Menu
Cerca
L'escursione consigliata

I monti Arete e Valegino sono la meta perfetta per chi è alla ricerca di pace e tranquillità

Regalano a più esperti un appagante giro ad anello e a famiglie ed escursionisti un giro tra i verdi crinali e gli ampi panorami della Val Brembana

I monti Arete e Valegino sono la meta perfetta per chi è alla ricerca di pace e tranquillità
Escursioni Val Brembana e Imagna, 02 Giugno 2021 ore 15:49

di Angelo Corna

Spesso ci soffermiamo sulle montagne più famose e affollate, lasciando le vette meno note ai ricordi, o ai pochi che ancora ne tracciano i sentieri. In alta Val Brembana, i monti Arete e Valegino permettono una gita perfetta per chi cerca pace e tranquillità: posti a sinistra della Conca di Foppolo, addossati ai paesi di Cambrembo e San Simone, regalano a più esperti un appagante giro ad anello, mentre offrono a famiglie ed escursionisti una gita tra i verdi crinali e gli ampi panorami della Val Brembana.

10 foto Sfoglia la gallery

La partenza per questa bellissima escursione è la frazione Cambrembo di Valleve. Oltrepassata la caratteristica chiesa, possiamo parcheggiare nei pressi della strada agrosilvopastorale, che in pochi minuti di piacevole cammino ci porterà alle baite in località Forno (metri 1473). Vari segnavia indicano i tracciati presenti nella zona; ignoriamo la traccia a sinistra (sentiero Cai 112), che sale in direzione del Passo di Tartano, e pieghiamo a destra attraversando il fiume con l’ausilio di un piccolo ponte in cemento. Con moderata pendenza, raggiungiamo una baita ristrutturata: pieghiamo a sinistra seguendo la traccia e ci inoltriamo nella pineta, costeggiando di nuovo il ruscello.

In poco meno di un’ora il panorama si apre alla panoramica Baita Piazzoli (metri 1680 m) e successivamente ai pascoli di Baita Nuova (metri 1759). Lasciamo quest’ultima alle nostre spalle per risalire i ripidi prati adiacenti, fino a raggiungere il sentiero che sale in direzione del monte Arete. Per cresta erbosa, con pochi sforzi, ne raggiungiamo la cima, dove a 2227 metri troviamo ad accoglierci un piccolo omino di pietre e un bellissimo panorama sulla conca di Foppolo e San Simone.

Possiamo soffermarci qui e gustare il panorama su tutta la valle sottostante, oppure, se abbiamo ancora “benzina nella gambe”, possiamo continuare lungo il sentierino ben visibile che si abbassa in direzione della sella posta tra Arete e Valegino…

L’articolo completo, con i percorsi e le bellezze della zona, lo potete leggere sul PrimaBergamo in edicola da venerdì 4 giugno