La storia di un talento inarrestabile

Dalle paralimpiadi al ballo in tv Il grande Oney colpisce ancora

Dalle paralimpiadi al ballo in tv Il grande Oney colpisce ancora
Personaggi 05 Maggio 2017 ore 11:47

Ha dedicato la sua vittoria a tutti i ragazzi disabili, prima che la grande emozione del momento gli spezzasse la voce. Oney Tapia ha vinto ancora. Questa volta non si tratta di una medaglia paralimpica come già ha fatto la scorsa estate a Rio, ma del programma televisivo «Ballando con le stelle».

4 foto Sfoglia la gallery

Nelle ultime settimane, infatti, il cubano residente a Sotto il Monte ormai da diversi anni è stato impegnato nella trasmissione, mettendosi alla prova con diverse coreografie. Al suo fianco, la maestra di ballo Veera Kinnunen con cui ha creato una grande affinità sulla pista da ballo.

 

 

La vita di Oney Tapia, classe 1976, subì una grande svolta quando perse la vista in seguito a un incidente. Tuttavia questo non ha mai costituito un ostacolo per il suo entusiasmo e la sua determinazione. Negli ultimi anni è diventato un eroe nel paese bergamasco che da anni lo ha adottato, non solo per i suoi grandi successi sportivi, ma anche per la sua semplicità e umanità. Già al rientro dall’esperienza paralimpica, molte associazioni sottomontesi lo hanno invitato a raccontare la sua storia partecipando anche  a numerosi progetti con le scuole dell’Isola Bergamasca con il fine di  insegnare a bambini e ragazzi attraverso la sua storia il rispetto verso la disabilità e il coraggio di credere nei propri sogni nonostante tutto. «Voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno sostenuto e mi hanno dedicato del tempo lungo questo percorso - ha commentato il campione - Non ho ballato solo io, avete ballato anche voi».