Bellissima iniziativa

Le Sere Fai d’Estate per la prima volta approdano nella splendida cornice di Palazzo Moroni

Primo appuntamento giovedì 6 agosto, con "Visite al tramonto". Gli incontri serali nei giardini della dimora signorile proseguiranno giovedì 13, 20 e 27 agosto

Le Sere Fai d’Estate per la prima volta approdano nella splendida cornice di Palazzo Moroni
Bergamo, 04 Agosto 2020 ore 12:23

È arrivata l’estate e mai come quest’anno, dopo i mesi di lockdown, è forte il desiderio di trascorrere qualche ora all’aria aperta a contatto con la natura e in totale sicurezza. I beni del Fai (Fondo Ambiente Italiano) sono una meta ideale per scoprire luoghi di incantevole pregio dal punto di vista storico, artistico e naturale, senza la necessità di allontanarsi da casa.

Per la prima volta, le Sere Fai d’Estate approdano anche a Bergamo, per la precisione a Palazzo Moroni, residenza signorile seicentesca ricca di splendidi arredi e decorazioni, con una importante collezione d’arte e un giardino all’italiana con una vasta ortaglia che costituiscono un suggestivo parco storico nel cuore della Città Alta. Aperti al pubblico in occasione delle Giornate Fai all’Aperto di sabato 27 e domenica 28 giugno, i Giardini di Palazzo Moroni diventano ora scenario di una rassegna di suggestivi incontri serali. Giovedì 6, 13, 20 e 27 agosto il pubblico è invitato a una serie di visite guidate al tramonto, per conoscere l’ultimo arrivato tra i Beni del Fondo e l’importante progetto di restauro che trasformerà questo palazzo in un vero e proprio museo. Le visite guidate si svolgeranno alle 18.30 e 19.30, orari in cui saranno organizzati due gruppi da 20 persone ciascuno, che verranno accompagnati attraverso il Cortile del Nettuno, lo Scalone d’onore affrescato in età barocca e i suoi Giardini.

Inoltre, l’appuntamento “Astronomi per una notte”, in programma alle 21.15 di sabato 22 agosto, sarà dedicato proprio all’osservazione della volta celeste. Grazie alla collaborazione del gruppo Fai Giovani di Bergamo e a cura del divulgatore scientifico Gianni Locatelli, visitatori e astrofili (per un massimo di 60 persone) saranno invitati a partecipare a un’osservazione guidata nell’area agricola dell’ortaglia; sarà un’occasione per stare a contatto con la natura e imparare a orientarsi nel cielo stellato. Per questa serata si consiglia di indossare abiti comodi e di portare con sé una torcia, una coperta e un repellente per zanzare. In caso di maltempo l’evento sarà annullato.

Il ricco calendario delle Sere Fai d’Estate coinvolge 23 beni della Fondazione, che resteranno aperti per oltre 130 serate in 14 regioni, dalla Lombardia alla Sicilia, dal Piemonte alla Sardegna, dalle Marche alla Puglia. Per partecipare agli appuntamenti è obbligatoria la prenotazione sul sito www.serefai.it.

Per garantire al pubblico i massimi standard di sicurezza, in tutti i siti tutelati dal Fai il numero di visitatori sarà contingentato e le visite, dove possibile, organizzate a senso unico per evitare eventuali incroci. Inoltre, sarà obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata dell’escursione e lungo il percorso e in biglietteria saranno messi a disposizione dispenser con gel igienizzante.

Il giorno precedente l’appuntamento i partecipanti riceveranno una mail con le indicazioni sulle modalità di accesso e un link da cui scaricare i materiali di supporto alla visita, curati dall’Ufficio affari culturali del Fai. I materiali, che non saranno più distribuiti in formato cartaceo, saranno accessibili anche in loco su supporti digitali grazie a un QR Code scaricabile direttamente in biglietteria. L’accesso alla biglietteria, al bookshop e ai locali di servizio sarà consentito a un visitatore o a un nucleo famigliare alla volta. Il Fai invita a effettuare gli acquisti con carte di credito e bancomat, per ridurre lo scambio di carta tra personale e visitatori.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia