A 80 giorni dal via della manifestazione

Tutto quel che c’è da sapere sui biglietti dell’Expo 2015

Tutto quel che c’è da sapere sui biglietti dell’Expo 2015
11 Febbraio 2015 ore 09:30

Sale la febbre per Expo 2015: a 80 giorni precisi dall’inizio della manifestazione che per 6 mesi renderà Milano e tutto il Nord Italia il centro dell’attenzione mondiale, sono già più di 8 milioni i biglietti d’ingresso venduti, come ha comunicato a inizio febbraio Giuseppe Sala, commissario unico di Expo 2015 Milano e amministratore delegato di Expo 2015 spa. Di questi, ben 5 milioni sono stati venduti all’estero, sintomo dell’interesse internazionale che raccoglie l’evento. L’obiettivo, mai nascosto, è di toccare, entro il 31 ottobre 2015, cioè la data di fine manifestazione, le 20 milioni di visite. Un traguardo ambizioso e ancora lontano, ma non sicuramente impossibile se si riuscisse, prima del primo maggio, quando le porte dell’area Expo apriranno al pubblico, ad arrivare a 10 milioni di biglietti venduti. Per questo, come stanno facendo diverse testate in questi giorni, tra cui anche Il Post, abbiamo pensato di fornire tutte le informazioni necessarie all’acquisto dei biglietti Expo.

 

logo_expo_

 

Anticipare conviene. Già oggi è possibile comprare i biglietti, anzi, è fortemente consigliato visto che fino al 30 aprile si può risparmiare il 20% del costo del ticket d’ingresso. L’acquisto è possibile sia online, sul sito ufficiale dell’Expo 2015 Milano, sia dai rivenditori autorizzati, sparsi in tutta Italia. A Milano sono 4, se si considerano i tre presenti, rispettivamente, all’Aeroporto di Linate, al Terminal 1 dell’Aeroporto di Malpensa e al Terminal 2 dello stesso scalo. Il punto vendita più grande è l’ExpoGate in via Beltrami, a Milano, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20. Anche Bergamo ha il suo punto vendita ufficiale: basta recarsi presso la biglietteria interna all’Aeroporto di Orio al Serio. Il servizio è disponibile tutti i giorni, dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 20. La città che dispone di più punti vendita è invece Roma: sono addirittura 10. Oltre alle rivendite all’Aeroporto di Ciampino, a quello di Fiumicino e alla stazione di Roma Termini, è possibile trovarli al Complesso Monumentale del Vittoriano e al Museo dell’Ara Pacis. Sparsi per la capitale, inoltre, si possono trovare i biglietti in cinque Punti dell’Informazione Turistica (P.I.T.). Gli altri punti vendita sono, infine, agli aeroporti di Bologna, Torino, Napoli e Venezia. Per maggiori informazioni (contatti mail o telefonici e orari) potete andare QUI.

Le tipologie di biglietti. Le tipologie di biglietto acquistabili sono due: quello a data aperta e quello a data fissa. I primi permettono di avere in mano il ticket, senza però essere “legati” ad un giorno preciso; i secondi, invece, sono un classico biglietto prenotato, che ti garantisce l’ingresso all’area Expo il giorno prescelto. Attenzione a chi dovesse optare per il biglietti a data aperta: l’organizzazione ha previsto un numero massimo di entrate consentite in una giornata (250mila persone). Il rischio, pertanto, è che se anche dotati di un biglietto si rischi di rimanere fuori perché il limite di entrate consentite per quella giornata è già stato raggiunto. Per questo consigliamo di convertire in un secondo momento, quando avete deciso che giorno recarvi all’Expo, i biglietti in data aperta in biglietti a data fissa. Per farlo non dovrete fare altro che andare sul sito (sezione MyExpo, pagina che sareste “costretti” a creare al momento dell’acquisto del tagliando online), inserire i dati del vostro biglietto e segnalare la data prescelta. Attenzione perché non sarà più possibile cambiare data una seconda volta.

I costi variano poi in base alle fasce d’età. Come spesso capita, i più fortunati sono i più piccoli: i bambini di età compresa tra gli 0 e i 3 anni entrano gratuitamente, ma il biglietto in questione va per forza ritirato in un punto vendita autorizzato (non online) e prevede solo la data fissa; i bambini di età compresa tra i 3 e i 13 anni, invece, pagano ma qualcosa in meno, tanto che Expo spa ha pensato di creare degli appositi pacchetti famiglia più vantaggiosi nei prezzi. La terza fascia prevede invece gli adulti, che vanno dai 14 ai 64 anni di età, e pagano il biglietto a prezzo pieno. Oltre i 64 anni si è nella fascia “Senior” e si può usufruire di consistenti sconti. Non ci siamo dimenticati degli studenti (14-25 anni d’età al giorno della visita), i quali possono avere degli sconti, ma non online. Recandosi quindi a uno dei punti vendita autorizzati, con un documento che attesti lo status di studente, è possibile acquistare il ticket d’ingresso scontato.

 

expo_2015_flags___milano_by_davidhenocq-d65ar6w

 

I prezzi. Ora vediamo, nel concreto, quanto costa acquistare i biglietti di Expo oggi, ricordando che attualmente il prezzo è ribassato del 20% rispetto a quanto, invece, il ticket costerà a partire dall’1 maggio, cioè dall’inizio della manifestazione:

PER DATA FISSA:

–          Adulti: 27 € entrata singola, 47 € entrata per due giorni (per forza consecutivi);

–          Senior: 20 € entrata singola, 34 € per due giorni (per forza consecutivi);

–          Pacchetti famiglia: 1 adulto + 1 bambino 34,50 € (62 € due giorni); 2 adulti + 1 bambino 57,50 € (105 € due giorni); 1 adulto + 2 bambini 46 € (81 € due giorni); 2 adulti + 2 bambini 67 € (124 € due giorni).

 

PER DATA APERTA:

–          Adulti: 32 € entrata singola, 57 € entrata per due giorni (per forza consecutivi);

–          Senior: 25 € entrata singola, 40 € entrata per due giorni (per forza consecutivi);

–          Pacchetti famiglia: 1 adulto + 1 bambino 41 € (76 € due giorni); 2 adulti + 1 bambino 69 € (129 € due giorni); 1 adulto + 2 bambini 54 € (99 € due giorni); 2 adulti + 2 bambini 82 € (152 € due giorni).

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia