Sponsorizzato

Zenzero, un aiuto per sconfiggere i raffreddori

Lo zenzero è un ottimo alleato per chi vuole sconfiggere in poco tempo raffreddori e malanni invernali. Utilizzato per condire zuppe e come base di molte tisane, ha una serie di principi attivi che sono da considerare una vera e propria arma segreta contro i batteri cattivi

Zenzero, un aiuto per sconfiggere i raffreddori
Bergamo, 10 Gennaio 2020 ore 06:00

Molti conoscono le proprietà delle zenzero solo dal punto di vista dell’uso in cucina, ma i benefici che lo zenzero può offrire sono strettamente collegati anche alla salute. Nella medicina tradizionale cinese e in quella indiana, questa radice è considerata da migliaia di anni come una preziosa pianta medicinale.

Da un lato si dice che lo zenzero stimoli il sistema immunitario e quindi sostiene le naturali difese dell’organismo. Dall’altra parte, lo zenzero ha un effetto antibatterico che, assimilabile mediante tè e tisane allo zenzero, che contrastano le infiammazioni di bocca e gola per esempio.

Il tè allo zenzero con limone è particolarmente apprezzato e facile da preparare durante la stagione invernale. Per ottenere i migliori benefici, si può tagliare un pezzetto di zenzero fresco di circa 4 centimetri a fette sottili. Successivamente si metterà a fermentare in acqua fredda per qualche ora. Al termine della fermentazione, si può aggiungere il limone – e il miele se lo si preferisce più dolce – ed è pronto per essere scaldato e consumato. Maggiore è il tempo di fermentazione dello zenzero, maggiori sono i benefici per la salute che questa bevande può apportare.

Come utilizzare lo zenzero per sconfiggere i raffreddori?

Uno dei metodi migliori per beneficiare delle proprietà benefiche dello zenzero, è quello di utilizzare questa radice come ingrediente di estratti e zuppe. Lo zenzero, si presta in maniera perfetta a “regalare” il suo spiccato sapore ad estratti di frutta e verdura. In questo modo, si può coadiuvare le proprietà di questa radice con quella degli altri ingredienti.

Consumato fresco o in aggiunta a prodotti dove non viene cotto, offre appieno il suo effetto fluidificante per il sangue. Particolare che serve a stimolare la circolazione del sangue e dare una sferzata al metabolismo. Proprio per questa sua ultima particolarità, lo zenzero è sempre più nominato come “elemento di aiuto” per chi vuole perdere peso o rimettersi in forma.

Come riconosce lo zenzero fresco?

Per beneficiare al 100% delle proprietà dello Zenzero, è bene avere sempre nella propria dispensa dello zenzero fresco. Per chi non vuole sbagliarsi al momento dell’acquisto, ecco una serie di suggerimenti su come riconoscere la freschezza dello zenzero:

  • la superficie esterna dello zenzero ha una lucentezza setosa ed è molto liscia;
  • quando si spezza la radice, la parte spezzata deve essere succosa e non secca;
  • le fibre dello zenzero dicono molto sulla sua freschezza. Più vecchia è la radice dello zenzero, più il tubero diventa accartocciato.

Come conservare correttamente lo zenzero fresco?

Il metodo migliore per conservare lo zenzero, è quello di mantenerlo riposto in un luogo fresco e asciutto. Lo sportello del frigorifero o il cassetto delle verdure sono ideali per conservarlo bene anche per diverse settimane. È bene asciugare nel migliore dei modi la superficie dello zenzero, una volta che si taglia, prima di riporlo nel frigorifero. In questo modo, si evita la formazione di muffa.

Per chi vuole prepararsi una scorta di zenzero pronto in ogni occasione, si può sbucciare e congelare. Al momento dell’evenienza, si può rimuovere dal freezer e grattugiare come un normale formaggio. In alternativa, si può congelare a piccoli pezzi per essere usato in comode monoporzioni. La scelta del metodo di conservazione, deve essere eseguita in base all’utilizzo che si andrà a fare di questa benefica radice.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia