Pensare positivo
in fuga dalla guerra

Malinovskyi ospita in un hotel della provincia alcuni ragazzi delle giovanili dello Shakhtar

Grazie al calciatore e a sua moglie, molti giovanissimi ucraini e le loro famiglie si trovano ora al sicuro in una struttura bergamasca

Malinovskyi ospita in un hotel della provincia alcuni ragazzi delle giovanili dello Shakhtar
Pensare positivo 17 Marzo 2022 ore 14:25

di Fabio Gennari

Il centrocampista ucraino Ruslan Malinovskyi è stato protagonista di un'altra bella iniziativa legata alla difficilissima situazione che si vive in Ucraina dopo l'invasione della Russia. Oltre alla raccolta di materiale promossa a Curno con l'Associazione Zlaghoda, all'asta delle maglie e ai tanti altri piccoli e grandi gesti che hanno animato queste tre settimane di conflitto, l'impegno del numero 18 nerazzurro è stato importante anche in favore di alcuni giovani calciatori, che sono stati fatti arrivare in Italia.

Nelle scorse ore è arrivata la conferma relativa a un’indiscrezione che era circolata di chat in chat: molti ragazzini delle giovanili dello Shakhtar Donetsk sono stati ospitati, a spese del calciatore nerazzurro, in un hotel della provincia. I calciatori in erba potranno dunque vivere lontano dal conflitto e allenarsi per cercare un po’ di serenità. Non è molto, ma di certo è uno spiraglio di normalità in una situazione oggettivamente difficile e tragica.

I ragazzi per ora sono al sicuro in hotel insieme alle loro famiglie, cosa accadrà nelle prossime settimane è difficile prevederlo, ma non ci sono dubbi che Malinovskyi e la moglie Roksana continueranno a sostenere questo e molti altri progetti con l'obiettivo di dare un aiuto concreto, in diverse forme, a tutti i connazionali che sono scappati o scappano dalla guerra. Avere un cuore grande, in questa situazione, rappresenta il gol più bello che un calciatore possa realizzare.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter