storia o un romanzo da parte dello stesso autore o da professionisti) da diverso tempo sono entrati nell’offerta editoriale di giornali e applicazioni dedicate o anche in quelle musicali. Con la pandemia, la tendenza è letteralmente esplosa: secondo un’indagine Nielsen gli ascoltatori nel 2020 sono stati 13,9 milioni, quasi due milioni in più dell’anno precedente. Sulle varie piattaforme - Audible, Spotify, Speaker e Apple, per citarne alcune - si trovano anche prodotti audio ideati da bergamaschi oppure semplicemente dedicati a Bergamo: ecco una rassegna di quelli più interessanti.

Il più simpatico è di tre sarpini

Cominciamo con i podcast. Il più simpatico è Sarcast, il programma di tre studenti del Liceo Classico Paolo Sarpi di Città Alta nato durante la quarantena per trascorrere il tempo in modo produttivo e ora istituzionalizzato come radio dell’istituto: due ragazzi e una ragazza - che si definiscono «sarpini di mezz’età» che parlano «a briglie sciolte» - discutono su temi di loro interesse, dalla galanteria al fast fashion (per scoprire cos’è ascoltate la puntata del 30 giugno) o del «sublime mondo dei meme». Li trovate su Spotify e Speaker.

La risposta del Lussana

Sempre dal mondo liceale arriva anche PortArti Live, nato nel 2014 come festival interartistico e ora diventato il titolo del podcast degli studenti del Liceo Scientifico Lussana di Bergamo. Alla costruzione delle varie puntate partecipano ben 12 ragazzi, che vogliono informare i loro ascoltatori e intrattenerli sui temi del cinema, della musica, dell’attualità e trasmettere il mondo della scuola in diretta audio. Trovate PortArti Live su Speaker.

E dal Comune...

E ancora su Speaker troviamo Nuove Frequenze, uno spazio di approfondimento audio promosso dalle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo: un’occasione, scrivono i promotori, per affrontare argomenti di attualità e descrivere come nascono e cosa offrono i progetti e le attività comunali per i ragazzi. Il Comune annuncia anche la nascita di una nuova trasmissione fuori dalle mura scolastiche: Sguardi di un certo genere, che unisce le voci di un collettivo artistico di giovani tra i 17 e i 26 anni ed esplora, attraverso il teatro e le arti visive, la questione dell’identità.

Telmo Pievani e Piazza Vecchia

Per la serie Le meraviglie - A spasso per l’Italia prodotta da RaiRadio3 troviamo poi una puntata dedicata a Piazza Vecchia, raccontata da Telmo Pievani, docente di Biologia dell’Università di Padova e nato a Gazzaniga nel 1970.

La meditazione e La Margì

Su Apple Podcast, troviamo con grande sorpresa oltre 200 puntate prodotte da Mindfulness Bergamo dedicate alla pratica della meditazione guidata, con riflessioni sui temi della vita quotidiana e pensieri di speranza e fiducia, per coltivare consapevolezza, calma e tranquillità. Ottimo per “ritrovare il proprio centro” alle cinque del mattino.

Sulla piattaforma Loquis, troviamo invece La Margì, nome preso in prestito dalle carte da gioco bergamasche a cui Nadia Mangili, che si definisce una «guida per i viaggiatori, non per i turisti», giocava da piccola con la nonna, dopo i compiti. Con la sua voce avvolgente, guida gli ascoltatori alle bellezze del territorio con pillole audio di circa un minuto.

Racconti sussurrati

La passione per leggende e folklore ha dato vita su Spotify a Brasca di David Carminati, con storie raccontate in versione Asmr, una particolare tecnica di speaking al microfono che sfrutta i rumori bianchi per rilassare chi ascolta. I racconti, sussurrati, spaziano dalla storia di Pacì Paciana alla leggenda del “bruto” Rossàl, fino al Tesoro di Teodolinda sepolto in Val Brembilla.

E infine gli audiolibri

Passiamo invece agli audiolibri. Su Google Play troviamo Bergamo e la marea di Davide Maria De Luca, ex giornalista de Il Post e attuale cronista del quotidiano Domani, che racconta la pandemia in una delle zone inizialmente più colpite in Italia: una storia di persone, una raccolta di testimonianze riportate con uno sguardo insieme obiettivo e partecipe, narrata dalla doppiatrice di numerosi spot televisivi e audiolibri Elena Gianni.

I podcast e gli audiolibri consentono di interiorizzare contenuti di valore per chi ascolta, quando lo si desidera o durante lo svolgimento di altre attività. Ormai non sono più un’esclusiva di applicazioni nate per ospitarli, ma sono più reperibili di quanto si pensi: si trovano per esempio anche nelle applicazioni di musica e sono inclusi negli abbonamenti. Il mondo dell’audio è un’incredibile risorsa e un modo per dare consistenza e corpo ad ogni momento.