56 PAGINE SU CITTÀ E 17 COMUNI DELLA PROVINCIA

Cosa c’è nel nuovo BergamoPost che dal 17 novembre è in edicola

Cosa c’è nel nuovo BergamoPost che dal 17 novembre è in edicola
17 Novembre 2017 ore 07:30

Care lettrici e cari lettori di BergamoPost. Sin da quando siamo nati in versione cartacea (30 settembre 2016), pensiamo di avervi sempre offerto un prodotto di qualità. Migliorabile, certo; con tanti difetti, molto probabile; ma sempre teso a raccontarvi qualcosa di nuovo offrendovi un punto di vista sulle cose del nostro territorio diverso dal solito. Il numero uscito però nelle edicole di Bergamo, Seriate, Dalmine, Stezzano, Osio Sotto, Treviolo, Torre Boldone, Zanica, Curno, Mozzo, Azzano San Paolo, Gorle, Grassobbio, Osio Sopra, Comun Nuovo, Lallio, Levate e Orio al Serio venerdì 17 novembre crediamo sia il più ricco dei sessanta finora realizzati. La quantità di interviste e approfondimenti è veramente alta. Un giornale da leggere, a cui dedicare un po’ di tempo. Speriamo lo facciate, perché l’obiettivo è proprio quello. Vi diamo qualche anticipazione.

 

 

La prima bella intervista è quella a Lorenzo Suraci, cioè l’imprenditore di Valtesse che tanti anni fa aprì una piccola radio in Città Alta e che oggi è a capo del network radiofonico più ascoltato d’Italia, ovvero Rtl 102.5; per la settimana della povertà, invece, abbiamo deciso di raccontarvi le vite di quattro poveri, che però non sono come li potete immaginare; viaggio nel cuore (segreto) della massoneria bergamasca, con tanto di qualche nome; Vatinee e Jasmine, una thailandese e una canadese con storie molto diverse ma entrambe adottate da Bergamo e che, su Internet, raccontano al mondo e a milioni di lettori la loro vita nella nostra città senza dimenticare le loro origini; il maestro Mino Favini ci rivela la sua ricetta per ripartire dopo la disfatta della Nazionale; la figuraccia del sindaco di Seriate, costretto a fare retromarcia sull’ordinanza antiprofughi che lui stesso aveva voluto; viaggio nel quartiere di Comonte, un’oasi nella città; i 25 anni della cooperativa L’Impronta; a Dalmine abbiamo visitato il quartiere di Mariano, tra pregi e difetti; l’azzanese che aveva dodici identità; nuova viabilità sulla 525 a Osio Sotto; la proposta di nuove rotte spiegata dal sindaco di Treviolo per risolvere il problema dell’inquinamento acustico dell’aeroporto; a Zanica un’area cani in ricordo della cagnolina Siria; l’incredibile storia della mozzese Cecilia, la bersagliera; i nuovi, bellissimi ed ecologici condomini in legno di Lallio; la Champions League per pallavolisti e pallavoliste sorde a Bergamo dal 23 al 25 novembre; quattro chiacchiere con Monica Carenini, la bergamasca campionessa internazionale di braccio di ferro; intervista a Gigi D’Alessio, il 24 al Creberg; il fermento culinario della Bergamasca.

Come vedete, di roba ce n’è in abbondanza. Non vi resta che comprarci (1,50 euro per 56 pagine sono poca roba, su) e leggerci. Ci contiamo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia