Iscrizioni aperte fino al 9 ottobre

Nasce la squadra di pallavolo... gay A Bergamo, sport contro l'omofobia

Nasce la squadra di pallavolo... gay A Bergamo, sport contro l'omofobia
Pensare positivo 11 Settembre 2017 ore 11:28

Combattere l'omofobia attraverso lo sport. Un progetto ambizioso, nato il 18 dicembre 2016 attraverso l'iniziativa “Bergamo in campo contro l’omofobia” lanciata dall'associazione Arcigay Bergamo Cives e a cui hanno aderito, nei mesi successivi, numerose realtà sportive del territorio, tra cui anche la Caloni Agnelli (squadra di pallavolo maschile della città, militante in A2), la Co.Mark Bergamo Basket 2014 (compagine cittadina di basket militante in B) e tantissime altre società di pallavolo, pallacanestro e rugby della Bergamasca. La modalità di partecipazione era molto semplice: l'associazione ha donato alle società delle stringhe color arcobaleno che, durante le partite, sono state indossate dai capitani e da altri giocatori delle formazioni, testimoniando in campo la posizione presa dalla società sportiva a favore dei diritti civili e della lotta contro l’omofobia.

 

 

«Purtroppo nel 2017 lo sport è ancora uno degli ambienti dove fare coming out risulta molto difficile - ha commentato allora Marco Arlati, presidente dell'Arcigay Bergamo Cives - ed è per questo che il nostro progetto non ha come scopo solo combattere l’omofobia in campo, ma diffondere un segnale forte a tutti i giocatori, che vorrebbero fare coming out, ma che hanno paura delle conseguenze. Questa scesa in campo delle società sportive è un segnale forte del loro posizionamento nei confronti delle tematiche dei diritti civili e del rispetto della persona, indipendentemente dal suo orientamento sessuale». Ora, il progetto di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'argomento attraverso lo sport passa a un livello successivo. Ancora più ambizioso, per certi versi: dare vita a una squadra di pallavolo «a favore dei diritti civili».

Si chiamerà Cives Volley Bergamo e sarà affiliata alla società sportiva A.S.D. Trezzo. Giocherà nel campionato CSI di Bergamo e sarà composta sia da giocatori omosessuali dichiarati che da giocatori etero, a dimostrazione di come la sessualità non sia e non debba essere un ostacolo. «Non sarà la squadra gay di Bergamo. Quel che è certo è che tutti coloro che vi faranno parte, indipendentemente dal loro orientamento sessuale, porteranno sui campi da gioco la lotta all’omofobia» ha commentato Arlati a Bergamonews. Aggiungendo: «Come presidente credo profondamente che lo sport sia, dopo la famiglia e la scuola, il luogo in cui una persona viene formata ed educata. Diventa quindi essenziale essere presenti con azioni concrete e visibili, ed è per questo che abbiamo deciso di creare la squadra di pallavolo».

 

[Il presidente dell'Arcigay Bergamo, Marco Arlati (a destra), con la Caloni Agnelli 2016/2017]

 

La rosa della Cives Volley dovrebbe essere formata da quindici elementi e per ora ne conta una decina. Le iscrizioni sono ancora aperte (fino al 9 ottobre) e si possono avere informazioni seguendo le indicazioni presenti QUI. La squadra si allenerà nella palestra di via Locatelli a Filago tutti i lunedì, mentre le partite saranno in programma il giovedì. «Desidero ringraziare il sindaco di Filago Daniele Medici e l’assessore allo Sport Alessandro Pirola, oltre al presidente dell’A.S.D. Trezzo Fabio Colombo per la loro disponibilità» ha aggiunto Arlati. Oltre ai giocatori, però, si cercano anche sponsor per rendere l'iniziativa sostenibile anche dal punto di vista economico.