In gol ancora Colley e Colpani

Ora la Primavera si gioca il titolo E le Nazionali diventano nerazzurre

Ora la Primavera si gioca il titolo E le Nazionali diventano nerazzurre
Pensare positivo 09 Maggio 2018 ore 06:30
In apertura, il portiere della Primavera Carnesecchi. Foto Atalanta.it

 

Finalmente, dopo tanti giorni di attesa, è arrivato anche il meritatissimo weekend in cui la formazione Primavera ha potuto festeggiare la vittoria del campionato Under 19. Con due giornate di anticipo, la corazzata guidata da Massimo Brambilla è riuscita a qualificarsi alle fasi finali offrendo un’altra rimonta da brividi ai tifosi atalantini e collezionando la settima vittoria consecutiva. Sabato pomeriggio, al Centro Sportivo Cavina di Bologna, la Dea ha battuto i rossoblù 2-3 in una gara complessa, iniziata ancora una volta con il piede sbagliato e ribaltata col passare dei minuti. Al 7′, Stanzani porta in vantaggio gli emiliani, ma la risposta orobica non tarda ad arrivare: al 20′ Carminati mette in fondo al sacco la sfera siglando il suo secondo gol stagionale. Le due compagini vanno negli spogliatoi sul punteggio di parità e nella ripresa il gambiano Ebrima Colley firma la terza rete in 8 presenze ufficiali, uno score notevole se pensiamo che è appena arrivato in Italia e ha giocato poco più di 210′ minuti in campionato. Un gol ogni settanta giri d’orologio, per intenderci. Trecento secondi più tardi, l’Atalanta aumenta il vantaggio con Colpani, alla sua terza marcatura consecutiva, a cui se ne aggiungono altre tre realizzate in precedenza. Nel finale, c’è spazio per il gol di Pattarello che accorcia le distanze; la truppa bergamasca riesce comunque a portare a termine la partita sul risultato di 3-2 staccando il biglietto per le final four.

 

[Il tecnico nerazzurro della Primavera, Massimo Brambilla. Foto Atalanta.it]

 

Un’impresa importantissima per l’Under 19 atalantina, che ora aspetta di conoscere quali saranno le possibili avversarie nella semifinale. Il tecnico Brambilla, nelle prossime due uscite contro Chievo Verona e Juventus, potrebbe dare spazio a chi ha giocato meno, sia per far riposare i titolari, in modo da averli più freschi a giugno nel periodo cruciale della stagione, sia per dare una chance di mettersi in mostra a chi ha dovuto osservare i compagni dalla panchina in molte occasioni. Un aspetto su cui l’allenatore dovrà lavorare è l’approccio alle gare che in diverse situazioni ha creato alcuni grattacapi alla formazione bergamasca. Per provare ad arrivare fino alla finale e puntare allo scudetto bisognerà curare ogni minimo particolare e ora che l’obiettivo si avvicina sempre di più, l’ambiente nerazzurro darà il massimo per vincere il tricolore.

Intanto, martedì primo maggio i Giovanissimi Regionali di Paolo Giordani hanno trionfato nel Trofeo Lago di Como andato in scena allo stadio Sinigaglia di Como, battendo in finale il Cagliari 3-1 con una tripletta di Truosolo, premiato come miglior attaccante della competizione. Nella fase a gironi, i classe 2004 atalantini avevano superato sempre i sardi con lo stesso risultato, oltre ad aver vinto 2-0 contro il Como; in semifinale un pirotecnico 6-0 ai danni del Torino aveva consegnato la finalissima ai bergamaschi. I Giovanissimi Regionali B sono stati invece impegnati in due tornei. Una formazione si è aggiudicata il Torneo Città di Travagliato vincendo la semifinale 2-1 contro il Parma e la finale 3-2 nel derby lombardo con il Brescia, mentre l’altra truppa composta sempre dai classe 2005 ha ottenuto la coppa del Torneo Città di Cologno battendo nella fase a gironi il Sarnico 3-0 e il Lumezzane 2-0. La vittoria in semifinale per 3-0 di fronte al Novara e il 2-0 della finale con la Pro Sesto hanno consegnato il trofeo ai ragazzi nerazzurri.

 

[Colley, giovane attaccante della Primavera, convocato dal Gambia U20. Foto Atalanta.it]

 

In questo periodo dell’anno fioccano anche le convocazioni nelle rispettive nazionali per numerosi talenti atalantini, tra cui Colley, chiamato dall’U20 del Gambia, Carnesecchi, convocato dall’U18 italiana, e Alen Mehic, aggregatosi all’U17 della Bosnia ed Erzegovina. Si aggiungono ai sopracitati anche Brogni, Cortinovis, Gyabuaa e Gelmi, che stanno prendendo parte alla fase finale degli Europei Under 17 con la maglia dell’Italia. Gli azzurrini hanno vinto la prima uscita 2-0 ai danni della Svizzera con il terzino sinistro Brogni titolare e Gyabuaa entrato dalla panchina. Nel secondo match entrambi sono stati schierati dal primo minuto, con Cortinovis impiegato a gara in corso mentre Gelmi è rimasto in panchina. Grandi soddisfazioni quindi in casa Atalanta, a testimonianza della qualità del lavoro svolto quotidianamente a Zingonia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli