Persone
Uomini e donne che lanciano sfide

Galleria di intellettuali scomodi (dopo la strage di Charlie Hebdo)

Galleria di intellettuali scomodi (dopo la strage di Charlie Hebdo)
Persone 13 Gennaio 2015 ore 18:06

La strage nella redazione di Charlie Hebdo di mercoledì 7 gennaio 2015 ha sconvolto il mondo intero e ha soprattutto riacceso i riflettori sulla questione delle personalità “scomode”. Intellettuali, registi, pensatori, scrittori, comici o, per l’appunto, vignettisti senza peli sulla lingua, estremi difensori delle proprie idee e delle proprie opinioni. Liberi pensatori in libero mondo, direbbe qualcuno. Peccato che, in realtà, non tutto il mondo sia libero. La libertà d’espressione esiste, ma non dappertutto e non è un baluardo sempre facile da proteggere.

Essere “scomodi”, nel senso buono del termine, non significa dire cose per forza giuste, ma significa aver la forza e la libertà di poter sostenere tesi che non siano omologate, eterogenee al pensiero dominante nello Stato o nell’epoca in cui si vive. La massima di Voltaire, «Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo», rappresenta alla perfezione lo spirito con cui in ogni parte del mondo dovrebbero essere accolti anche i pensieri più in controcorrente e fuori dagli schemi. Ma sappiamo bene che non è sempre così. Sono molte, troppe oseremmo dire, le persone che hanno pagato, anche con la vita, per aver semplicemente espresso una propria opinione.

Davanti alla tragedia di Parigi, come ha dimostrato la storica marcia per le vie della capitale francese di domenica 11 gennaio, si è risvegliato in tutto l’Occidente uno spirito che da tempo pareva sopito: quello che rappresenta la voglia di lottare per i diritti che abbiamo ottenuto in millenni di storia, a partire dalla libertà d’espressione. Per questo è positivo ricordare in questi giorni tanti altri liberi pensatori e intellettuali che con le loro opinioni sfidano ogni giorno quelli che, attraverso il potere o la violenza, attentano alla loro libertà. Wired ne ha menzionati 50 e noi, invece, abbiamo deciso di proporvi 20 intellettuali che non hanno paura della forza delle loro idee.

20 foto Sfoglia la gallery