Il GP del Bahrain

Il caldo del deserto scongela Kimi

Il caldo del deserto scongela Kimi
20 Aprile 2015 ore 06:20

Il caldo del deserto scongela l’uomo di ghiaccio. Raikkonen torna sul podio dopo 25 gare di assenza: è la prima volta da quando è tornato in Ferrari. Mentre alza la coppa del secondo posto conquistato dietro Hamilton, la splendida compagna Minttu lo applaude, con il sorriso che illumina ancora di più la notte del Bahrein.

 

Lewis Hamilton, Kimi Raikkonen

 

Finale rovente. Kimi entusiasma nel finale: monta le gomme più morbide e si lancia a caccia delle Mercedes. Acciuffa Rosberg e lo costringe all’errore: i due percorrono tre curve ruota a ruota in un duello d’altri tempi, poi il ferrarista la spunta. Non contento, il finlandese si mette a braccare Hamilton. L’ultimo giro è un trhiller: Hamilton comincia a zigzagare in modo anomalo, dirà poi di aver avuto problemi ai freni. Il campione del mondo in carica taglia per primo il traguardo, firmando il terzo successo in quattro gare. Ma Raikkonen gli arriva negli scarichi. La prova definitiva che la Ferrari è tornata, colmando quasi interamente l’abisso che la divideva dalla Mercedes. Manca ancora qualcosa, che forse arriverà tra tre settimane, nel gp di Spagna. Il Cavallino porterà parecchie novità, che potrebbero proiettarlo a livello della Mercedes. E allora sì che ci sarà da divertirsi davvero: il Mondiale è appena iniziato e Hamilton è già in fuga, ma dietro ha due ombre rosse di cui farà bene a non fidarsi.

 

Lewis Hamilton, Nico Rosberg, Kimi Raikkonen

 

Vettel giù dal podio. Il grande sconfitto di giornata è Vettel: il tedesco scivola giù del podio dopo una vittoria e due terzi posti finendo quinto, dietro anche alla Williams di Bottas. Colpa sua, ammetterà sorridendo: un errore di troppo lo ha fatto finire della sabbia, rovinandogli il musetto. Sebastian incassa anche tre sorpassi da Rosberg durante il valzer dei pit stop, ma non fa drammi: la Ferrari va che è un piacere e il suo ottimismo resta intatto. Alla fine sembrava più contento lui di Raikkonen, che dopo essersi scaldato in pista è tornato immancabilmente a raffreddarsi una volta uscito dall’abitacolo. Di fronte all’ex campione Jackie Stewart, che lo intervistava con la coppola scozzese d’ordinanza, Kimi ha spiegato impassibile: “Bene il secondo posto, ma io voglio vincere”. Solo allora, forse, gli scapperà da ridere.

 

Lewis Hamilton, Nico Rosberg, Kimi Raikkonen

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia