Il Bloomberg Billionaires Index

La classifica dei più ricchi al mondo Il primo possiede più di 100 miliardi

La classifica dei più ricchi al mondo Il primo possiede più di 100 miliardi
29 Dicembre 2017 ore 03:00

Jeff Bezos, il fondatore di Amazon, chiuderà questo 2017 con un record che lo consegnerà alla storia: è il primo uomo a possedere una fortuna superiore ai 100 miliardi di dollari. È un’asticella che ha superato grazie ai 34 miliardi accumulati in 12 mesi in aumento della capitalizzazione della sua società. Non è il solo ricco a cui questo 2017 abbia sorriso. Secondo l’annuale Bloomberg Billionaires Index reso noto ieri, i 500 maggiori patrimoni personali del mondo hanno visto una crescita straordinaria di quasi mille miliardi complessivi: i 4400 miliardi al 31 dicembre 2016 sono diventati 5300, valutati ieri (esattamente 5282). Se l’intera ricchezza globale prodotta nel mondo nel 2017 è salita, secondo le stime del Fondo Monetario, del 3,6 per cento, i 500 paperoni del pianeta hanno visto il loro portafogli gonfiarsi del 23 per cento. Un exploit senza precedenti. Ai limiti del vertiginoso.

 

Embed from Getty Images

 

Bezos batte Gates. Bezos aveva scalzato dal podio Bill Gates lo scorso autunno. Sembrava una prima posizione aleatoria destinata a essere risorpassata dal più solido business del fondatore di Microsoft, ma così non è stato. Gates chiude l’anno con un più 8,9 miliardi, gran parte dei quali devoluti alla Bill & Melinda Gates Foundation, fondazione filantropica impegnata in particolare in progetti in Africa.

Le nazioni più ricche. Nella classifica per nazioni, gli Stati Uniti fanno ancora la parte del leone con 159 supermiliardari. Alle loro spalle sta crescendo impetuosamente la Cina, quest’anno presente con 38 ipericchi e quindi seconda nella gerarchia delle nazioni. Ma quei 38 hanno visto incrementare i loro patrimoni addirittura del 65 per cento, mentre i paperoni americani hanno dovuto accontentarsi di un più 18 per cento.  Salgono anche i tycoon russi, arrivati a quota 27, con un patrimonio aggregato di quasi 300 miliardi di dollari.

 

 

E in Europa? Se quasi tutti i miliardari vengono da business legati a internet e all’informatica, l’Europa fa eccezione. Al quinto posto infatti si piazza Amancio Ortega, spagnolo, titolare di un patrimonio di 75 miliardi di dollari, cresciuto quest’anno “solo” del 5 per cento. Ortega è il proprietario del più famoso marchio retail di vestiti a basso costo: Zara. La sua fortuna è legata al successo dei suoi 7mila negozi sparsi nel mondo, in cui le collezioni cambiano ogni settimana per sedurre le persone e indurle a rinfrescarsi il look a poco costo. Ci sono anche otto italiani in classifica, con Giovanni Ferrero in 33esima posizione con un patrimonio di 24 miliardi di dollari. Seguono Del Vecchio e Paolo Rocca di Techint, rispettivamente con 22,7 e 9,2 miliardi di patrimonio: ancora imprenditori di industria in senso tradizionale (Del Vecchio, leader mondiale degli occhiali con Luxottica, ha messo a segno una crescita del 27 per cento nel 2017). In classifica c’è anche Silvio Berlusconi, al 177esimo posto con un patrimonio di 8,5 miliardi di dollari.

 

Embed from Getty Images

 

Cosa potrebbero comprare? Per dare un’idea di queste ricchezze Bloomberg si “diverte” a spiegare per ogni personaggio cosa potrebbe comperare con i mezzi a sua disposizione: Bezos ad esempio potrebbe in un colpo acquisire il 6 per cento di tutte le case in vendita negli Stati Uniti, mentre il suo reddito è 1,6 milioni di volte superiore a quello medio degli Usa. Se il suo patrimonio entrasse nella classifica dei Pil per paese sarebbe al 62esimo posto (supera di poco il Pil di tuta la Slovacchia, 63esima). Il che vuol dire che ci sono ben 133 paesi complessivamente meno ricchi di lui.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia