L'elenco completo

Le spiagge italiane Bandiera Verde cioè quelle perfette per i più piccini

Le spiagge italiane Bandiera Verde cioè quelle perfette per i più piccini
21 Maggio 2018 ore 10:53

È partito il conto alla rovescia per le spiagge. I rastrelli sono già sull’attenti, pronti a uniformare la sabbia, ombrelloni sdraio e lettini sono lì lì per appaiarsi in distanze e file perfette; pedalò e pattini sono in attesa di essere remati al largo dove fare il bagno senza la ressa della riva. I bagnini hanno lavato di fresco le magliette Salvataggio e così le scialuppe, mentre i bambini sono già sognanti con i piedini nell’acqua, palette e secchiello alla mano, scappando all’attenzione di genitori urlanti. Ecco il quadretto delle spiagge dei litorali italiani tra poco tempo, e per tutto il periodo estivo, gremiti di popolazione locale, turisti, vacanzieri italiani e stranieri, di passaggio o permanenti. Senza nulla togliere ai lidi che punteggiano le nostre coste, alcuni rispetto ad altri sembrerebbero più adeguati ad accogliere i bambini, offrendo cioè servizi, qualità dell’acqua e ogni accessorio anche per i grandi da Bandiera Verde: il marchio che qualifica sul territorio la bellezza e il confort della spiaggia.

 

Embed from Getty Images

 

Sempre di più. Sono salite a 136, quest’anno, le spiagge da Nord a Sud promosse dai pediatri con la Bandiera Verde 2018, perché a misura di bambino, in grado cioè di rispondere a canoni di salubrità, sicurezza e servizi al top. L’accesso alla selezione è stato duro: quest’anno ad esempio le spiagge italiane hanno dovuto passare il vaglio di 2.380 pediatri, nel rispetto di alcune garanzie e caratteristiche che si ripetono comunque di anno in anno. Tra queste l’acqua limpida e bassa vicino alla riva; la sabbia per torri e castelli piuttosto che rocce e sassi; bagnini e scialuppe di salvataggio; assistenti di spiaggia in grado di intervenire tempestivamente in caso di emergenza; giochi; pulizia e igiene perfetta con spazi per cambiare il pannolino o allattare. Ancora, i lidi devono avere nelle vicinanze bar per lo spuntino di metà mattina del pomeriggio e solo per scaldare latte e pasti per i più piccoli, ma anche gelaterie, locali per l’aperitivo e ristoranti per i grandi.

C’è una spiaggia per ogni regione. Il criterio scelto dai pediatri è stato garantire alle famiglie italiane la sicurezza di una spiaggia ad hoc per i piccoli per ogni regione bagnata dal mare, da Nord a Sud, senza esclusione. Purché rispondenti a criteri imprescindibili, come la qualità della balneazione nelle strutture istituzionali e pubbliche italiane fra quelle che hanno avuto le ordinanze dei sindaci e superato i controlli e rilevazioni delle Arpa regionali. Nel tempo c’è stata una apertura nella selezione anche verso la tipologia di spiaggia: ad esempio nel 2008 e 2009 sono state valutate le località di mare mondane, quelle cioè che offrivano attrezzature turistiche e servizi sia per i grandi che per i piccini, nel 2010 si sono privilegiate invece le spiagge incontaminate, in cui la natura prevalesse sulle strutture turistiche per un totale ad allora di 51 località turistiche. Infine dal 2011, i pediatri si sono messi all’opera per certificare fra i lidi già Bandiera Blu, quelli meritevoli anche della Bandiera Verde perché anche a misura di bambino, appunto.

 

Embed from Getty Images

 

La geolocalizzazione. Tutte le regioni italiane del nostro litorale hanno almeno una spiaggia adatta ai bambini, consentendo a loro di stare all’aria aperta e di giocare in sicurezza e ai più grandicelli di muoversi o fare attività fisica sulla spiaggia, lasciando tranquilli anche i genitori. Obiettivo vacanziero infatti è quello di divertirsi insieme in rilassatezza. Novità di questo le spiagge di Bianco, a Reggio Calabria, e Squillace a Catanzaro che fanno della Calabria la regione con il maggior numero di lidi Bandiera Verde, che sono ben 18, e una spiaggia fuori confine, sebbene sempre in Europa, a Malaga. Il conferimento della Bandiere Verde, al lido spagnolo cementa la richiesta di gemellaggio con Montesilvano, che apre sempre di più il riconoscimento all’Europa.

L’elenco regione per regione delle spiagge Bandiere verdi 2018. Per non fare torto a nessuno, la lista è disposta in ordine alfabetico, secondo l’iniziale della regione di appartenenza.

  • Abruzzo: Giulianova (Teramo), Montesilvano (Pescara), Pescara, Pineto-Torre Cerrano (Teramo), Roseto degli Abruzzi (Teramo), Silvi Marina (Teramo), Tortoreto (Teramo), Vasto Marina (Chieti).
  • Basilicata: Maratea (Potenza) e Marina di Pisticci (Matera).
  • Calabria: Bianco (RC), Bova Marina (Reggio Calabria), Bovalino (Reggio Calabria), Capo Vaticano (Vibo Valentia), Cariati (Cosenza), Cirò Marina-Punta Alice (Crotone), Isola di Capo Rizzuto (Crotone), Locri (Reggio Calabria), Melissa-Torre Melissa (Crotone), Mirto Crosia-Pietrapaola (Cosenza), Nicotera (Vibo), Palmi (Reggio Calabria), Praia a Mare (Cosenza), Roccella Jonica (Reggio), Santa Caterina dello Jonio Marina (Catanzaro), Siderno (Reggio Calabria), Soverato (Catanzaro), Squillace (Catanzaro).
  • Campania: Agropoli-Lungomare San Marco, Trentova (Salerno), Ascea (Salerno), Centola-Palinuro (Salerno), Ischia: Cartaroma Lido San Pietro (Napoli), Marina di Camerota (Salerno), Pisciotta (Salerno), Pollica-Acciaroli, Pioppi (Salerno), Positano-Spiagge: Arienzo, Fornillo, Spiaggia Grande (Salerno), Santa Maria di Castellabate (Salerno), Sapri (Salerno).
  • Emilia Romagna: Bellaria-Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Cervia-Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Cesenatico (Forlì Cesena), Gatteo-Gatteo Mare (Forlì-Cesena), Misano Adriatico (Rimini), Rimini, Riccione (Rimini), Ravenna-Lidi Ravennati, San Mauro Pascoli-San Mauro Mare (Folrì-Cesena).
  • Friuli Venezia Giulia: Grado (Gorizia), Lignano Sabbiadoro (Udine).
  • Lazio: Anzio (Roma), Formia (Latina), Gaeta (Latina), Lido di Latina (Latina), Montalto di Castro (Viterbo), Sabaudia (Latina), San Felice Circeo (Latina), Sperlonga (Latina), Ventotene-Cala Nave (Latina).
  • Liguria: Finale Ligure (Savona), Lavagna (Genova), Lerici (La Spezia), Noli (Savona).
  • Marche: Civitanova Marche (Macerata), Fano-Nord-Sassonia-Torrette/Marotta (Pesaro-Urbino), Gabicce Mare (Pesaro-Urbino), Grottammare (Ascoli Piceno), Pesaro (Pesaro-Urbino), Porto Recanati (Macerata), Porto San Giorgio (Fermo), Numana Alta-Bassa Marcelli Nord (Ancona), San Benedetto del Tronto (Ascoli), Senigallia (Ancona) Sirolo (Ancona).
  • Molise: Termoli (Campobasso).
  • Puglia: Fasano (Brindisi), Gallipoli (Lecce), Ginosa – Marina di Ginosa (Taranto), Marina di Pescoluse (Lecce), Marina di Lizzano (Taranto) Melendugno (Lecce), Ostuni (Brindisi), Otranto (Lecce), Polignano a Mare – Cala Fetente – Cala Ripagnola – Cala San Giovanni (Bari), Porto Cesareo (Lecce), Rodi Garganico (Foggia), Vieste (Foggia).
  • Sardegna: Alghero (Sassari), Bari Sardo (Ogliastra), Cala Domestica (Carbonia-Iglesias), Capo Coda Cavallo (Olbia), Carloforte-Isola di San Pietro: La Caletta – Punta Nera – Girin – Guidi (Carbonia-Iglesias), Castelsardo-Ampurias (Sassari), Is Aruttas-Mari Ermi (Oristano), La Maddalena-Punta Tegge-Spalmatore (Olbia Tempio), Marina di Orosei-Berchida-Bidderosa (Nuoro), Oristano – Torre Grande (Oristano), Poetto (Cagliari), Quartu Sant’Elena (Cagliari), San Teodoro (Nuoro), Santa Giusta (Oristano), Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio), Tortolì – Lido di Orrì, Lido di Cea (Ogliastra).
  • Sicilia: Balestrate (Palermo), Campobello di Mazara – Tre Fontane – Torretta Granitola (Trapani), Casuzze-Punta secca-Caucana (Ragusa), Cefalù (Palermo), Giardini Naxos (Messina), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa), Marina di Lipari-Acquacalda-Canneto (Messina), Marina di Ragusa, Marsala – Signorino (Trapani), Mondello (Palermo), Plaja (Catania), Porto Palo di Menfi (Agrigento), Pozzallo – Pietre Nere, Raganzino (Ragusa), San Vito Lo Capo (Trapani), Scoglitti (Ragusa), Vendicari (Siracusa).
  • Toscana: Bibbona (Livorno), Camaiore – Lido Arlecchino – Matteotti (Lucca), Castiglione della Pescaia (Grosseto), Follonica (Grosseto), Forte dei Marmi (Lucca), Marina di Grosseto (Grosseto), Pietrasanta – Tonfano, Foccette (Lucca), Monte Argentario – Cala Piccola – Porto Eercole (Le Viste), Porto Santo Stefano (Cantoniera – Moletto – Caletta) – Santa Liberata (Bagni Domiziano – Soda – Pozzarello) (Grosseto), San Vincenzo (Livorno), Viareggio (Lucca), Pisa – Marina di Pisa, Calambrone, Tirrenia (Pisa).
  • Veneto: Caorle (Venezia), Lido di Venezia, Cavallino Treporti (Venezia), Jesolo- Jesolo Pineta (Venezia), Chioggia-Sottomarina (Venezia), San Michele al Tagliamento-Bibbione (Venezia).
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia