Pensare positivo
Beneficenza

"Rinascerò, rinascerai" diventa anche un marchio di moda, ma sempre per fare del bene

Il titolo della canzone di Roby Facchinetti e del compianto Stefano D'Orazio, dedicata a Bergamo durante la prima emergenza Covid, è ora un brand per magliette e altri capi di abbigliamento della Onis Sportwear. Tutto il ricavato verrà devoluto al Papa Giovanni

"Rinascerò, rinascerai" diventa anche un marchio di moda, ma sempre per fare del bene
Pensare positivo 30 Novembre 2020 ore 15:42

Prosegue all’insegna della solidarietà il progetto “Rinascerò rinascerai” di Roby Facchinetti e nel ricordo di Stefano D’Orazio. Come racconta PrimaTreviglio, un’azienda bergamasca, la Onis Sportwear, curerà la realizzazione di una linea dedicata e parte del ricavato sarà destinato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Il nome del progetto, come ben sappiamo, non è casuale: è il titolo della canzone composta dai due Pooh come segno di speranza durante la prima tragica emergenza causata dal Covid-19. Virus che, il destino ha voluto, lo stesso D’Orazio incontrasse sulla sua strada e lo portasse purtroppo via.

«Sono trascorsi otto mesi da quel 27 marzo, giorno nel quale Roby e Stefano composero la loro ultima canzone insieme - si legge nella nota dei coordinatori del progetto -. Nata da uno stato d’animo di Roby Facchinetti e dedicata in un primo momento alla città di Bergamo, in quei giorni sofferente e pesantemente colpita dall’emergenza, oggi Rinascerò rinascerai rappresenta un inno alla vita, dedicato a tutto il mondo, con la certezza che tutti potremo uscire presto da questo incubo». «La tempesta che ci travolge ci piega ma non ci spezzerà» è un messaggio aperto alla speranza di chi soffre e di chi lotta dalle corsie di un ospedale, dedicato anche a medici e infermieri, i veri eroi di questa emergenza, e a chi è a casa in attesa di notizie dei propri cari ricoverati senza poter stare loro vicino.

La Onis Sportswear è divenuta licenziataria del marchio “Rinascerò rinascerai” per la vendita di alcuni prodotti dedicati: t-shirt, mascherine e felpe. La Onis curerà la grafica, la produzione e la commercializzazione della nuova linea. Da sabato 28 novembre, sul portale www.rinascerorinascerai.com, sono disponibili mascherine, t-shirt e felpe con il logo “Rinascerò rinascerai” e con la stampa delle strofe della canzone che è entrata nei cuori di tutti. Ovviamente, lo spirito della canzone si traduce ancora una volta in solidarietà: grazie alla generosità di Roby e Stefano, Onis devolverà in beneficenza all’Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo tutte le royalties derivanti dai prodotti venduti fino al 31 marzo 2021. «La melodia e le parole di Rinascerò rinascerai aiuteranno tutti noi a stare uniti per superare questo difficile momento e continueranno a riecheggiare per un fine benefico».

«I miei complimenti veri a Onis Sportwear per la bella iniziativa - ha dichiarato Roby Facchinetti -, che consente di promuovere e consolidare la forza comunicativa di Rinascerò rinascerai attraverso la linea di merchandising dedicata». «Ringrazio a nome di tutta la Asst per la vicinanza e per la finalità benefica dell’iniziativa - sottolinea invece il direttore generale Maria Beatrice Stasi -. Un’espressione di solidarietà che va aggiungersi agli innumerevoli gesti di grande generosità nei nostri confronti. La musica e il testo di Rinascerò rinascerai, composti durante la prima ondata della pandemia e la nuova dimensione dell’iniziativa, ci fanno sentire la vicinanza di tantissime persone che, sono certa, contribuiranno allo sviluppo di un progetto nato sulle note di grande umanità di Roby Facchinetti e del compianto Stefano D’Orazio».