inseguimento a squadre

Sicura la prima medaglia olimpica per un bergamasco: Simone Consonni si gioca l'oro

Battuta la Nuova Zelanda. Insieme ai compagni Filippo Ganna, Francesco Lamon e Jonathan Milan ha stabilito il nuovo record del mondo in 3:42.307. Domani (4 agosto) alle 11.06 italiane la finale

Sicura la prima medaglia olimpica per un bergamasco: Simone Consonni si gioca l'oro
Sport Ponte San Pietro e Isola, 03 Agosto 2021 ore 11:00

Resta da capire quanto prezioso sarà il metallo che si metterà al collo, ma è ormai assodato l’arrivo della prima medaglia olimpica anche per un atleta bergamasco. Il ciclista bergamasco Simone Consonni, 26 anni, originario di Ponte San Pietro, mercoledì 4 agosto si giocherà l’oro nella finale dell’inseguimento a squadre maschile di ciclismo su pista.

Questa mattina (martedì 3 agosto), all'Izu Veledrome, Consonni e i compagni Filippo Ganna, Francesco Lamon e Jonathan Milan hanno staccato il pass per la finale vincendo la sfida contro la Nuova Zelanda al termine di un testa a testa tiratissimo, stabilendo anche il nuovo record del mondo in 3:42.307.

Il quartetto ha limato oltre 2 secondi dal precedente primato, stabilito dalla Danimarca lo scorso anno. Gli Azzurri sfideranno proprio la Danimarca, uscita vincitrice dell’altra semifinale in cui ha sfidato la Gran Bretagna.