Eventi
Cose di casa nostra

Bergamospia (si dice, non si dice) La domenica perfetta di Malanchini

Bergamospia (si dice, non si dice) La domenica perfetta di Malanchini
Eventi 09 Novembre 2015 ore 11:32

Che cosa si dice, che cosa si scrive, ma soprattutto cosa non si dice e non si scrive (solitamente) della nostra città. Tra sussurri e grida una raccolta indiscreta.

 

La domenica perfetta del leghista Malanchini

VID-20151108-WA0001.mp4Come liberare un incrocio da una decina di zecche rosse in bicicletta. L'ultimo ciclista, un normale passante, mi ha dato la mano in corsa.

Posted by Giovanni Malanchini on Domenica 8 novembre 2015

A Bologna, nella domenica che sancisce la santa alleanza tra Salvini e Berlusconi, non potevano mancare i leghisti orobici. Giovanni Malanchini, sindaco di Spirano, documenta la spedizione su Facebook. Tra una foto di gruppo (con Belotti e Invernizzi inclusi) e una dell'affollatissima piazza, Malanchini posta anche un video in cui mostra «come liberare un incrocio da una decina di zecche rosse in bicicletta». Interessante anche l'audio, con il coro «Abbiamo un sogno nel cuore, bruciare il tricolore». Una bella domenica. Infatti Malanchini, galvanizzato dall'intervento del "capitano" Salvini («Ci ha regalato tanta fiducia») chiude con una riflessione: «Buonanotte a tutti quelli come me che vanno a letto soddisfatti dopo una giornata perfetta».

 

Ciserano invasa dai Minions

foto ciserano minions

I "Minions" invadono Ciserano. I ragazzi del comitato CiseGiovani hanno pensato bene di riverniciare i malandati "panettoni" gialli di cemento trasformandoli nei pestiferi e irresistibili personaggi del cartoon del momento, amatissimi dai bambini e non solo. La simpatica trovata ha subito entusiasmato anche il sindaco Enea Bagini, che domenica pomeriggio ha impugnato volentieri il pennello per dare una mano al comitato. L'invasione è partita dal centro  ma si allargherà a tutto il paese. Si salvi chi può.

 

Moro conduce il reality sul Monte Bianco
e butta a valle le polemiche

simone moro

Stasera parte l'ennesimo reality, il primo sulla montagna. Si intitolerà "Monte Bianco" (Raidue, ore 21.15) e proporrà una sfida a sette coppie di "famosi": arrivare per primi sulla vetta più alta d'Europa. Ci saranno tra gli altri l'ex calciatore Gianluca Zambrotta, il comico Enzo Salvi, l'attrice Jane Alexander. I puristi dell'alpinismo sono già insorti: si spettacolarizza e si banalizza l'amore per le cime. Niente di tutto questo, replica Simone Moro, che sarà il conduttore assieme a Caterina Balivo. «C'è chi si straccia le vesti perché si tocca la sacralità della montagna - dice lo scalatore bergamasco in un'intervista all'Eco - ma chi non la conosce avrà la possibilità di avvicinarsi a questo mondo». Il messaggio, secondo Moro, è positivo: «È ovvio che non sarà una serata del Cai, è un programma televisivo e vi saranno anche frivolezze. Ma passa un concetto importante: la montagna è divertente, non è cosa da sfigati».

 

Pinilla fa il duro, poi chiede scusa

Scusa amico @mniang78 per la entrata sono arrivato in ritardo ...!! Bentornato e complimenti ..!!

Una foto pubblicata da Mauricio Pinilla (@pinigol9) in data:

Mauricio Pinilla fa il duro nei novanta minuti, ma quando scende in campo su Instagram si rivela una pasta d'uomo. Abituato a postare spiritose immagini di vita familiare, non si fa sfuggire l'occasione di dare il buon esempio, pentendosi pubblicamente del brutto fallo commesso sul milanista Niang a San Siro. «Scusa amico per l'entrata, sono arrivato in ritardo. Bentornato (Niang rientrava da un infortunio) e complimenti». Il bel gesto, purtroppo, non gli eviterà la squalifica. Pinilla era diffidato e il giallo di sabato sera lo costringerà a saltare la sfida con il Toro. Ma almeno si siederà in tribuna con la coscienza a posto.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter