Persone
Domani ancora in campo a Wimbledon

21 ragioni per amare Dustin Brown Il rasta che ha fatto fuori Nadal

21 ragioni per amare Dustin Brown Il rasta che ha fatto fuori Nadal
Persone 03 Luglio 2015 ore 15:27

Domani, sabato 4 luglio, a Wimbledon tocca ancora a lui: Dustin Brown. Ha eliminato Rafa Nadal in quattro set, dato spettacolo e fatto sognare con quei lunghi rasta e quel tennis d'altri tempi. Al prossimo turno affronta Viktor Troicki, n. 33 del mondo, serbo e di sicuro meno reggae di lui. Ecco 21 buone ragioni per tifare il giamaicano di Germania.

 

https://youtu.be/QY42TpedlQU

 

1 - Ha 30 anni, è alto 1,98 e ha lunghi dreadlocks neri e i lacci colorati nelle scarpe.

2 - È tedesco, ma ha origini giamaicane. È nato nella città tedesca di Gelle, padre giamaicano e madre tedesca, Brown si trasferisce in Giamaica nel 1996, poco dei 12 anni.

3 - Non aveva mai giocato sul centrale di Wimbledon. Prima del match gli hanno chiesto se voleva dare un’occhiata ma ha detto di no: aveva paura di restare traumatizzato.

4 - Prima del torneo era il numero 102 del mondo. La sua migliore finora è stata 43esimo nel maggio 2012.

 

 

5 - «Il suo gioco è stato semplicemente spettacolare», ha detto di lui John McEnroe, la leggenda del tennis, dopo che Brown ha battuto Rafa Nadal. E poi ha aggiunto: «500 giocatori professionisti che si saranno ispirati a continuare a provare per almeno un paio d'anni a causa di ciò che hanno appena visto qui oggi».

6 - Ha un tatuaggio sul petto, un ritratto simile a quello di Bob Marley: «È mio padre Leroy. Non lo vedo spesso, così è sempre con me».

7 - I primi tre anni di professionismo, dal 2004 al 2007, ha girato per i campi d’Europa e del mondo con un camper che gli avevano regalato i genitori.

8 - Non ha un allenatore. «Io so giocare solo seguendo l’istinto. Posso fare colpi spettacolari o errori micidiali», ha detto Brown.

9 - Ha rappresentato la Giamaica fino al 2010, anche in Coppa Davis, poi ha preso la nazionalità tedesca.

10 - Il camper gli ha permesso di risparmiare molti soldi. «Questo mi ha salvato la carriera», ha detto. E anche: «Sono arrivato a mangiare pasta per un mese di seguito, pur di risparmiare».

11 - Non ha mai vinto un torneo. Perché non cominciare da Wimbledon?

 

 

12 - Nel 2010 si presenta a Wimbledon per la prima volta. Ha giocato anche l'Open Australia, gli Us Open e il Roland Garros, ma non ha mai superato il terzo turno nei tornei del Grande Slam.

13 - Prima di quest’anno, aveva già battuto Nadal sull’erba. Lo scorso anno al torneo di Halle. «Ho la fortuna di aver giocato contro di lui due volte sull’erba, che è la mia superficie preferita».

14 - È partito dalle qualificazioni perché non aveva classifica per entrare nel tabellone.

15 - Non si taglia i capelli da 19 anni.

16 - @DreddyTennis è il suo nickname su Twitter.

 

 

17 - La targa del suo camper è: CEDI100, dove le lettere Ce servono a ricordare la cittadina tedesca di Celle dove Brown è cresciuto mentre la D e la I sono le iniziali di Dustin ed Inge, la mamma.

18 - È cresciuto nel mito di Marat Safin, talentuoso tennista russo.

19 - Ai tornei, per riuscire a mantenersi, aveva anche un altro mestiere: incordava racchette.

20 - Ha un piercing sulla lingua.

21 - Ha fatto 13.900 tweet (citando molto spesso la sua playlist). Ha 63.200 follower. Compresi noi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter