rassegnate le dimissioni

Dopo 7 anni da assessore Ester Pedrini saluta Seriate: nuovo incarico provinciale per la Lega

Assumerà gli incarichi di vice responsabile provinciale per il Carroccio e di referente per Bergamo e Hinterland del gruppo Enti Locali Lega

Dopo 7 anni da assessore Ester Pedrini saluta Seriate: nuovo incarico provinciale per la Lega
Politica Seriate, 08 Settembre 2021 ore 15:54

Dopo sette anni trascorsi come assessore alla Pubblica istruzione, Sport e Cultura, Ester Pedrini saluta la politica seriatese. A pesare nella scelta di dimettersi, è stato l’incarico che le è stato assegnato di vice responsabile provinciale per la Lega, oltre che di referente per Bergamo e Hinterland del gruppo Enti Locali Lega, coordinati dal consigliere regionale Giovanni Malanchini.

«Lascio con la soddisfazione per i molti obbiettivi raggiunti e, come fisiologico sia, con il dispiacere per le molte cose ancora da fare», commenta l’assessore dimissionario. Tra i progetti portati a termine in campo sportivo nel corso del precedente mandato amministrativo e nei primi due anni di quello avviato nel 2019 vi sono la riqualificazione della piscina comunale, la ristrutturazione del centro sportivo, il rifacimento completo del campo di via Garibaldi e l’arrivo in città del rugby, che ha ridato vita al campo Monti.

Sotto l’aspetto culturale, invece, il palinsesto dei Concerti in Villa, le notti bianche, le rassegne teatrali e, da ultimo, la manifestazione “Il suono dei pensieri”, in programma domenica 19 settembre, per mantenere vive le emozioni provate dai seriatesi durante la pandemia.

«Attraverso diverse forme d’arte ognuno potrà lasciare una traccia di come ha vissuto la pandemia – aggiunge Ester Pedrini -. Ho cercato di impostare l’attività dell’assessorato per essere un punto di riferimento per le società, le associazioni e i cittadini, anche durante la pandemia. Ho avuto la fortuna di avere al mio fianco professionisti che sono sempre stati un valore aggiunto, non solo colleghi. Li ringrazio uno a uno, citandone uno su tutti, il "mio" dirigente, che tutti li rappresenta, Stefano Rinaldi. Ringrazio per la fiducia che mi è stata concessa e ringrazio chi è sempre stato al mio fianco, aiutandomi a crescere in questo percorso».