Il campionato A1

La Foppapedretti e tutte le altre Ecco il pagellone prima dell’inizio

La Foppapedretti e tutte le altre Ecco il pagellone prima dell’inizio
01 Ottobre 2016 ore 05:30

Una squadra in meno (tredici anzichè dodici), ma ancor più equilibrio della passata stagione. Inizierà con questi presupposti il campionato 2016/2017, in cui il lotto delle pretendenti al Tricolore è piuttosto ampio: Novara sembra avere qualcosina in più, ma anche Bergamo, Modena, Casalmaggiore, Scandicci e le detentrici di Conegliano saranno pronte a battagliare per salire sul gradino più alto del podio. Ma attenzione, perchè quando l’equilibrio sembra regnare sovrano, potrebbe anche sbucare l’outsider che non ti aspetti.

 

Igor Gorgonzola Novara 8

francesca-piccinini

Assegniamo mezzo voto in più a Novara perchè, a nostro avviso, almeno sulla carta sembra avere qualche piccola risorsa in più. Gli ingaggi di Barun e Plak, che nella scorsa stagione hanno fatto le fortune di Bergamo, offriranno maggiori garanzie in attacco rispetto al precedente formato da Fabris, Caterina Bosetti, Fawcett e compagnia. Le esperte Piccinini e Sansonna garantiranno sicurezza e qualità in seconda linea, mentre Chirichella e Bonifacio al centro dovranno capitalizzare gli assist dell’olandese Djikema che ha preso il posto di Signorile.

 

Liu Jo Nordmeccanica Modena 7.5

2076805-11895504

Nel lotto delle favorite c’è anche il neonato club modenese, formatosi dopo la fusione di Modena e Piacenza. L’unione fa la forza, almeno a livello economico, tant’è che il sodalizio emiliano è sorto per vincere da subito. L’ingaggio di un esperto e navigato coach come Lorenzo Micelli, al rientro in Italia dopo le esperienze in Turchia e Polonia, e un buon roster – Ferretti in regia, Oszoy e Brakocevic braccia pesanti, Marcon e Leonardi punti fermi in fase difensiva, Belien e Heyrman al centro – ci consentono di indicare Modena come una compagine di vertice.

 

Imoco Conegliano 7.5

stock-photo-1336074
Dopo lo scudetto vinto nella passata stagione, la dirigenza veneta ha completamente rivoluzionato l’organico. Via il blocco americano (Hodge, Glass, Adams, Robinson), trattenuto solo coach Mazzanti con Ortolani, De Gennaro e Barazza, sono approdate in veneto la palleggiatrice Skorupa (già scudettata con Mazzanti due anni fa a Casalmaggiore), l’opposta Tomsia da Montichiari, la messicana Bricio in posto quattro e le centrali De Kruijf e Folie, con Malinov, Cella, Costagrande e Danesi in qualità di alternative.

 

Pomì Casalmaggiore 7.5

Toccherà a Giovanni Caprara guidare le campionesse d’Europa che, eccezion fatta per Piccinini e Kozuch – rimpiazzate con Fabris e Lucia Bosetti – hanno praticamente confermato lo schieramento di partenza della scorsa stagione con Carli Lloyd in regia, Stevanovic e Gibbemeyer al centro, Sirressi libero e Tirozzi in posto quattro.

 

Foppapedretti Bergamo 7.5

02 Katarzyna Skowronska

Quinto anno di gestione Lavarini per provare a sorprendere ancora una volta. Migliorato il reparto delle centrali con Guiggi (da Novara) e Popovic (da Vicenza), confermate Lo Bianco, Gennari e Cardullo, saranno Skowronska e Sylla a completare l’eptetto iniziale, con la schiacciatrice azzurra chiamata a consolidare i progressi visti nello scorso finale di stagione. Sarà lei il posto quattro con il braccio pesante che dovrà dar manforte all’opposta polacca e alla coppia di centrali.

 

Savino del Bene Scandicci 7.5

enrica-merlo

Dopo un primo anno in cui la compagine toscana ha provato a stupire, ora non si nasconde più. La sontuosa campagna acquisti estiva – che ha portato in Toscana atlete del calibro Arrighetti, ma soprattutto di Havlickova e Meijners – unite alle conferme di Merlo e Loda, ci permette di inserire Scandicci nel plotoncino delle favorite.

 

Unet Yamamay Busto Arsizio 7

Dopo la deludente stagione scorsa, l’UYBA riparte ancora dall’ex tecnico azzurro Marco Mencarelli, che quest’anno potrà contare sulle prestazioni di Diouf. La compagine bustocca non si presenta al via come un top team, ma come un outsider di lusso. Oltre alla potente opposta azzurra, Mencarelli potrà contare sulla regia di Signorile, le centrali Stufi e Pisani, con la dominicana Martinez e la statunitense Simpson in posto quattro.

 

Saugella Monza 6.5

lps_7350

Alla neopromossa in A1 viene chiesto soltanto di riuscire ad ottenere la salvezza il prima possibile. L’obiettivo è ampiamente alla portata della formazione allenata dal confermato trainer Delmati che potrà contare ancora sull’esperta Dall’Igna in palleggio e su Devetag al centro. Per il resto gli innesti della giovane opposta Nicoletti, di Eckerman e Begic schiacciatrici, di Aelbrecht centrale e di Arcangeli libero dovrebbero garantire a Delmati un tranquillo raggiungimento dell’obiettivo prefissato.

 

Promoball Montichiari 6.5

volley-montichiari-arriva-sanja-malagurski-578b1f72c0e343

La salvezza è un obiettivo alla portata della formazione allenata da Barbieri, che già l’anno scorso riuscì nell’impresa di accedere alla final-four di Coppa Italia eliminando Conegliano ai quarti di finale. Toccherà a Malagurski raccogliere l’eredità di Tomsia in posto due, per il resto conferme per Dalia e Gioli e arrivi delle schiacciatrici Nikolic e Busa, della centrale Efimienko e del libero Ruzzini.

 

Club Italia 6

alessia-orro-italia-volley-800x533-800x533

Una formazione tutta da scoprire. Dopo i brillanti risultati ottenuti nello scorso campionato, la squadra federale riparte da Lucchi in panchina e le sole Orro e Egonu in campo. Per il resto ulteriore ringiovanimento dell’organico con Piani opposta, Botezat e Lubian al centro e De Bortoli libero. Ciò che questa formazione potrà fare, scopriremo strada facendo. L’unica differenza rispetto a dodici mesi fa sta nel fatto che anche  il Club Italia dovrà conquistare sul campo la permanenza in categoria.

 

Bisonte Firenze 6

laura-melandri

La compagine toscana, retrocessa in A2 qualche mese fa e poi ripescata in A1, riparte con Marco Bracci in panchina e una squadra ritoccata. In cabina di regia ci sarà Marta Bechis, l’opposta sarà Indre Sorokaite, al centro l’esperta Calloni con l’ex foppina Melandri, in banda la rientrante Rosso con Enright, mentre il libero sarà ancora Beatrice Parrocchiale, fresca di partecipazione con la maglia azzurra alle qualificazioni europee.

 

Bolzano 5.5

foppa-zambelli

Il club altoatesino si ripresenta ai nastri di partenza della massima serie dopo aver acquisito in estate il titolo sportivo della “vecchia” Modena. In panchina c’è l’ex Urbino e Chieri Salvagni che dovrebbe puntare, per cercare di strappare la salvezza, sulla diagonale Pincerato-Popovic, sulle bande Bartsch e Grothues, sulle centrali Bauer e Zambelli e sul libero Bruno. Sulla carta ha qualche individualità in grado di poter lasciare il segno ma, francamente, Bolzano pare essere la formazione più debole del palcoscenico di A1.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia