Corsa estrema e anche boxe

Melissa percorre 125 km in 17 ore E tra 10 giorni è sul ring a Madone

Melissa percorre 125 km in 17 ore E tra 10 giorni è sul ring a Madone
Personaggi 08 Maggio 2018 ore 10:30

Un fisico minuto, una potenza devastante e una volontà di ferro. Non sono di poco conto le caratteristiche che fanno di Melissa Paganelli, la 25enne atleta brembatese, una sportiva eccezionale. Sabato 28 aprile ha trionfato in una gara ultratrail, la «Abbots Way», che si sviluppa sulle montagne per 125 chilometri da Bobbio a Pontremoli. Una corsa massacrante, in montagna con un dislivello totale di 5.500 metri che ha registrato il ritiro di circa 50 dei 300 partecipanti. Melissa è arrivata prima tra le donne e settima nella classifica generale coprendo la distanza in 17 ore. «Sono partita al mattino e sono arrivata al traguardo verso mezzanotte», ha raccontato. L’atleta del gruppo di Castel Rozzone e del team Scott, non ha lasciato spazio agli avversari e ha spiegato la sua personale ricetta per ottenere delle prestazioni eccezionali. «L’allenamento fisico è certamente molto importante – ha osservato – Ma quello che conta di più nelle gare così lunghe è la “testa”. Le difficoltà, infatti, ci sono sempre e la voglia di mollare a volte è tanta. Non bisogna mai guardare cosa fanno gli altri concorrenti perché altrimenti si rischia di non andare del proprio passo e “saltare” pagandola in seguito».

4 foto Sfoglia la gallery

Il valore sportivo di Melissa va però al di là del pur grandioso risultato sportivo. La 25enne, infatti, ha iniziato a correre per allenarsi per un altro sport molto diverso, il pugilato, finendo poi con l’appassionarsi. Non ha però dimenticato il suo primo amore sportivo e proprio nei prossimi giorni, invece di lanciarsi di corsa in montagna, salirà sul ring. «L’incontro è in programma il 20 maggio a Madone – ha spiegato – Combatterò nella categoria tra i 48 e i 51 chilogrammi, sempre che trovi un’avversaria».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli