Sponsorizzato

I massimi esperti di chirurgia robotica al Poliambulatorio Servizi Medici San Carlo

Il professor Mohammad Abu Hilal, primario di chirurgia in Poliambulanza, e il dottor Marco Ramera ricevono i pazienti nella struttura di Chiari

I massimi esperti di chirurgia robotica al Poliambulatorio Servizi Medici San Carlo
Idee & Consigli 21 Giugno 2021 ore 07:00

Servizi Medici San Carlo Poliambulatorio di Chiari collaborano veri e propri professionisti di eccellenza, tra i quali spiccano medici specializzati in chirurgia laparoscopica e robotica di fama internazionale oggi in forza alla Poliambulanza di Brescia. Le tecniche chirurgiche citate sono di ultima generazione, mini-invasive e molto efficaci, sia per interventi semplici sia, soprattutto, oncologici.

Chirurgia robotica e Centro Medico San Carlo

Esperti in queste branche della chirurgia sono il dottor Marco Ramera e il prof. Mohammad Abu Hilal, entrambi chirurghi generali, il secondo con sovraspecialità in chirurgia epatica e pancreatica, mini-invasiva e robotica, nonché professore in chirurgia epatobiliopancreatica all'Università di Southampton. «Al San Carlo effettuiamo le visite, mentre in Poliambulanza operiamo - spiega il professor Hilal, primario del dipartimento chirurgico della Poliambulanza di Brescia - In ospedale abbiamo introdotto dallo scorso settembre 2020 la chirurgia robotica per la quale ho sviluppato personalmente, durante il periodo londinese, le linee guida internazionali in qualità di co-chairman. Da quando abbiamo introdotto il robot nel nosocomio bresciano l'abbiamo utilizzato già su una settantina di pazienti con esito positivo, oltre alle centinaia già trattati per via laparoscopica».

Il risultato di lunghi anni di ricerca

Le metodiche chirurgiche illustrate dal prof. Hilal sono il risultato di lunghi studi e degli straordinari progressi dell'hi-tech messi a segno negli anni recenti. «Grazie alla robotica abbiamo potuto ridimensionare i numeri della chirurgia classica, a cielo aperto, a vantaggio di quella robotica e laparoscopica ricorrendo a essa ogni volta che lo valutiamo possibile affinché il maggior numero di pazienti possa fruire dei suoi benefici. Si spazia dagli interventi più semplici, come quelli per la calcolosi della colecisti e i diverticoli del colon, alle problematiche più gravi legate alla chirurgia oncologica in generale. Inoltre, si è ormai raggiunto un elevato livello di precisione anche per la chirurgia pancreatica ed epatica, più complessa e specialistica».

Come opera il dottor Hilal

Il professor Hilal, autore delle linee guida internazionali per la chirurgia robotica epatica e pancreatica, utilizza questa modalità operativa ogni volta che appaiono evidenti i benefici per i pazienti: «Grazie a essa ci si spinge oltre la laparoscopia - spiega - Riusciamo infatti a unire i vantaggi di quest'ultima con i benefici della robotica. Rispetto alla chirurgia tradizionale l'invasività dell'intervento si riduce perché l'addome del paziente non viene più aperto con il bisturi, ma si entra in esso solo dopo aver praticato piccoli fori nei quali vengono introdotti gli strumenti chirurgici. Incisioni più piccole, minori perdite di sangue, meno dolore, minori rischi e ridotti tempi di recupero sono i vantaggi della chirurgia laparoscopica ai quali poi bisogna aggiungere le facilitazioni della robotica».

Vantaggi della chirurgia robotica

Le tecnologie evolute hanno portato alla messa a punto di robot operatori che il chirurgo specializzato può comandare a distanza: «In questo caso vicino al paziente c'è l'equipe (strumentista e chirurgo assistente) mentre il chirurgo opera dalla console della piattaforma robotica. Davanti allo schermo, comodamente seduto, il chirurgo comanda ogni movimento degli strumenti del robot che eseguono materialmente l'intervento, comunicando con il resto dell'equipe tramite microfono e altoparlante. La situazione è così sempre sotto rigoroso controllo medico.
I vantaggi sono ovvi - spiega il prof. Hilal - primo tra tutti, grazie al robot si eliminano i tremori della mano derivanti dall'esecuzione di un intervento che solitamente il chirurgo porta a termine in piedi. L'intelligenza artificiale potenzia la precisione del robot raggiungendo standard qualitativi di gran lunga superiori a quelli umani.
Ogni passaggio dell'intervento riesce meglio anche perché il chirurgo, comodamente seduto davanti alla console, può restare concentrato più a lungo, senza affaticamenti».

Per quali patologie è indicata

Con la chirurgia robotica si possono risolvere numerose patologie, a patto che sia il medico chirurgo a valutare la fattibilità dell'intervento. «Solitamente l'innovativa tecnica si sfrutta sui malati oncologici per la rimozione di tumori allo stomaco, al colon, nonché in ambito di chirurgia epatica e pancreatica. Tuttavia la metodica è anche indicata per interventi di routine. Qualunque sia la problematica, previo appuntamento io e il collega dottor Marco Ramera siamo a disposizione anche al Poliambulatorio Servizi Medici San Carlo di Chiari. Nel caso in cui sia necessario intervenire tramite chirurgia robotizzata, rimanderemo il paziente al Poliambulanza di Brescia dove seguiremo l'operazione e il suo decorso personalmente».

Chirurgia robotica al Centro Medico San Carlo: informazioni

Il Poliambulatorio Servizi Medici San Carlo è a disposizione dei pazienti in via Marconi 3/B a Chiari (BS).  Tel. 030.713561 - www.servizimedicisancarlo.com