Gli appuntamenti del fine settimana

Primavera, sfida al vertice con l’Inter L’Under 16 deve iniziare a correre

Primavera, sfida al vertice con l’Inter L’Under 16 deve iniziare a correre
Pensare positivo 30 Settembre 2017 ore 12:43
[Foto dell'articolo di Atalanta.it]

 

Il secondo weekend della stagione autunnale si preannuncia all’insegna del grande spettacolo con le formazioni giovanili nerazzurre che saranno messe a dura prova e dovranno dare determinate risposte per misurare il processo di crescita intrapreso. Per la quarta giornata del campionato Primavera 1, il big match andrà in scena domenica mattina alle ore 11, precisamente sul campo di Azzano San Paolo, tra Atalanta e Inter. L’importanza della sfida è testimoniata dal fatto che l’allenatore dei milanesi Stefano Vecchi era presente in tribuna per studiare gli avversari già alla prima giornata, quando la Dea affrontava la Fiorentina. Distanti un solo punto in campionato, dove i meneghini guidano la classifica insieme a Sassuolo, Roma e Chievo Verona, i bergamaschi vorranno fare la partita della vita per mettere la freccia e effettuare il sorpasso in vetta. Di fronte però si troveranno i Campioni d’Italia della passata stagione che hanno in rosa talenti del calibro di Jens Odgaard, danese classe 1999 prelevato dal Lingby per una cifra importante e capace di schiantare il Milan nel derby di categoria con una tripletta. Tra gli altri troviamo Andrea Pinamonti, membro della prima squadra che spesso gioca con la formazione di Vecchi, e Davide Merola classe 2000, attaccante brevilineo con un sinistro micidiale. Una menzione particolare per il pacchetto arretrato dell’Inter che ha subito una sola rete in campionato e mostra una solidità impressionante. Dovranno essere bravi i giocatori di Massimo Brambilla a scardinare la difesa avversaria con le sortite di Musa Barrow, ma quello che più conta sarà la prestazione di tutta la squadra.

 

 

Anche la formazione Berretti di Stefano Lorenzi dovrà affrontare i nerazzurri di Milano in una sfida che arriva subito alla seconda giornata proprio tra le indiziate a contendersi le prime due posizioni in campionato. Entrambe le squadre sono partite con una vittoria con diversi gol di scarto ma contro avversari dal tasso tecnico differente. Tra le file dell’Inter in grande spolvero il terzino Riccardo Lunghi, il bomber Felice D’Amico e il leader Salvatore Esposito. I ragazzi di Lorenzi dovranno giocare in modo perfetto per portare a casa i tre punti domenica alle ore 15 sul campo di Peschiera Borromeo.

I calciatori Under 17 allenati da Giovanni Bosi giocheranno domenica pomeriggio alle 15 in trasferta a Bologna contro una delle truppe che più ha stupito nel Girone B del campionato Under 17 Serie A e B. L’Atalanta dovrà sfruttare la difesa facilmente perforabile dei felsinei che ha finora incassato ben cinque gol, ma non dovrà distrarsi e commettere errori che potrebbero essere sfruttati dal talento classe 2002 Matias Rocchi, attaccante che vede la porta come pochi altri e abile nel colpire di testa; dotato di una buona tecnica, conduce la classifica dei marcatori con tre sigilli. In rilievo anche le prestazioni di Simone Rabbi e Jonathan Adusa, entrambi a quota due reti.

 

 

Per gli uomini di Marco Zanchi è arrivato il momento di conquistare punti per non rimanere troppo lontani dalle zone nobili della classifica. Domenica alle ore 15.15, a Zingonia, l’Under 16 si troverà di fronte la Spal, una compagine che ha dimostrato di potersela giocare alla pari con molte concorrenti. Importante per i bergamaschi il recupero dell’ariete Antonio Reda, capace di segnare gol a ripetizione e di rientro dalla squalifica rimediata nelle fasi finali della passata stagione. Anche l’Under 15 di Andrea Di Cintio giocherà domenica a Zingonia, però alle 14.30, sempre contro gli emiliani. Dopo tre vittorie in altrettante gare, le giovani promesse nate nel 2003 incontreranno una buona squadra che ha iniziato il campionato con sei punti conquistati. Test impegnativo per l’Atalanta, ma dopo le prestazioni fatte nel mese di settembre ci si aspetta molto dalla capolista. Un volto nuovo tra le file della Spal e in possesso di qualità indiscusse è senza ombra di dubbio Nico Salvemini, già finito sul tabellino dei marcatori tre volte, proprio come il bergamasco Tommaso De Nipoti. Saranno infatti loro ad infiammare la sfida di un weekend ricco di emozioni.