Canale 216 del digitale terrestre

Seilatv, l’altra tv di Bergamo

Seilatv, l’altra tv di Bergamo
02 Ottobre 2015 ore 08:00

Riparte oggi 1 ottobre la messa in onda di uno dei programmi di punta di Seilatv, canale televisivo bergamasco che potete trovare al numero 216 del digitale terreste (in Lombardia). Si tratta di “Ciao Gente”, un contenitore pomeridiano di qualità, un talk show ricco di ospiti che spazia dall’attualità all’intrattenimento. Il programma, condotto e curato da Riccardo Catani, mira a trattare una vasta gamma di argomenti, anche grazie ai quotidiani incontri con personaggi legati ad ambiti di competenza diversi. Il conduttore Catani svilupperà interessanti dialoghi con politici vari, oppure amministratori locali, ma spazierà anche verso lidi assai distanti per tipologia: saranno infatti ospiti in studio artisti e creativi, oppure professionisti di svariati settori. L’appuntamento è ogni giorno dal lunedì al venerdì alle 17.30.

 

[Guarda qui la diretta di Seilatv]

 

Le rubriche, tra novità e conferme. Come nella miglior tradizione dei contenitori pomeridiani, “Ciao Gente” sarà articolato in svariate rubriche tematiche. Queste vedranno arricchire le loro file con alcune novità: uno spazio informativo dedicato alla consultazione dei principali siti web locali e uno incentrato sul cinema. Ci sarà poi modo di divertirsi con la nuova rubrica sull’arte della prestidigitazione: ogni giovedì sarà ospite un giovane artista che proporrà giochi di prestigio e trucchi vari. Resteranno poi attive le rubriche che hanno caratterizzato le edizioni passate: riconfermate quelle di Federconsumatori, dell’orto botanico, di gastronomia e pasticceria, quella odontoiatrica con il dottor Maurizio Maggioni e quella legale a cura dall’avvocato Omar Hegazi. Il meteo anche quest’anno sarà gestito dagli studenti dell’istituto Aeronautico Locatelli di Bergamo; ospite della prima puntata il celebre meteorologo Col. Mario Giuliacci.

 

 

Come è nata Seilatv. Paolo Cernuschi è direttore della società Seilatv: «Lavoro da anni nel settore televisivo, ho acquisito una certa esperienza su come far crescere una rete. A Bergamo è sempre esistita una sola voce a livello televisivo, Bergamotv, con la quale per altro ho anche collaborato. Nel tardo 2013 è nata però l’idea di dare alla città una seconda voce; abbiamo messo le nostre professionalità a favore di una realtà nuova, un tv libera e ricca di contenuti, che mantenesse un rapporto di rispetto verso lo spettatore. Per questo abbiamo deciso di dar vita a trasmissioni che affrontassero la realtà a 360 gradi, dando inoltre voce a tutti. La messa in onda ha preso avvio nell’ottobre 2014 con programmi curati, snelli ed immediati, con conduttori capaci; ciò che ricerchiamo è la qualità, vogliamo creare un prodotto che abbia la sua credibilità. Le persone si accorgono se una rete manda programmi di cartomanti o roba simile e di conseguenza smettono di seguirla: noi puntiamo proprio a creare un pubblico affezionato che ci segua perché riconosce in noi un’offerta di qualità».

4 foto Sfoglia la gallery

Reggersi sulle proprie gambe. Seilatv non si fa finanziare da un editore; si mantiene grazie ai ricavi ottenuti dalle pubblicità e dagli inserzionisti, che apprezzano la credibilità del prodotto. Certo, continua Cernuschi: «in questo modo il lavoro è più difficile ed impegnativo, ci vuole più tempo per crescere. Ma noi contiamo sulla nostra determinazione, passione ed entusiasmo. Ad un anno dall’inizio abbiamo avuto consensi da parte della gente, che apprezza e ci gratifica. Gli ascolti, vista l’assenza di supporti esterni (come l’Eco, ndr), ci soddisfa; abbiamo raggiunto risultati apprezzabili in termini numerici, uniti alla qualità e alle modalità di lavoro».

Varietà di programmi. Seilatv offre un palinsesto variegato, che si articola intorno a 24 produzioni proprie, registrate nei due studi di Treviolo. Gli argomenti trattati spaziano dalla cultura alle dirette (come appunto “Ciao Gente”), dallo sport (Patrizio Romano conduce il programma atalantino “SeiLaDea”), al volontariato. E poi ancora: approfondimenti sul Vangelo (“Il ballo della vita” con mons. Giulio Dellavite, segretario della Curia di Bergamo), musica, startup, l’approfondimento politico del giovedì sera.  Insomma, pare proprio che l’intenzione di affrontare la realtà in modo completo sia stata messa in pratica. Buona visione!

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia