Spettacolo liberamente tratto da In&Out

Parotite, cura contro il bigottismo Messaggio anti-omofobia a teatro

Parotite, cura contro il bigottismo Messaggio anti-omofobia a teatro
Pensare positivo 20 Settembre 2017 ore 12:37

La «Compagnia dei sogni» in scena con una commedia anti omofobica elegante e divertente: è «Parotite, la cura contro gli orecchioni». «Parotite» è un anti omofobico, indicato contro il bigottismo e la paura verso i gay. Un medicinale? No, uno spettacolo liberamente tratto dal film «In&Out» diretto da Frank Oz . Il copione, scritto da alcuni membri della compagnia boltierese, tratta in maniera allegra e spensierata il delicato tema dell'omosessualità e come questa possa sconvolgere una tranquilla cittadina di provincia. Lo spettacolo è adatto ad ogni tipo di pubblico e a tutte le età. «Non offende nessuno, non usa un linguaggio scurrile, non ci sono scene di nudo o sesso esplicito - ha spiegato il direttore artistico Gerardo Racano - Si può venire ad assistere allo spettacolo con la famiglia, con il proprio partner, con i genitori, con i nonni, in comitiva o anche singolarmente. È una piece adatta a qualsiasi tipo di pubblico: a chi è un assiduo frequentatore di teatri o a chi ci va per la prima volta. Particolarmente consigliato agli studenti delle scuole medie o superiori perché, in quella fase dell'adolescenza, può essere d'aiuto ai ragazzi che si scoprono omossesuali».

 

 

Il debutto a Boltiere. «Parotite» ha debuttato a Boltiere a marzo, le prime date dello spettacolo hanno ricevuto il patrocinio del Comune di Boltiere, dell'Arcigay e dell'Arcilesbiche registrando il tutto esaurito. La prossima data sarà il 7 ottobre al Teatro San Giorgio di Bergamo. Parte del ricavato degli spettacoli è stato e verrà devoluto in beneficenza tra la parrocchia di San Giovanni Battista in Pile (Aq) gravemente danneggiata dal terremoto del 2009 o il Marcgroup associazione di Boltiere che sostiene l'Airc . Questa associazione è nata per ricordare un ragazzo boltierese morto prematuramente per il cancro.

La trama. «Il professore Brera, il più amato del paese, è in procinto di sposarsi. Tutti gli abitanti fremono in attesa del matrimonio e di un avvenimento ancora più importante: la notte degli Oscar. Tra i candidati al premio "miglior attore" compare un ex alunno del professore nonché cittadino di questo piccolo paese. Durante la premiazione accade il colpo di scena: l'ex alunno vince l'ambita statuetta e ringrazia in mondovisione il professore per averlo aiutato ad interpretare il ruolo di un soldato gay, proprio perché lui stesso lo è. Da quel momento tutto cambia; i compaesani, gli amici, le alunne e la sua famiglia inizieranno a guardarlo con occhi diversi, lui stesso appare confuso... il matrimonio potrebbe saltare... Una commedia brillante ed elegante, ricca di colpi di scena e di battute esilaranti che vi farà divertire e ridere a crepapelle!».

Gli interpreti. Sul palco saliranno gli attori della «Compagnia dei sogni» e in particolare: Riccardo Piccinini, Sara Cagliani, Stefano Comotti, Giuseppe Garofalo, Sara Albani, Lorenzo Magni, Roberto Frutti, Giada Mozzali, Erika Rota, Monica Benigni, Carlo Doneda, Simone Barboni, Mattia Carlessi, Laura Colombo, Vincenzo Genco, Beatrice Genco, Vincenzo Durelli, Sara Troccolo, Alberto Tua, Alissa Genna, Elisabetta Giardini, Gerardo Racano.Regia, testo e scenografia di Gerardo Racano e Roberto Frutti.