Idee & Consigli

Terapia di coppia: cos’è e come funziona

Terapia di coppia: cos’è e come funziona
Idee & Consigli 20 Luglio 2022 ore 07:00

Le relazioni sentimentali sono difficili da gestire e necessitano di tantissimo impegno per funzionare. Proprio come un’automobile, se c’è qualcosa che non quadra, quel piccolo problema potrebbe ingigantirsi e portare a tutta una serie di complicazioni che durante qualsiasi viaggio non mancheranno di farsi sentire. In alcuni casi sono sufficienti dei piccoli lavori di manutenzione per risolvere la situazione, in altri casi sarà necessario rivolgersi a uno specialista. Ecco, in questi casi il ricorso alla terapia di coppia effettuata in presenza secondo gli schemi pratici, o in maniera virtuale attraverso i servizi comodi e sempre professionali offerti da Serenis (troverete tutte le informazioni su questo sito), è necessario per risolvere qualsiasi conflitto e incomprensione, in modo da rinsaldare le fondamenta del rapporto.

Cos’è la terapia di coppia?

La terapia di coppia è un percorso di cura condotto da un terapeuta professionista e specializzato che ha il compito di affrontare i problemi presenti all’interno dei rapporti sentimentali, con l’obiettivo di risolvere i conflitti e di migliorare la soddisfazione delle parti in causa nell’ottica del proseguimento sano del rapporto in questione. Gli approcci terapici utilizzati possono variare da caso a caso ma in linea di massima durante le sedute verranno affrontati prima di tutto quelle che sono le radici del problema, con un’analisi delle varie situazioni critiche tramite il confronto tra le parti. Nella seconda parte, invece, ci si concentrerà maggiormente su quelli che sono gli accorgimenti per provare a rimettere in piedi i presupposti per la continuazione della relazione, con l'illustrazione precisa di quelli che sono gli obiettivi specifici del trattamento. Le percentuali raccolte soprattutto in sondaggi indipendenti in varie parti del mondo hanno evidenziato l’efficacia di questo approccio e l’apprezzamento delle tantissime coppie che sono riuscite a mettersi alle spalle situazioni sgradevoli e spinose.

Di cosa si parla tipicamente durante una seduta?

Le prime sessioni che contraddistinguono la terapia di coppia vertono sulla conoscenza generale dei soggetti e delle dinamiche di coppia, concentrandosi sulle tappe più significative della relazione, sul background culturale e familiare delle parti in causa. Questo tipo di attività permette di chiarire il quadro complessivo della vicenda, in modo da avere delle base concrete per intervenire. Il secondo step sarà quello dell’analisi profonda delle dinamiche di coppia, con la ricognizione di quelle interazioni poco sane che stanno di fatto mettendo a rischio la prosecuzione del rapporto sentimentale. Per farlo, lo specialista proverà a far cambiare la prospettiva di ogni singolo paziente, in modo da spingerlo a comprendere meglio le ragione e le esigenze del partner all’interno della relazione. Guardare la situazione con occhi diversi è necessario per poter ipotizzare un cambiamento, ma quest’ultimo non potrà che avvenire attraverso un cambiamento concreto dei propri comportamenti. Aspetto quest’ultimo difficile da mettere in pratica e che in alcuni casi richiederà tanto tempo e impegno. Il lavoro del terapeuta è proprio quello di fornire degli strumenti necessari per lavorare sulle situazioni critiche che si sviluppano quotidianamente all’interno di una relazione sentimentale.

La riluttanza a rivolgersi a questo tipo di terapia

La tendenza delle coppie in difficoltà è però quella di sedimentare malcontento sperando che il periodo critico possa risolversi col tempo. Nella stragrande maggioranza dei casi questo tipo di approccio porta a un’amplificazione dei problemi e alla rottura del rapporto. Alcune ricerche hanno messo in evidenza che le coppie aspettano in media 6 anni prima di rivolgersi a uno specialista, sia per una sottovalutazione dell’utilità di questo tipo di approccio, sia perché si è portati a pensare che la terapia sia adatta soltanto a situazioni particolarmente gravi. Ma come si può intuire, nei casi di problematiche radicate per così tanto tempo, l’approccio terapico avrà molte più difficoltà a garantire dei risultati soddisfacenti, e in ogni caso, l’impegno richiesto alle parti sarà decisamente maggiore.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter