Politica
Cambiamento

A Bergamo la Lega si riorganizza: arrivano i distretti

Il responsabile provinciale Invernizzi: «L’impronta nuova della Lega per Salvini Premier». Suardi referente cittadino

A Bergamo la Lega si riorganizza: arrivano i distretti
Politica Bergamo, 24 Maggio 2021 ore 12:52

È segretario provinciale della Lega da neanche due mesi e mezzo, ma non perde certo tempo Cristian Invernizzi, che riorganizza la struttura del partito nel nostro territorio, passando dalle vecchie circoscrizioni al sistema dei quattro distretti: Bergamo e hinterland, Bassa, Valli e Laghi.

Il progetto è stato presentato sabato 22 maggio scorso in via XX settembre, l'obiettivo è rinforzare la Lega di Bergamo con gli elementi delle aree vicine e aumentare la competitività in vista delle elezioni amministrative. Nel fine settimana sono stati anche allestiti numerosi gazebo per portare avanti i tesseramenti al partito.

Per il distretto cittadino è stato scelto Marco Suardi, 61 anni, ex assessore di Stezzano e ora consigliere di minoranza in quel comune, una personalità che non teme la concorrenza di Fratelli d'Italia all'interno del centro-destra: «È una cosa diversa rispetto a noi. Chi passa in un altro partito vuol dire che non è un vero leghista, perché leghisti si nasce. Non abbiamo paura di perdere militanti, continuiamo a essere ben radicati sul territorio e questa nuova struttura non potrà che aiutarci ad essere sempre più forti e uniti» ha dichiarato Suardi al Corriere di Bergamo.

Negli altri distretti invece ci saranno come referenti Roberto Serra per la Bassa, Cristian Scarpellini per le Valli e Matteo Scandella per i Laghi. L'intenzione è quella di avere una linea comune in base alla quale coordinarsi, portando al tempo stesso vantaggi alla Lega cittadina grazie all'appoggio delle forze dei comuni di provincia e delle valli, dove il partito è molto più forte e radicato.

Sarebbe questa, continua Suardi, «l’impronta nuova della Lega per Salvini Premier nella Bergamasca ed è anche un modo per dare più forza a Bergamo e all’hinterland. L’obiettivo è prepararsi a governare la città nel 2024».