Cabina armadio? L’illuminazione interna fa la differenza

Cabina armadio? L’illuminazione interna fa la differenza
13 Gennaio 2021 ore 07:02

Possedere una cabina armadio è il sogno di molte persone, oggi facilmente realizzabile grazie ai prezzi contenuti di realizzazione. La cabina armadio è una stanza interamente dedicata ai propri vestiti e accessori, nella quale è possibile concedersi qualche minuto di completo relax durante la scelta dell’abbigliamento ideale per la giornata da affrontare.

Avere una stanza interamente dedicata ai vestiti porta a innumerevoli vantaggi per tutti coloro che la possiedono, a partire dal fatto che la casa risulterà meno appesantita e maggiormente spaziosa grazie all’assenza di armadi ingombranti e cassettiere sparse per le diverse stanze dell’abitazione.

La maggior parte delle cabine armadio, però, non viene valorizzata a pieno, trascurando un fattore principale come l’illuminazione.
In questo articolo si parlerà dell’importanza fondamentale che compie la luce nella cabina armadio, offrendo una guida dettagliata sulle diverse opzioni presenti sul mercato.

Illuminare la cabina armadio: perché è così importante?

A scapito di quanto si possa pensare, l’illuminazione della cabina armadio svolge una funzione principale nella valorizzazione e nella praticità del guardaroba.
Durante la fase di progettazione (che richiede molto tempo e concentrazione sui dettagli), la maggior parte delle volte si dimentica e/o si dedica poco tempo per la scelta della tipologia di luce da impiegare nella nuova cabina armadio.

L’illuminazione, infatti, è fondamentale per individuare in maniera rapida ed efficace i vestiti necessari e per specchiarsi adeguatamente prima di uscire. Grazie alla giusta luce e all’ambiente ben illuminato, la cabina armadio rappresenterà in tutto e per tutto la stanza migliore della casa per rilassarsi al mattino qualche minuto e per incominciare al meglio la giornata.

La luce giusta per la cabina armadio

Come anticipato, la luce è di fondamentale importanza per avere una cabina armadio ordinata e perfetta, in grado di rendere un ambiente confortevole e ordinato con poco. In commercio sono presenti diverse tipologie di illuminazione, con tonalità più o meno fredde e fasce di luce dalla potenza variabile.

Le più importanti e diffuse tipologie di luci sono:

  • Faretti
  • Strisce a LED
  • Applique
  • Lampadario centrale

Tutte e quattro le illuminazioni, con il giusto posizionamento e la tonalità migliore per l’ambiente, consentiranno di valorizzare a pieno il guardaroba. Ecco nel dettaglio le caratteristiche principali di ogni luce e come applicarle nella cabina armadio alla perfezione.

Faretti: la tipologia più utilizzata

Cercando su internet qualche immagine riguardante le cabine armadio, si potrà constatare che i faretti sono la soluzione di illuminazione maggiormente impiegata per rendere il guardaroba ordinato e confortevole. Precisamente, esistono ben due tipologie di faretti: quelli a incasso e quelli direzionabili.

I faretti a incasso vengono solitamente applicati sul controsoffitto, offrendo un vasto raggio di luce prodotta illuminando la stanza interessata. Al contrario, invece, i faretti direzionabili vengono affissi al bordo dell’armadio, con la libertà di scegliere di puntare il fascio di luce riprodotto in un determinato punto, evitando di creare ombre fastidiose.

I faretti sono sicuramente una scelta poco invasiva e poco costosa, in grado di offrire un’ottima illuminazione e di rendere la cabina armadio una stanza perfetta e di stile.

Strisce a LED: rapide ed efficaci

Le strisce a LED sono il metodo più facile ed efficace per creare la giusta illuminazione nel guardaroba.
Come già intuibile dal nome, sono delle strisce composte da piccole luci distanti l’una dall’altra di qualche millimetro, offrendo un buon fascio di luce per illuminare alla perfezione l’ambiente e creare un’atmosfera elegante e raffinata.

Le strisce a LED sono, generalmente, di una lunghezza massima di 5 metri, in modo da poter scegliere la misura migliore per le proprie esigenze. Infatti, potranno essere messe in qualsiasi posizione per illuminare ogni angolo della stanza al meglio. Per le cabine armadio, comunque, si consiglia di applicare le strisce in alto, rivolgendo il fascio di luce verso il basso, per poter illuminare i capi d’abbigliamento esposti.

I LED sono disponibili in diverse tonalità di colore: dalle luci più calde a quelle fredde, per creare ambienti di vario stile in poco tempo. Si trovano in vendita su www.luceled.com.
Grazie alla versatilità e alla facilità di applicazione, questa tipologia di illuminazione viene impiegate dalla maggior parte delle persone, ottenendo ambienti di stile e ben illuminati con un prodotto economico ed efficace.

Applique: per una cabina armadio di stile

Se si possiede una casa grande e con un arredamento sofisticato ed elegante, l’illuminazione realizzata dalle applique è la scelta migliore per rendere la cabina armadio una stanza impeccabile. Le applique (più comunemente note come lampade da parete) offrono diverse tipologie di luce, scegliendo una tonalità più o meno calda, in base all’arredamento circostante, per uniformarsi al meglio con l’ambiente.

Di diverse tipologie e con fasci di luce vasti, le lampade da parete sono in grado di trasformare la cabina armadio in una stanza elegante, illuminando in modo nitido e vasto i capi d’abbigliamento e le zone circostanti. Fissate sui punti giusti da scegliere in fase di progettazione, le applique risultano essere la scelta migliore per coloro che non vogliono rinunciare allo stile nemmeno nei piccoli dettagli.

La vastità di modelli e di luci presenti sul mercato rendono le applique una scelta più costosa rispetto alle strisce a LED e ai faretti.

Lampadario centrale: l’illuminazione tradizionale

Il classico lampadario posto al centro della stanza è l’immagine più classica e significativa quando si tratta di illuminare le stanze della casa. Anche per la cabina armadio, infatti, il lampadario risulta essere una scelta valida per illuminare al meglio l’ambiente. A differenza delle altre tipologie di illuminazione, però, il lampadario non sempre è in grado di illuminare correttamente i vestiti esposti facilitandone l’individuazione.

Per poter sfruttare al meglio la luce offerta dal lampadario, però, si può ricorrere a un modello a soffitto, il quale risulta integrarsi al meglio con l’arredamento circostante, creando un buon gioco di luci e ombre sui diversi ripiani del guardaroba. Sicuramente, optare per un lampadario come fonte di illuminazione principale per la cabina armadio non è la scelta migliore, poiché non in grado di fornire il giusto fascio di luce necessario per valorizzare gli abiti e gli scaffali.

La scelta migliore, se si desidera acquistare un lampadario per il proprio guardaroba, è quello di integrarlo con altre fonti di luci, come ad esempio alcune strisce LED poste sugli armadi, per offrire un’illuminazione omogenea.

Luce e cabina armadio: quale potenza e tonalità di colore scegliere

Una volta individuata la soluzione migliore per illuminare la cabina armadio, bisogna procedere con la scelta della potenza di luce e della tonalità di colore.
Il gusto personale è la prima cosa da tenere a mente ma, stando a quanto riportano gli interior designer, la luce migliore per una stanza come la cabina armadio è quella che riproduce al meglio quella naturale, con una temperatura che va dai 4500K ai 5500K.

Optando per una lampadina con una temperatura che rientra tra questi parametri, si otterrà una luce in grado di valorizzare i colori originali degli abiti, per scegliere al meglio gli outfit di ogni giorno.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità