Grazie alle mappe catastali

Treviolo, il mondo in un click L’idea geniale made in Globo srl

Treviolo, il mondo in un click L’idea geniale made in Globo srl
Personaggi 24 Aprile 2018 ore 10:15
In copertina, da sinistra: Giovanni Bonati, Omar Fiordalisio del movimento lotta fame nel mondo e Marco Deligios, presidente di Globo.

 

«La passione per la gestione della pubblica amministrazione e del territorio mi portano spesso a uscire dai confini italiani per capire cosa accade nel resto del mondo: viaggiare per entrare in contatto con altre realtà aziendali, amministrative e sociali è per me una missione fondamentale». È con questo spirito che Giovanni Bonati, 43 anni, insieme al socio Marco Deligios, traina con successo la Globo srl, l’azienda di cui è amministratore delegato.

Il GeoPortale della Provincia. Proprio nelle scorse settimane la società di Treviolo ha celebrato i suoi vent’anni di attività. E il regalo più autorevole è giunto dalla Provincia di Bergamo che l’ha scelta ancora una volta come partner per potenziare i suoi progetti informatici. Via Tasso ha infatti inaugurato il GeoPortale, un progetto no-profit in collaborazione con la Globo, che permette la consultazione geografica delle banche dati catastali (censuario e mappe) di tutti i Comuni della Provincia. Basta registrarsi qui.

 

Clicca sulla mappa per accedere al GeoPortale

 

«L’idea, concepita nel 2013 come prima sperimentazione territoriale, da pochi giorni è stata ulteriormente valorizzata e presentata nel corso di un importante evento che ha visto la partecipazione di oltre centocinquanta professionisti, dipendenti pubblici e studenti degli istituti tecnici – spiega Bonati –. In un momento in cui le Province sono state un po’ maltrattate da una riforma che voleva abolirle, questo progetto è invece la prova di come via Tasso in tema di innovazione tecnologica possa giocare un ruolo strategico verso i Comuni. Grazie all’utilizzo di potentissime e moderne tecnologie, sono disponibili servizi innovativi che posizionano la Provincia di Bergamo come ente di eccellenza per l’e rogazione di servizi per il territorio. Attraverso il GeoPortale catastale, la Provincia promuove un approccio aperto al tema degli open data e alla cittadinanza digitale, raccogliendo la sfida di digitalizzazione della pubblica amministrazione che arriva dall’Unione Europea».

La rilevanza del progetto ha indotto la Provincia a organizzare una serie di seminari formativi su tutto il territorio per incontrare il massimo numero di Comuni: sono già in programma nelle prossime settimane eventi in Val Brembana, Val Seriana, laghi bergamaschi, Bassa Bergamasca. Il progetto è stato possibile grazie a un accordo sottoscritto tra la Provincia di Bergamo e il Ministero delle Finanze e alla collaborazione con la società Globo. L’azienda di Treviolo che segue circa mille pubbliche amministrazioni italiane (Regione, Provincie ed enti locali) è specializzata proprio nelle digitalizzazione dei procedimenti della pubblica amministrazione e nella realizzazione di sistemi informativi geografici. A lei si affidano sia piccoli paesi che grandi città, tra le quali Roma. La Globo srl, insomma, è un’azienda fortemente radicata in Bergamasca, ma con una presenza operativa in tutta Italia e una propensione a cercare nuove suggestioni anche fuori dai contesti nazionali.

 

 

Viaggi e lavoro di squadra. Da anni, infatti, i due soci Bonati e Deligios compiono una serie di viaggi esplorativi in Africa per entrare in contatto con altre realtà locali: «Viaggiare ci permette da un lato di conoscere come alcuni problemi sono affrontati in altre parti del mondo e dall’altro di capire se le nostre soluzioni possano essere eventualmente applicate anche in quei posti – racconta Bonati –. Tra i paesi visitati nell’ultimo anno ci sono l’Etiopia e il Rwanda. In quest’ultimo paese in particolare siamo entrati in contatto con associazioni italiane che stanno contribuendo allo sviluppo del paese, che nel 1994 ha vissuto un genocidio con quasi un milione di morti. Tra le associazioni più attive abbiamo incontrato il Movimento per la lotta della fame nel mondo che con il bergamasco Omar Fiordalisio sta costruendo una serie di importantissimi acquedotti nei villaggi periferici. Questa è la dimostrazione di quanto i bergamaschi siano bravi a fare squadra e a risolvere i problemi in modo concreto. Ora stiamo prendendo contatto con associazioni e istituzioni del Togo e Benin per un nuovo viaggio e una nuova avventura prima di fine anno».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli