La collezione della Banca Popolare

La fotografia di Almond ad Art Up L'incanto di un paesaggio lunare

La fotografia di Almond ad Art Up L'incanto di un paesaggio lunare
Eventi 11 Giugno 2015 ore 12:14

L'arte contemporanea è capace di raccontare la magia e la suggestione del paesaggio come facevano i dipinti dei grandi pittori del secolo scorso? Beh, ad osservare l'opera di Darren Almond, fotografo inglese di 44 anni, sembra proprio di sì. Art Up, il progetto espositivo che mostra al pubblico ogni mese un'opera della Collezione della Banca Popolare di Bergamo, a giugno ci aiuta ad entrare in questa nuova dimensione dell'arte.

L'opera in mostra. Nell'atrio della banca è ora esposta Fullmoon@Svartifloss, una fotografia che rappresenta una celebre cascata islandese nello Skaftafell National Park. Grazie alla tecnica adottata dall’artista, il violento getto d’acqua si tramuta in una specie di raggio di sole (o di luna) che trasfigura l’intero paesaggio circostante. La fotografia, come le altre della serie Fifteen Minute Moons, è stata scattata nelle ore notturne sfruttando unicamente la luce della luna piena e con un tempo di esposizione di 15 minuti. L'effetto è quello di una visione, nel vero senso del termine. La roccia blu assume l'aspetto di un tessuto, di una pelle, di una delicata geometria marina, mentre l'acqua si trasforma in un raggio di luce che sembra quasi scaturire come un faro dal basso verso l'alto.

 

 

I paesaggi fotografici di Almond. Pochi mesi fa al cinema è uscito il film che raccontava il geniale percorso pittorico di Turner. Come lui, pochi altri sono stati i cosiddetti maestri del paesaggio capaci di riportare sulla tela la forza di un momento. Sia esso un notturno, una tempesta o un tramonto, la difficoltà del soggetto non risiede nella realizzazione, quanto nell'unire alla bravura pittorica il coraggio e l'amore per il mezzo artistico, trasformando il dipinto in un'opera d'arte. Questa tipologia di lavoro, l'unione di testa, cuore e mano, non si ritrova frequentemente nell'arte contemporanea che molto spesso pecca di eccessiva elucubrazione a discapito della maraviglia.

Questo non succede nel lavoro fotografico di Almond che, al contrario, fa con i suoi scatti ciò che tutti noi dovremmo fare davanti alla natura: fermarsi a lungo. È il tempo che ci si prende per ammirare qualcosa e rendere quella cosa diversa, speciale. Cogliere le sfumature sottili di ciò che ci sta di fronte significa poterlo trasformare in visione. Almond lo fa con uno sguardo e una tecnica molto contemporanei e anche l'opera ora esposta alla Banca Popolare di Bergamo – a guardarla bene – potrebbe essere vista con un occhio estremamente attuale. Assomiglia forse a un codice numerico informatico, a quelle visioni alla Matrix alle quali siamo più avvezzi, certamente più note che gli incantevoli paesaggi naturali.

4 foto Sfoglia la gallery

Art Up, un primo bilancio. Giugno, sesto mese dell'anno porta con sé la sesta opera del progetto Art Up ed è il caso di fare il punto della situazione. Il progetto è partito l'anno scorso con una prima serie di appuntamenti dedicati all'arte contemporanea a cui, da gennaio, si sono unite opere di secoli passati, tutte facenti parte della Collezione d'arte della Banca Popolare di Bergamo. Si sono succeduti soprattutto paesaggi e ritratti, spaziando nei secoli, in un gioco di rimandi. Non è facile capire il reale gradimento del pubblico, dato che l'esposizione è aperta a tutti, anche a chi all'arte è poco avvezzo e in banca ci va per questioni meramente economiche. Ma forse la validità del progetto risiede soprattutto in questo, nel fatto cioè che un luogo tradizionalmente molto “pratico e logico” offre un piccolo incontro poetico, in particolare a chi non ne è naturalmente interessato. L'esposizione è ben curata e il fatto di limitarla a una sola opera valorizza proprio l'idea del percorso verso l'arte che oggi più che mai ha bisogno di tempo e cura. Certo, svelare a poco a poco questi capolavori fa crescere la voglia di una grande mostra che li raccolga tutti insieme, staremo quindi a vedere i prossimi progetti dedicati a questa collezione.