Vibrazioni brasiliane

Viviam e il suo sogno a colori: moda tropical con un cuore orobico

Viviam e il suo sogno a colori: moda tropical con un cuore orobico
Personaggi 31 Maggio 2018 ore 05:30

Il fashion system lo ha già definito tropical vintage, ma più semplicemente potrebbe essere la novità dell’estate. In queste settimane a Milano, a pochi passi da corso Buenos Aires, ha destato interesse e curiosità  un pop up shop (un negozio temporaneo) dai colori carioca e dal cuore bergamasco. È stata una tappa importante del piccolo grande sogno, divenuto realtà, di Viviam Negri de Almeida, 28 anni, che da alcuni anni vive a Bergamo con il marito Carlo.

Quel certo non so che. Viviam ha la fermezza di chi ha varcato l’oceano senza troppi timori, forte dell’umanità senza confini di mamma Monica, papà Antonio e del legame con il fratello Eitor e tanti giovani amici. E in queste settimane Viviam ha realizzato il sogno di una vita: aprire a Milano uno spazio dedicato alle sue creazioni, un temporary shop che potrebbe davvero rappresentare un cameo di grande tendenza. Una Woodstock della moda, un plus inaspettato e per questo coinvolgente, o, per dirla alla brasiliana un borogodò.

4 foto Sfoglia la gallery

«È – spiega Viviam – la parola brasiliana usata per descrivere una caratteristica, in qualcosa o qualcuno, che ruba l’attenzione. È il nostro modo per dire “quel certo non so che” ed è quello che cerco nelle mie creazioni targate Maré Brazil. Il Brasile è molto più che bikini, calcio e carnevale. È gastronomia, musica, fauna e flora. È una cultura ricca e affascinante, nata dal mix tra i diversi popoli che lì si sono incontrati nei secoli e ricreata con la nostra personalità. Maré Brazil nasce della manifestazione di tutte queste culture. Nasce dal maxixe e dal candomblé, dai mercatini di strada e del samba. Maré è nata per incarnare la grande saudade che ho del Brasile e per donare alle donne europee un po’ del borogodó della mia terra”.

Questo è il Brasile. Viviam ha maturato negli anni un concept di grande personalità, con la naturalezza dei disegni e dei colori cui si ispira. «È iniziato tutto da un po’ di curiosità e molta ricerca. Quando mi sono trasferita a Londra nel 2014 ho iniziato a socializzare praticamente con tutti: ero in una città multiculturale e avevo fame di tutti quegli stimoli. Avevo già viaggiato nel corso degli anni, ma ancora non avevo avuto la possibilità di vivere fuori dal Brasile: volevo quindi scoprire tutto ciò che potevo riguardo alle altre culture. Quando poi mi sono trasferita in Italia, nel 2015, qualcosa ha iniziato a crescere in me. E questa cosa è l’orgoglio per le mie origini.

 

Viviam Negri con il marito Carlo

 

Da nativa di un Paese colonizzato ci sono molte cose che ti fanno pensare che l’Europa sia più interessante, più ricca, migliore. Ma solo dopo aver vissuto qui per un paio d’anni inizi a capire che non c’è migliore o peggiore. Ci sono la storia e i percorsi che le culture hanno avuto nel suo corso. Il Brasile è stato una colonia, ma non è solo quello. Ha ospitato i rifugiati europei dalla prima e seconda guerra mondiale. È stata la destinazione di oltre un milione di schiavi africani. Ora è sede di rifugiati siriani e haitiani. Ha le più grandi comunità libanesi, coreane e giapponesi al di fuori dei loro paesi d’origine. Pensa a tutte queste culture che si incontrano e si scontrano in una Nazione. E poi queste stesse culture si uniscono, si integrano, prendono ognuna prende ispirazione dalle altre ed insieme evolvono in un modo unico, con un’interpretazione speciale, arricchita da altre esperienze, altre prospettive. Questo è il Brasile».

4 foto Sfoglia la gallery

Le collezioni. Viviam ha lanciato la prima collezione di Maré a marzo 2017. È stata completamente sviluppata in Brasile, con un lavoro etico al 100 per cento e stampe esclusive che sono davvero quelle che indosserebbero i brasiliani. «Mi è venuto naturale: sono brasiliana, ho vissuto lì per 24 anni e, di questi, 7 li ho passati lavorando nella moda. Sapevo cosa stavo facendo. Il mio obiettivo è quello di presentare la vera moda brasiliana all’Europa». Maré è diventata la sfida di famiglia, con Carlo. Sono arrivate le prime vendite online, ma anche tanti mercatini indipendenti in giro per l’Italia, quasi a scambiare colori e umane sensazioni con la propria clientela. «La nuova collezione Maré SS18 – aggiunge Viviam – è più matura, con forme più sinuose e una personalità meglio definita. Ci sono abiti, gonne, canotte, camicie e pantaloni con tessuti e fantasie mai visti in Europa. Ho studiato tutto in ogni dettaglio, realizzando i capi artigianalmente con il cuore, per iniziare una nuova fase del percorso del marchio». Una bella storia giovane, con un certo…borogodò.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli