La gioia di Gasperini (e degli altri)

«Abbiamo battuto inglesi e francesi Contro di noi sarà dura per tutti»

«Abbiamo battuto inglesi e francesi Contro di noi sarà dura per tutti»
09 Dicembre 2017 ore 05:00

L’Atalanta, la sera di giovedì 7 dicembre, ha scritto un’altra pagina di una storia destinata a non finire, almeno nei cuori dei suoi tanti tifosi. Sul campo, invece, ne riparliamo a febbraio. L’affermazione per 1-0 contro il Lione è valsa alla Dea il primato del girone E di Europa League. «Nessuno si sarebbe aspettato tutto questo a inizio stagione. Viviamo un sogno e questo è un primo posto che vale la storia – spiega il Papu Gomez a fine gara -, una storia che vogliamo continui. Avevamo voglia di dimostrare di non essere qui per caso e adesso proseguiamo il nostro cammino cercando di continuare a stupire il pubblico italiano ed europeo. Andiamo avanti sognando, perché nessuno ce lo potrà negare. Oggi (ieri, ndr) gara di sacrificio? Ogni tanto può capitare. Sia io che Ilicic abbiamo fatto tutta la fascia, ma l’importante era uscire dal campo con i tre punti».

 

 

Anche il presidente Antonio Percassi ha elogiato l’impresa realizzata dai suoi ragazzi, dopo aver festeggiato insieme a loro sul campo, proprio sotto la Curva dipinta di nerazzurro: «È stata una cosa inimmaginabile, dalla prima fino all’ultima partita. Abbiamo realizzato un sogno, davvero. Siamo tutti felicissimi, ma adesso teniamo i piedi ben saldi per terra, sapendo comunque di aver fatto una cosa straordinaria grazie anche a un pubblico fantastico, che ringrazio perché anche stasera è stato numeroso, così come in tutte la altre occasioni».

L’attenzione del presidente si sposta poi su Andrea Petagna, l’uomo che ha deciso la partita: «È un giocatore straordinario – spiega il numero uno nerazzurro -. Sa far giocare la squadra in un modo eccezionale. Ora godiamoci il momento e poi da febbraio torneremo a pensare all’Europa, consapevoli del fatto che non avremo nulla da perdere ma solo da guadagnare. Ora concentriamoci sul campionato».

 

 

A Gian Piero Gasperini, invece, tocca l’analisi del momento atalantino: «È una bellissima esperienza che dà gioia a tutti – commenta il tecnico -. Abbiamo battuto inglesi e francesi e, giocando in Europa, ho la sensazione che il nostro campionato sia ancora il più difficile da affrontare. Abbiamo fatto un girone magnifico e giocare contro di noi sarà difficile per tutti. Oggi (ieri, ndr) siamo stati molto solidi ed è ciò che conta di più. Ho visto una formazione compatta grazie anche al sacrificio di Papu e Josip. Siamo partiti con un assetto offensivo lasciando scoperte le fasce per ottenere la superiorità in mezzo. Nazionale? Non ci sarò io. Non vi sarete mica già stancati di me…».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia