Da un articolo di Business Insider

10 brand nati “grazie” alla guerra

10 brand nati “grazie” alla guerra
04 Aprile 2015 ore 11:41

Forse non tutti sanno che molti dei brand super-noti oggi devono il loro successo a qualche avvenimento bellico accaduto nel secolo scorso. Alcuni, per esempio, sono nati per rispondere a un nuovo bisogno che la guerra aveva creato. Altri, invece, per via di una brillante intuizione che la fantasia umana è stata in grado di sfruttare. Un articolo di Business Insider ce ne ha svelati alcuni. Qui sotto vi proponiamo quelli più celebri e ancor oggi molto conosciuti.

 

1) M&M’s

MMS

L’idea delle M&M’s nasce sullo sfondo della guerra civile spagnola. La leggenda narra che Forrester Mars Senior, durante un viaggio in Spagna, si accorse che i soldati mangiavano palline di cioccolato ricoperte da uno strato di zucchero: in questo modo il cacao non si scioglieva con le alte temperature estive. Estasiato da quest’idea, Forrester Mars Senior inventò la ricetta delle M&M’s, che furono poi messe in commercio nel 1941. Queste caramelline colorate, durante la Seconda Guerra Mondiale, diventarono lo snack preferito dei soldati americani.

 

2) Ray-Ban

02

I Ray-Ban, probabilmente gli occhiali da sole più conosciuti al mondo, nascono agli inizi del secolo scorso su richiesta del Generale John MacCready. La nota azienda americana realizzò un paio di lenti altamente protettive e il brevetto dei famosi occhiali a goccia – design creato in questo modo proprio perché era in grado di seguire l’incavo dell’occhio – fu depositato il 7 maggio 1937. Il successo, del tutto imprevisto, fu enorme.

 

3) Victorinox

03

La famosa fabbrica di coltelli svizzeri fu fondata nel 1884 da Karl Elsener e già dal 1891 divenne la prima fornitrice di coltelli dell’esercito elvetico. Qualche anno più tardi l’imprenditore depositò il brevetto di un nuovo coltello da sport dotato di numerosi optional. Si trattava dell’antenato dei tanti coltellini svizzeri che oggi è possibile trovare in circolazione.

 

4) Hugo Boss

04

In pochi sanno che la fortuna di questa nota catena d’abbigliamento è dovuta al partito nazista. Fondata nel 1923, dopo solo qualche anno si trovò costretta a chiudere per bancarotta. Ma Hugo Boss, il fondatore dell’azienda, non si diede per vinto e, dopo aver aderito al partito di Adolf Hitler, riuscì a riaprire l’azienda divenendo il fornitore ufficiale di divise per le SS. Conclusa la guerra, fu condannato a pagare una pesante multa per aver sostenuto la causa nazista.

 

5) Fanta

05

La famosa bibita arancione fu creata nel 1940 da Max Keith, fervente nazista e leader dell’azienda che imbottigliava Coca-Cola in Germania. Durante la seconda guerra mondiale alcuni divieti promulgati da Hitler avevano impedito l’importazione della famosa bibita frizzante. Furono in molti a tentare di elaborare una bevanda analcolica da lanciare nel fiorente mercato tedesco, ma solo la ricetta di Keith fu in grado di raggiungere il successo desiderato. Nel 1960 la Coca-Cola acquistò il marchio Fanta, rendendolo celebre in tutto il mondo.

 

6) Banana Republic

06

Questo noto brand di moda è nato nel 1978, fondato da Mel e Patricia Ziegler. All’inizio le sue collezioni proponevano un genere di vestiti che prendeva spunto dalle divise militari della seconda guerra mondiale e dalle fantasie e colori delle linee d’abbigliamento per i safari. Nel 1983 il marchio è stato poi acquistato da Gap, che le ha dato un’immagine più elegante e giovanile.

 

7) Maggiolino Volkswagen

07

Era il 1934 quando Hitler annunciò che avrebbe messo in commercio un’auto comoda, semplice da guidare e dal prezzo accessibile a tutti. Occorre ricordare due cose. La prima è che proprio in quegli anni la Germania iniziava a dotarsi di un sistema autostradale degno del suo nome e, in secondo luogo, che in quegli anni, le automobili non avevano prezzi accessibili al cittadino medio. Per questo nuovo progetto, il Furher interpellò due abili e creativi ingegneri: Ferdinand Porsche e Jakob Werlin della Mercedes-Benz.

 

8) Motorola

08

Nata nel 1928 come Galvin Manufacturing Corporation, nel 1947 viene ribattezzata Motorola. Il successo di quest’azienda iniziò durante la seconda guerra mondiale, dato che era una tra le più importanti produttrici di apparecchi riceventi e ricetrasmittenti per le forze armate americane.

 

9) Jeep

09

Con l’avvento della Seconda Guerra Mondiale, l’esercito statunitense si rese conto della necessità di avere un piccolo autoveicolo a trazione integrale dotato di una meccanica che fosse in grado di resistere alle sollecitazioni di alcuni terreni e ambienti particolarmente difficili. Il nome Jeep nacque dall’acronimo del nome militare General Purpose Vehicle (veicolo per uso generale) – pronunciato dagli statunitensi Jeep – e il nuovo mezzo fece la sua prima apparizione nel 1940.

 

10) Kotex

10

Poco conosciuta in Italia, è in realtà un marchio molto noto di prodotti per l’igiene femminile. Il suo successo iniziale è dovuto alla produzione di garze mediche, ampiamente utilizzate per curare le ferite dei soldati.  A partire dal 1920, quest’azienda, una tra le prime al mondo, ha iniziato a produrre i primi assorbenti femminili.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia