Persone
Riepilogo olimpico (mentre dormivamo)

Le medaglie della notte a Rio L'Italvolley cede l'oro al Brasile

Le medaglie della notte a Rio L'Italvolley cede l'oro al Brasile
Persone 21 Agosto 2016 ore 11:40

E' notte alta e siamo svegli. Per raccontarvi l'Olimpiade e il suo fascino immortale. Mentre l'Italia s'è desta (perché la sveglia suona), a Rio si chiude un'altra giornata di gare&medaglie. Ecco tutte (ma proprio tutte) quelle che non avevate visto perché stavate dormendo. Certo oggi pomeriggio eravamo tutti davanti alla tv (ore 18) per vedere l'Italvolley in finale battersi contro il Brasile. Una gara che poteva valere l'oro, mai visto dagli azzurri della pallavolo. Hanno vinto i verdeoro per 3-0, ma i pallavolisti azzurri si sono battuti fino all'ultimo con onore. Tre sono stati gli azzurri impegnati anche nell'ultima gara di queste Olimpiadi, la maratona: Stefano La Rosa, Daniele Meucci e Ruggerto Pertile. Anche le ragazze della ginnastica ritmica, le farfalle azzurre sono volate in alto.

 

Ore 1.20

NEYMAR ORO, LACRIME E NIENTE PIU' FASCIA
CALCIO MASCHILE

Finale incredibile per il Brasile di Neymar. Dopo l'1-1 nei novanta minuti contro la Germania, sono i calci di rigore a premiare con l'oro il popolo carioca. Una finale intensa, bella, drammatica. I tedeschi colpiscono tre traverse: non bastano. Si vai ai calci di rigore. Petersen sbaglia il quinto rigore. L'ultimo lo batte Neymar, che non sbaglia. Finale 6-5 per il Brasile, che conquista così il primo oro olimpico della storia. «E' uno dei momenti più belli della mia vita. Non farò mai più il capitano del Brasile», ha detto il campione verdeoro. Terzo posto alla Nigeria, che ha battuto l'Honduras 3-2.

 

Ore 1.30

LE AZZURRE CI PROVANO, ORO ALLA SPAGNA
ATLETICA SALTO IN ALTO FEMMINILE

Gara basata sugli errori. Non è andata troppo bene alla nostra giovane Desiree Rossit, che ha dovuto lasciare sull'1.88. Meglio, invece, ha fatto l'altra atleta azzurra, Alessia Trost, che però si arresa all'1.93. «È stata una progressione tosta, parecchio dura. Mi sono presentata qui con 1,94, non si fanno i miracoli, ho provato a fare 1,97, ce l’ho messa tutta, sono contenta anche così» ha detto l’azzurra Alessia Trost dopo aver chiuso la sua gara olimpica. Ruth Beitia ha vinto la medaglia d’oro. La spagnola, con 1,97 metri, ha superato la bulgara Mirela Demireva (argento) e la croata Blanka Vlasic (bronzo), entrambe con la stessa misura della iberica.

 

Ore 2.30

IL BRITANNICO MO FARAH E' NELLA LEGGENDA
ATLETICA 5000M MASCHILE

Il britannico Mo Farah vince anche nei 5000 e conquista l'oro al termine di un finale durissimo. Il britannico per la seconda Olimpiade in fila vince i 5000 dopo i 10000: nel passato solo il finlandese Viren aveva fatto tanto. Il britannico ha vinto con il tempo di 27:05.17 davanti al keniota Paul Kipngetich Tanui (27:05.64), che ha provato allo sprint finale. Terzo l'etiope Tamirat Tola (27:06.26).

 

Ore 3.00

BUON SESTO POSTO DELLE ITALIANE, ORO GLI USA
ATLETICA STAFFETTA 4X400M FEMMINILE

Se non altro si è visto un po' di azzurro. Merito delle ragazze della 4x400. Per Benedicta Chigbolu, Maria Elena Spacca, Ayomide Folorunso e Libania Grenot è arrivato un 3'25"16, che ha tolto 55 centesimi al vecchio limite stabilito sei anni fa agli Europei di Barcellona. Seste in finale con il tempo di 3:25.16. Primo posto agli Usa (3:21.42), argento alla Giamaica (3:22.38) e bronzo all'Ucraina che ha chiuso in 3:24.54).

 

Ore 3.15

LA CINA BATTE LA SERBIA IN QUATTRO SET
PALLAVOLO TORNEO FEMMINILE

Alla fine vince la Cina. Le ragazze allenate da Jenny Lang Ping, la migliore giocatrice del XX secolo, hanno battuto la Serbia in quattro set. Partita combattuta, molto spettacolare. Le serbe hanno pagato i troppi black-out, anche se in più occasioni hanno dimostrato non comune. Bronzo invece alle statunitensi, che hanno battuto i Paesi Bassi.

 

Ore 3.35

ANCORA USA SUL PODIO, SOLO ARGENTO PER LA GIAMAICA
ATLETICA STAFFETTA 4X400M MASCHILE

Nell'ultima gara su pista a Rio sono gli Usa (manco a dirlo) a trionfare. Nella 4x400 maschile Arman Hall, Tony McQuay, Gil Roberts e LaShawn Merritt non tradiscono: con 2:57.30 si riprendono un oro «prestato» per quattro anni alle Bahamas. L’argento alla Giamaica, quindi proprio i campioni uscenti.

Seguici sui nostri canali