Scuola
Lingue straniere

Quali certificazioni danno punteggio nelle graduatorie del MIUR

Da qualche anno ormai uno dei requisiti per accedere al lavoro pubblico è la conoscenza dell’inglese al livello B2

Quali certificazioni danno punteggio nelle graduatorie del MIUR
Scuola 18 Ottobre 2021 ore 07:00

Da qualche anno ormai uno dei requisiti per accedere al lavoro pubblico è la conoscenza dell’inglese al livello B2.

Il livello B2 non è affatto un livello banale: oggi viene normalmente richiesto un esame di idoneità per accertare questo livello prima di ricevere la laurea magistrale; tuttavia, fino ad alcuni anni fa un livello cosi alto di conoscenza dell’inglese non era affatto diffuso nel nostro paese.

Il livello B2 si definisce come “intermedio alto” e rappresenta  una competenza sicuramente profonda ed articolata della lingua : chi conosce inglese a livello B2 è in grado di leggere articoli e saggi in lingua originale e farne un sunto, è in grado di ascoltare una lezione universitaria tenuta in inglese e prendere appunti, è in grado di scrivere una recensione o un report professionale efficace e corretto, è in grado di parlare anche di argomenti astratti o culturali con proprietà di linguaggio.

Le certificazioni che attestano ufficialmente questo livello di inglese sono molte sul mercato; tuttavia, solo alcuni enti sono stati valutati e riconosciuti dal MIUR e quindi sono gli esami proposti da queste istituzioni sono validi ai fini del concorso pubblico.

Qui citiamo i più importanti:

  • CAMBRIDGE
  • TRINITY
  • LANGUAGE CERT
  • IDP
  • EBS
  • PEARSON
  • LRN

Si deve precisare che non è richiesto un certificato per accedere ai concorsi pubblici, perché gli iscritti sono testati tramite specifiche prove di preselezione per appurare la loro conoscenza dall’inglese (almeno nelle abilità proprie dell’inglese scritto, visto che in preselezione la prova e scritta).

Durante l’esame, ci sarà poi un colloquio in lingua per accertare le abilità produttive a livello orale.

Tuttavia, coloro che possono esibire un certificato di inglese emesso da uno degli enti accettati dal MIUR hanno diritto ad avere dei punteggi aggiuntivi.

Il caso emblematico è quello dei docenti, che ricevono nelle graduatorie provinciali:

  • 3 punti per il certificato B2
  • 4 punti per il certificato C1
  • 6 punti per il certificato C2

Pertanto, per chi è interessato a partecipare ai concorsi pubblici può essere strategico fare una certificazione, ed essere in grado di esibirne i risultati nell’ambito dell’iscrizione al concorso.

Qui suddividiamo gli esami dei vari enti a seconda dei livelli: qui per motivi di spazio menzioniamo solo gli esami largamente popolari e piuì richiesti /autorevoli

  • CAMBRIDGE
    • B2 – FIRTS CERTIFICATE, BEC VANTAGE
    • C1- CAE, BEC HIGHER
    • C2- PROFICIENCY
    • LINGUASKILL: VALUTAZIONE VERTICALE FINO A C1
  • TRINITY
    • B2- TRINITY GRADE 8, TRINITY ISE II
    • C1 – TRINITY GRADE 10, TRINITY ISE III
    • C2- TRINITY GRADE 12
  • LANGUAGE CERT​​​​​​​
    • B2 - LANGUAGE CERT COMMUNICATOR
    • C1 - LANGUAGE CERT  EXPERT
    • C2 -LANGUAGE CERT MASTER
  • IDP EDUCATION
    • B2 – IELTS (BANDA 6-8)
    • C1 – IELTS (BANDA 7-8)
    • C2- IELTS ( BANDA 8-9)

In questo caso, è bene però informarsi perché le certificazioni sono molto diverse tra loro in termini di:

VALIDITA’: non tutte le certificazioni hanno durata illimitata. Ad esempio, l’esame IELTS (https://www.open-minds.it/certificazioni-inglese/ielts/) ha durata 2 anni. Invece, gli esami Cambridge e Language Cert non hanno scadenza, ovvero il certificato resta valido negli anni (attenzione però: le università accettano certificati non più vecchi di 4 anni, quindi anche se voi avete in mano un certificato valido, se è vecchio non verrà accettato per l’immatricolazione)

COMPLETEZZA: non tutti gli esami accertano tutte le abilità. Ad esempio i Trinity grade 10-11-12 sono esami di “spoken English” ovvero hanno solo un colloquio orale.

FREQUENZA DELLE SESSIONI: non tutti gli esami si tengono tutti i mesi. I test di Language cert, che sono esami da remoto, si possono dare in qualsiasi data dell’anno, però gli esami Cambridge devono essere dati in specifiche date, e la prenotazione avviene con settimane di preavviso. In centri piccoli, alle volte non tutte le date sono disponibili. Gli esami Trinity alle volte sono totalmente irreperibili e impossibili da dare a meno che non siate studenti liceali.

NECESSITA’ di PREAVVISO: non tutti gli esami sono procedure snelle. Gli esami Cambridge cartacei ad esempio richiedono ben un mese di preavviso per l’iscrizione ed un mese per ottenere il certificato dopo avere fatto l’esame. Per gli esami Cambridge computer based di solito bastano 2-3 settimane di preavviso, e altrettanto tempo dopo l’esame per ricevere lo statino.  Per iscriversi agli esami Trinity possono essere necessarie 6-8 settimane di preavviso, ma i risultati sono disponibili in 3 giorni. Gli esami più snelli da questo punto di vista sono i Language cert, che si danno da remoto e si prenotano in 3 giorni (e si ricevono i risultati 3 giorni dopo avere dato l’esame)

COSTO: anche dal punto di vista dei costi gli esami sono diversissimi tra di loro. L’esame Trinity grade 8 (B2) può costare circa 75  euro, mentre l’esame First di Cambridge nella stessa città può arrivare a costare 250 euro.

DIFFICOLTA’: è un argomento delicato, ma non si può dire che tutti gli esami siano ugualmente difficili, Nonostante sulla carta fino esattamente identici, all’atto pratico alcuni esami sono più difficili di altri.

In generale si tende a classificare gli esami Cambridge e IELTS come i più difficili.