Nel 2014 più 6,1% rispetto al 2013

Le auto più vendute in Europa

Le auto più vendute in Europa
25 Ottobre 2014 ore 18:20

L’Acea, l’associazione delle case automobilistiche europee, ha diffuso i dati relativi al mercato delle auto del settembre 2014 e c’è più di un motivo per sorridere. Infatti il numero di immatricolazioni di auto nuove ha segnato un + 6,4% rispetto al settembre 2013, per un totale di circa 1 milione e 400 mila auto, che portano il numero complessivo, da inizio anno, a quota 9 milioni e 580 mila. Il che significa un 6,1% in più rispetto ai primi nove mesi dell’anno passato. Questo segno “+”, che fa giustamente sorridere i produttori, non è una novità: settembre è il tredicesimo mese consecutivo in cui si registra una crescita delle percentuali rispetto al passato. Una boccata di aria fresca dopo gli addirittura 6 anni (dal 2008 al 2013) di discesa vertiginosa.

I numeri europei. A trainare la risalita, come sempre in questi casi, sono stati i mercati più grandi, che nel caso di specie sono rappresentati dal mercato tedesco, inglese e francese. In Germania, a settembre, la crescita è stata del 5,2%, in Regno Unito del 5,6% e in Francia del 6,3%. Gli unici mercati europei che hanno chiuso al ribasso sono stati l’Austria, la Danimarca e l’Olanda. Tra i Paesi che presentano il trend positivo più sostanzioso c’è certamente la Spagna, con un + 26,2% a settembre e un + 17,2% contando i primi nove mesi del 2014. Il merito è da rinvenire, in parte, negli incentivi statali alla rottamazione promossi dal governo. Insieme alla Spagna, il mercato dell’auto è in fortissima ripresa anche in Grecia, Portogallo (entrambi oltre il 30% in più rispetto a dodici mesi fa) e Irlanda (+20%). Dati i problemi economici di cui sono stati vittima questi Stati (e in parte continuano ad esserlo), sembrano incredibili i dati di crescita, ma in realtà è abbastanza normale: la situazione economica, ora, s’è comunque stabilizzata rispetto al passato e la popolazione sta ritrovando un po’ di coraggio e fiducia negli investimenti. D’altro canto i Paesi che vivono una fase di stagnazione economica vedono anche un mercato dell’auto in una ripresa più lenta. È il caso dell’Italia, dove la percentuale di crescita si ferma al 3,3% a settembre, 3,6% da inizio anno.

Volkswager uber alles. Tra le singole case costruttrici, chi gioisce di più è certamente la Volkswagen (che al suo interno racchiude i marchi Audi, Skoda, Seat, Porsche, Bentley, Bugatti e Lamborghini): ha chiuso settembre con 290 mila e 524 nuove immatricolazioni (il 6,7% in più del settembre 2013) e ha raggiunto quota 2,4 milioni di auto vendute nel 2014, circa la metà a marchio VW. Dietro, e non di poco, tutte le altre, a partire dal gruppo PSA, cioè Peugeot e Citroen, con 127 mila e 366 immatricolazioni a settembre 2014 (+9,8%) e a quota un milione di auto vendute nei primi nove mesi dell’anno (+4,8%). Il gruppo Renault-Dacia continua a crescere, soprattutto grazie alla Dacia che ha incrementato del 20% le proprie vendite nell’anno: nei nove mesi sono 921 mila le auto vendute, con un incremento del 15,9%. Seguono Ford, General Motors e BMW. Solo settimo il marchio FCA, ovvero Fiat: 576 mila auto vendute nel 2014, il 4,4% in più rispetto al 2013. Nella famiglia dell’ex Lingotto, in forte aumento è la Jeep (3 mila 414 unità immatricolate, addirittura +62%); bene anche la Lancia, che è cresciuta del 13,6%; in negativo invece l’Alfa Romeo, con il 13,6% in meno.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia