Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (25-30 settembre 2017)

Notizie su Bergamo e provincia (25-30 settembre 2017)
Eventi 28 Settembre 2017 ore 09:00

30 SETTEMBRE

 

1 – Treviglio, 44enne colpito da uno sparo al poligono. È grave

Nel pomeriggio di sabato 30 settembre, alle 15 circa, un uomo di 44 anni è rimasto gravemente ferito a causa di un colpo di pistola mentre si trovava al poligono di tiro di via Casirate a Treviglio. L'uomo stava sparando verso i bersagli con la sua calibro 38 a tamburo quando, per cause ancora da accertare, è partito un colpo verso di lui. Non è chiaro se si tratti di un incidente o di un gesto volontario. Dopo le prime cure sul posto apportategli dai soccorritori accorsi al poligono, il 44enne è stato trasportato d'urgenza all'ospedale con l'elisoccorso.

2 – Teneva venti cani in casa a Verdello, il vicino la denuncia e la donna viene multata

Trecento euro di multa: a tanto ammonta la sanzione inflitta a una donna residente in via delle Campagna a Verdello, rea di tenere nella sua abitazione ben venti cani. La multa è stata comminata perché la donna non aveva comunicato al Comune di avere così tanti animali e ora rischia anche di dover rinunciare ad almeno la metà di questi, almeno stando a quanto previsto dal regolamento regionale applicato nel caso di specie. Il sopralluogo delle forze dell'ordine è avvenuto in seguito alle segnalazioni dei proprietari di alcune attività nelle vicinanze dell'abitazione, esasperati dal continuo abbaiare. Nell’abitazione sono state trovate delle cucce realizzate in prisme di cemento che dovranno essere abbattute perché abusive.

3 – Nella notte tra venerdì e sabato ritirate nove patenti a Bergamo

Nuovi controlli nella notte tra venerdì 29 e sabato 30 settembre a Bergamo contro l’abuso di alcol e droga da parte degli automobilisti. La polizia stradale è intervenuta in Borgo Santa Caterina, via del Lazzaretto, in piazzale Goisis e viale Giulio Cesare. Sono state fermate 22 auto e controllate 38 persone. Ben otto delle persone fermate sono risultate positive ai test alcolemici, mentre altre due sono risultate positive all’uso di droga. Nove, invece, sono state le patenti ritirate.

4 – La guarigione miracolosa di Valentino aiutata dal freno Brembo «a pollice»

Nel miracoloso ritorno in pista di Valentino Rossi ad Aragon, con quinto posto sulla linea d’arrivo e a soli 23 giorni dalla frattura di tibia e perone per un incidente in motocross, c’è anche lo zampino delle soluzioni tecnologiche avanzate della Brembo. Come scrive oggi L’Eco di Bergamo, l’azienda bergamasca ha infatti messo a disposizione del campione un particolare dispositivo frenante che gli ha permesso di azionare il freno posteriore senza ricorrere al pedale premuto dalla gamba destra malata, ma ricorrendo a una leva azionata dal pollice.

5 – Rubava in negozio e rivendeva su Facebook

Rubava merce da un negozio di via Roma, nel centro storico di Treviglio. Borse, portafogli, vestiti. Una certa destrezza caratterizzava i colpi di una casalinga 43enne residente nella Bassa Bergamasca, incensurata. Mai carabinieri, dopo le segnalazione dei gestori dell’esercizio commerciale, hanno dato il via alle indagini. È emerso che la donna, denunciata, rivendeva la merce sul web attraverso Facebook e in particolare rivolgendosi ad un gruppo ristretto di utenti.

6 – La ladra gentile colpisce ancora: restituisce le chiavi dopo il furto

L’hanno già definita la «ladra gentile», perché di colpi ne ha già messi a segno due, con lo stesso metodo. Almeno quelli noti. La donna, definita una «distinta signora», con una scusa si fa dire l’indirizzo di casa, si lascia andare a un’amabile conversazione e riesce e impossessarsi delle chiavi dell’appartamento dalle borsette delle anziane prese di mira. Poi ruba tutto l’oro senza mettere a soqquadro l’abitazione, chiude la porta e restituisce le chiavi alle proprietarie. Il primo colpo alcuni giorni fa in via Sant’Antonino, il secondo in via Coghetti, vittima una pensionata 83enne.

7 - I giochi di una volta per festeggiare le nonne e i nonni

In occasione della festa dei nonni la Presidenza del Consiglio comunale organizza un pomeriggio di giochi e una merenda in compagnia. L’iniziativa si terrà domani, domenica 1° ottobre dalle 15 alle 17.30 nel parco di Palazzo Frizzoni; in caso di maltempo verrà rinviata a sabato 7 ottobre. La partecipazione è libera e gratuita. La festa dei nonni si celebra in tutto il mondo in onore della figura dei nonni e dell'influenza sociale che essi hanno. In Italia è stata istituita nel 2005 come momento per celebrare l'importanza del ruolo svolto dai nonni all'interno delle famiglie e della società, e in questa occasione il presidente della Repubblica assegna annualmente a dieci nonni il «Premio nazionale del nonno e della nonna d'Italia». La Presidenza del Consiglio comunale ha deciso di celebrare la giornata all'insegna dei giochi di una volta: sarà infatti presente il Ludobus Giochingiro, una vera e propria ludoteca viaggiante costituita da un furgone attrezzato con il più svariato materiale, realizzato per la maggior parte con materiali di riciclo. Il Ludobus Giochingiro è inoltre dotato di numerosi giochi ispirati a quelli «di una volta»: grandi giochi in legno, labirinti a biglie verticali, biliardi, trottole giganti, tiri ad anelli, Tangram e tanto ancora. E lunedì 2 ottobre, i Gelatieri Ascom festeggiano i nonni delle case di riposo: 21 gelaterie regalano una dolce merenda agli anziani ospiti delle residenze.

8 – Forza Nuova a Fornovo: «Se arrivano i profughi siamo pronti alle barricate»

«Ci abbiamo provato con la mozione, ma se dovessero arrivare dei profughi qui a Fornovo siamo pronti a fare le barricate in piazza, daremo battaglia su altri canali. A Castione, quando la popolazione è insorta, noi c’eravamo». Ha parlato così, giovedì sera in Consiglio comunale, Oscar Rizzini (Forza Nuova).

 

29 SETTEMBRE

 

1 – Nuove rotte, sospesa quella su Colognola; si procede con le altre

È arrivato anche l'atteso verdetto dell'Arpa sulle nuove rotte all'aeroporto di Orio in vigore dal giugno scorso, suggerite dal Comune di Bergamo e causa di moltissime proteste. Come riferiscono Enac e Palazzo Frizzoni, la Commissione aeroportuale, riunitasi il 29 settembre, ha annunciato la sospensione della cosiddetta rotta PRNAV, ovvero quello pensata per evitare i disagi sul quartiere di Colognola. Le traiettorie tenute dai velivoli, infatti, si sono rivelate incongruenti con quelle pensate dal Comune e approvate da Arpa ed Enac. Le altre, invece, rimarranno intoccate, visto che l'Arpa ha appurato una riduzione della popolazione esposta a più di sessanta Decibel, limite massimo imposto dalla legge. Resta da risolvere, dunque, la questione della rotta PRNAV e, siccome le correzioni che proporrà Sacbo (società gestrice dello scalo) a valle del lavoro di un tavolo tecnico che si riunirà già nei prossimi giorni saranno pubblicati soltanto tra tre o quattro mesi, è probabile, rende noto il Comune, «che la sperimentazione possa continuare, auspicabilmente corretta, oltre i sei mesi che erano stati inizialmente stimati, e quindi proseguire nei primi mesi del 2018».

2 – Zingonia, la Prefettura dà l'ok per l'abbattimento delle torri entro il maggio 2018

Come riporta Bergamonews, a maggio 2018 inizieranno i lavori di demolizione delle famigerate torri di Zingonia. Questo è l’esito dell’incontro svoltosi in Prefettura nella giornata di giovedì 28 settembre, e convocato per gestire la delicatissima fase dello sgombero dei condomini Anna e Athena. Nell'incontro è stato chiarito anche l’iter da seguire: la prossima settimana verranno depositate in Casse depositi e prestiti le indennità provvisorie di esproprio ed entro la fine di ottobre verranno notificati i decreti di esproprio. Successivamente Aler assumerà la piena disponibilità degli immobili e verranno allontanate tutte le persone che non hanno accettato le sistemazioni alternative proposte dai Comuni in altre case Aler. Sarà, questo, un passaggio molto delicato e da gestire con la massima cautela da parte di Amministrazioni e forze dell'ordine. Una volta emesso il decreto di esproprio e quando lo stesso sarà iscritto nei registri immobiliari, Infrastrutture Lombarde indirà la gara d’appalto per le demolizioni.

3 – Gorlago, giovanissima nigeriana denuncia l'uomo che la costringeva a prostituirsi

Era il 2016 quando partì dalla Nigeria, poco più che maggiorenne, per venire in Italia. Qui, infatti, un suo connazionale di 21 anni le aveva promesso una vita migliore. E invece, appena giunta sul nostro territorio, è stata sbattuta sulla strada, a Gorlago. Dopo mesi di violenze e vessazioni, la giovane nigerina ha raccolto il coraggio a piene mani e ha denunciato il suo aguzzino alle forze dell'ordine, le quali, dopo mesi e mesi di indagini, hanno arrestato il 22enne con l'accusa di violenza carnale, sequestro di persona, induzione e sfruttamento della prostituzione.

4 – Sequestrati ben 32 chilogrammi di eroina a Brembate

Giovedì 28 settembre, a Brembate, la Guardia di Finanza di Como ha sequestrato ben 32 chilogrammi di eroina. Nell'operazione è anche stato fermato un uomo, ma le sue generalità non sono state rese note. Stando a quanto riportato da Bergamonews, un grammo circa di eroina veniva venduta per una cifra che si aggirava sui venti euro. Gli inquirenti stimano il volume d’affari in molte migliaia di euro.

5 – Undici tifosi atalantini fermati per delle torce all'ingresso dello stadio di Lione. Sono stati rilasciati stamattina

Che i controlli sarebbero stati molto severi era noto da giorni. Ma il clima di festa che si respirava a Lione in vista dell'attesissima trasferta di Europa League dell'Atalanta andata in scena la sera di giovedì 28 settembre non faceva presupporre nessuna violenza. E infatti tutto è filato via liscio, tranne che per undici tifosi atalantini (tra cui un cittadino tedesco), fermati all'ingresso del settore ospiti poiché in possesso di alcune torce. A questi atalantini non è stato consentito l'ingresso all'impianto e hanno passato la notte in Gendarmeria. Sono poi stati rilasciati soltanto nella mattinata di venerdì 29 settembre.

6 – Tariffa rifiuti scontata alle coppie solo se sposate: unioni civili escluse

Dopo i parcheggi rosa discriminatori, il sindaco di Pontida Luigi Carozzi mette a segno un altro colpo. Come da promessa elettorale, è arrivata la riduzione della Tari, tariffa per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Perché i destinatari di tale riduzione sono solo «i residenti nella Città di Pontida che contraggono un matrimonio civile, un matrimonio concordatario o un altro matrimonio religioso celebrato davanti ai ministri delle confessioni diverse dalla cattolica o un altro matrimonio religioso celebrato davanti ai ministri delle confessioni diverse dalla cattolica riconosciute dallo Stato italiano di cui alla L. 24 giugno 1929, n. 1159». Ovvero, niente unioni civili, né altre unioni religiose non riconosciute dalla legge concordataria. Quindi, chiaro, nessuna riduzione per le coppie gay.

7 - Ryanair, su Orio 1.604 voli in meno da novembre a marzo

Un conteggio significativo quello pubblicato oggi dal Corriere della Sera Bergamo. Da novembre a marzo Orio avrà complessivamente 1.604 voli in meno, come da tabella pubblicata da Ryanar. Il primo a sparire sarà quello da Trapani, il 1° novembre, e quello di ritorno. A grandi linee, di lunedì salteranno i voli su Londra Stansted, Manchester, Bucarest e due su Trapani; il martedì due su Bari, due su Catania e quattro su Trapani; il mercoledì Londra, due su Catania e due su Trapani; il giovedì Londra, Danzica e quattro su Trapani; il venerdì Manchester, Londra, Colonia, due su Trapani e due su Bucarest; il sabato Amburgo, Colonia e due su Trapani; la domenica Salonicco, Amburgo, Madrid e Colonia.

8 – Il Demanio vende l’ex stazione di Ponteranica. Ma serve per il tram

Storie tipicamente italiane, di istituzioni che talvolta non riescono a comunicare adeguatamente. L’Agenzia del Demanio ha messo in vendita l’ex stazione della ferrovia della Val Brembana a Ponteranica e l’area di pertinenza. C’è un problema fondamentale, però: quest’area è inserita nel progetto presentato poche settimane fa dalla società Tranvie Elettriche Bergamasche e sottoscritto dalla Provincia e dai sindaci dei comuni interessati dal tracciato della linea T2, il tram brembano.

9 - Nuova fiera di Treviglio, slitta (ancora) la fine lavori

La fine dei lavori per il nuovo polo fieristico di Treviglio slitta ancora. E avverrà non prima della prossima primavera. Lo ha annunciato l’assessore ai Lavori pubblici Basilio Mangano, in risposta a un’interpellanza presentata dai consiglieri di opposizione Erik Molteni e Cristina Ronchi, preoccupati del fatto che il cantiere è ancora bel lungi dall’essere chiuso.

10 - Ubriachi alla guida, fioccano le denunce nella Bassa

Alla guida ubriachi, raffica di denunce nella Bassa Bergamasca. I controlli a tappeto dei carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno portato al ritiro di diverse patenti e alla decurtazione di decine di punti. A Verdellino, per citare un caso particolare (per l’età del soggetto) i militari della Stazione di Zingonia hanno denunciato in stato di libertà per guida sotto l’effetto dell’alcol un 76enne del luogo, rimasto coinvolto in un incidente fortunatamente senza feriti. L’anziano è risultato positivo all’alcoltest con un tasso pari a circa 1,9 g/l (quasi 4 volte il limite legale). Immediato il ritiro della patente e la decurtazione di 10 punti dallo stesso. Sequestrata anche la sua utilitaria. C’è poi chi di punti ne ha persi venti, con ritiro del documento, per rifiuto di sottoporsi all’alcoltest nonché alla prova tossicologica.

 

28 SETTEMBRE

 

1 - G7 dell'Agricoltura, 300mila turisti. Il ministero mette 400mila euro

Il G7 dell’Agricoltura, a Bergamo dal 10 al 15 ottobre,  costa al ministero - presieduto dal bergamasco Maurizio Martina - 400 mila euro, con l’obiettivo dichiarato di raggiungere il record di 250 mila visitatori italiani e 35-45 mila turisti stranieri nell’arco dei nove giorni. Solo 122mila euro andranno agli chef.

2 - A BergamoScienza l’importanza di lavarsi le mani

Domenica 1 ottobre 2017, dalle 10 alle 18, va in scena a Bergamo La staffetta per l’igiene delle mani, un’iniziativa proposta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di lavarsi le mani per la prevenzione delle infezioni che si contraggono in ospedale. Dipendenti dell’Asst Papa Giovanni XXIII e delle strutture sanitarie pubbliche e private di Bergamo, studenti delle professioni sanitarie e di medicina, delle scuole secondarie di primo e secondo grado, cittadini, sono tutti chiamati a partecipare alla staffetta per provare a battere l’attuale record mondiale: 3422 operatori sanitari, realizzato dall’Università di Manipal in India in occasione del Global HandWashing Day dello scorso anno. Due i punti di ritrovo dove i partecipanti potranno ritirare il kit dell’evento: il BergamoScienceCenter in viale Papa Giovanni XXIII e l’Infopoint del Festival in piazza della Libertà. Da qui si disporranno in fila fino a raggiungere il punto di igienizzazione sul Sentierone di fronte al Teatro Donizetti, dove riceveranno come testimone da un altro partecipante il dispenser con la soluzione alcolica per eseguire i 6 movimenti corretti di igienizzazione delle mani.

3 - Troppe violenze sui treni. Grimoldi, Lega Nord: serve l’esercito

Lunedì sera una donna è stata aggredita e malmenata da un gruppo di magrebini sulla tratta dell’alto milanese tra tra Busto Garolfo e Parabiago, ieri a Verdello, nella bergamasca, un immigrato africano senza biglietto reagisce all’invito del controllore a scendere dal vagone insultandolo, minacciandolo e sputandogli in faccia. «I treni delle tratte lombarde continuano ad essere un far west dove passeggeri e controllori sono in balia di immigrati stranieri – ha commentato l’onorevole Paolo Grimoldi (Lega Nord) – La Regione Lombardia, a sue spese, sta pagando un servizio di vigilanza privata sui treni lombardi e nelle stazioni ma è evidente che serve di più».

4 - Mesi di violenza domestica continua. Lei finisce in ospedale, lui in carcere

È stato arrestato ieri dai carabinieri un 58enne italiano, residente a Verdellino. La vicenda si trascinava da tempo. I carabinieri hanno ricostruito lunghi mesi di violenze, lesioni e umiliazioni pressoché quotidiane. Sputi e insulti si trasformavano spesso per la donna, molto più giovane di lui, in botte, ogni volta che la ragazza non lo assecondava nelle sue richieste. Una violenza continua. L’uomo, ai domiciliari per droga, non le dava tregua. E in prigione c’era lei, chiusa tra le quattro mura di casa. Nei giorni scorsi l’ennesimo episodio, particolarmente violento. La donna è finita ricoverata per tre giorni in ospedale e la gravità della situazione familiare è stata palese. I Servizi Sociali e il Centro Antiviolenza sono subito intervenuti per dare supporto e sostegno psicologico alla donna maltrattata. Su richiesta dei carabinieri, ieri è anche finalmente stato ordinato dall’Autorità giudiziaria il provvedimento restrittivo di conversione dei domiciliari in carcere. «Ancora una volta è importante sottolineare come sia fondamentale denunciare tempestivamente ai carabinieri ogni situazione di abuso e violenza, anche quando tutto ciò si consuma all’interno delle mura domestiche o comunque nei contesti relazionali affettivi», è il consiglio dell’Arma trevigliese, guidata dal capitano Davide Papasodaro.

5 – Era un profugo il giovane trovato morto in via San Bernardino

Si chiamava Ebrahima Jadama, aveva 23 anni, era un profugo del Gambia. Il giovane trovato morto la scorsa settimana nell’ex Gres di Bergamo, via San Bernardino, era partito dopo la morte del padre. Arrivato in Italia lo scorso anno, in ottobre era stato portato alla struttura d’accoglienza di Cene. Aveva cominciato a trascorrere sempre più tempo a Bergamo, in attesa che la sua richiesta d’asilo venisse i meno accettata. Era stato scoperto con della droga e denunciato per spaccio.

6 – Classifica dei sindaci più amati, Gori scende dal 1° al 5° posto

Lo dicono tutti, prima o poi, le classifiche lasciano il tempo che trovano. Giorgio Gori l’aveva già detto lo scorso anno, quando era risultato il sindaco più amato d’Italia secondo Index Research. Lo ribadisce ora, naturalmente, che ha perso posizioni fino a scendere al quinto posto, che è comunque un bel viaggiare, visto che sono più di cento i sindaci delle città capoluogo di provincia. In vista della bagarre delle regionali, invece, si segnala la risalita di Maroni tra i presidenti di Regione: è all’undicesimo posto, mentre nelle rilevazione precedente navigava a fondo classifica.

7 – Le piste ciclabili in città si arricchiscono di segnaletica e nuovi tratti

Ora perdersi sulle ciclabili in città, quando si devono forzatamente interrompere per l’attraversamento di un «ostacolo», dovrebbe essere più difficile. Una cinquantina di cartelli stradali sono stati appesi  per indicare i percorsi. C’è la linea blu, che va dal centro al Monterosso. E quella rossa, da via San Lazzaro a Longuelo. C’è un pallino rosso o un o blu sui cartelli: dipende dal percorso. Il simbolo delle due ruote, però, aiuta.

8 – Tre rom derubano un’anziana, visti da un passante: arrestati

Tre rom ieri attorno all’ora di pranzo, in via dei Carrozzai, hanno derubato una signora anziana con problemi di salute. Un cittadino però li ha notati e inseguiti, poi ha chiamato la polizia. Gli agenti sono riusciti a bloccarli ed arrestarli. Questa la tecnica: una donna ha fatto finta di avere un neonato tra le braccia e ha chiesto l’elemosina all’anziana signora, mentre il suo complice, ha aperto la borsa alla donna, prendendo il portafoglio. Il terzo uomo faceva da palo. «La Questura di Bergamo rivolge il suo ringraziamento al volenteroso cittadino che, grazie ad un altissimo senso civico e con sprezzo del pericolo si è attivato seguendo gli autori del furto contattando immediatamente la Polizia di Stato», ha scritto la polizia di Bergamo.

 

27 SETTEMBRE

 

1 - Ryanair, tagliate altre 34 tratte aeree fino a marzo. Coinvolti 400mila passeggeri

Ryanair annuncia nuove cancellazioni. A partire da novembre fino a marzo 2018 non voleranno 25 aerei, con un conseguente taglio di 34 rotte, di cui 11 italiane (ma Orio non è coinvolto). Una decisione che lascerà a terra circa 400mila persone che hanno già effettuato la prenotazione. Lo ha annunciato la stessa compagnia aerea spiegando che la misura ha lo scopo di rallentare la crescita prevista per la stagione invernale: riducendo il programma dei voli in maniera controllata – spiega Ryanair – sarà possibile «eliminare ogni rischio di ulteriori cancellazioni, perché un rallentamento della crescita crea molti aerei e equipaggi di riserva nelle 86 basi» della compagnia previste per quest’inverno. La carenza di equipaggi era stata infatti la causa dei 2mila voli già annullati da settembre fino a fine ottobre. Contestualmente la low cost irlandese ha annunciato che non porterà avanti l’interesse per Alitalia. Cancellazioni di singoli voli sono però ancora possibili, anche da Orio.

2 - È Riccardo Frizza il direttore Musicale del festival Donizetti Opera di Bergamo

Si arricchisce di una nuova figura di riferimento il festival Donizetti Opera: il direttore d’orchestra Riccardo Frizza che assume il ruolo di direttore musicale. Lo hanno annunciato l’Assessore alla cultura del Comune di Bergamo Nadia Ghisalberti, il direttore generale della Fondazione Teatro Donizetti Massimo Boffelli con il direttore artistico della Fondazione Donizetti Francesco Micheli e il direttore scientifico Paolo Fabbri. L’impegno del nuovo Direttore Musicale si concretizzerà subito nella preparazione del festival 2018 durante il quale sarà anche impegnato sul podio.

3 - Supermercato24, leader della spesa online, arriva anche in provincia 

Supermercato24, la piattaforma per la spesa online con consegna a domicilio, ora arriva in 10 nuovi comuni della provincia bergamasca. Da oggi infatti gli abitanti di Bonate Sotto, Bottanuco, Cavernago, Chignolo D’Isola, Cologno al Serio, Ghisalba, Pontirolo Nuovo, Spirano, Suisio e Zogno, potranno fare la spesa online e vedersela recapitare a casa anche in un’ora, unendosi così agli oltre 5.000 utilizzatori bergamaschi del servizio. L’innovazione della piattaforma Supermercato24 sta nel mettere direttamente in contatto chi desidera ricevere la spesa con persone – i personal shopper – che fanno fisicamente la spesa al loro posto e nel loro supermercato di fiducia, e la consegnano in giornata e anche entro un’ora, con un costo di consegna di soli 4,90 euro, indipendentemente dall’importo speso.

4 – Oltre 4.700 per 533 posti da supplente. Liberi professionisti, corsa alla cattedra

L’insegnamento è tornato di moda, soprattutto se non ci sono grandi alternativa. È quanto emerge dalle candidature per 533 posti da supplenti nelle scuole statali a livello provinciale: sono state 4.715. La novità è la percentuale elevatissima di professionisti – soprattutto avvocati e architetti - coinvolti. Sulle 4.715 richieste, appena 341 sono di docenti abilitati, mentre le restanti 4.374 riguardano la terza fascia, quella dei richiedenti senza abilitazione.

5 – Assegni sociali ma vivono all’estero: 7 denunce e 3 multe

L’assegno sociale è dovuto solo se si risiede in Italia. Altrimenti niente. Nella Bergamasca sono stati scoperti 10 stranieri che continuavano a percepire dall’Inps i 450 euro al mese (con tanto di tredicesima) nonostante si fossero traferiti stabilmente all’estero. A scoprirli la Guardia di Finanza in collaborazione con l’Inps nell’operazione People Out contro le truffe ai danni dello Stato.

6 – La Domus lascia Piazza Dante, sarà spostata ad Astino

Dopo quasi tre anni di permanenza in piazza Dante e tante polemiche – era nata per Expo 2015 - la Domus si sposta ad Astino. Sono partite stamane le prime operazioni di smontaggio del parallelepipedo di acciaio e vetro. Sarà impiegata come centro servizi, a valle dell’ex monastero, vicino ai parcheggi dalla fondazione Mia.

7 – Attacco hacker a Palazzo Frizzoni, ridda di mail impazzite

Mail impazzite, sms senza senso, anche in inglese, con mittente il Comune di Bergamo. Ieri c’è stato un attacco hacker alla Gastone Crm, società che gestisce il servizio Filodiretto per Palazzo Frizzoni, che permette al cittadino di inviare segnalazioni, proposte e reclami direttamente all’ufficio competente, via web. La Gastone ha assicurato che i dati degli utenti non sono in pericolo. L’assessore all’Innovazione, Giacomo Angeloni, ha però preferito convocare una riunione per valutare le azioni da intraprendere per tutelare i cittadini iscritti ai servizi web del Comune.

8 - L’agricoltura bergamasca protagonista a Geo & Geo con Marco Delbono di Ardesio

La storia imprenditoriale di Marco Delbono, un allevatore di Ardesio, verrà raccontata oggi durante la trasmissione Geo & Geo in onda su Rai 3 a partire dalle ore 16.30 circa. Formaggi bovini e caprini, antichi cereali e la novità dell’agribirra verranno presentati mentre Marco racconterà la storia della sua azienda, denominata Prat de Bus, che ha puntato sulla multifunzionalità per crescere  e svilupparsi e oggi è punto vendita di Campagna Amica, partecipa ai farmers market di Coldiretti e si è dotata di un negozio ad Ardesio.  Accompagnato dalla conduttrice Sveva Sagramola, Marco parlerà delle esperienze lavorative che ha maturato nel corso degli anni fino ad arrivare a concretizzare il suo sogno: la realizzazione di un’azienda agricola nel suo territorio di origine.

 

26 SETTEMBRE

 

1 - Domani apre l'Esselunga a Celadina. Assunte 95 persone, 800 i parcheggi

Esselunga apre domani il nuovo superstore di Bergamo alla Celadina in via Borgo Palazzo: il negozio, con 2.500 metri quadri di superficie di vendita, è dotato di un parcheggio a raso e interrato, su due piani, in grado di ospitare oltre 800 autoveicoli. All’interno del nuovo negozio saranno impegnati 126 addetti: da sottolineare che questa apertura ha prodotto un importante impatto occupazionale sul territorio, con l’assunzione di 95 persone della zona. Si tratta del 157esimo negozio d'Italia e il terzo della città di Bergamo, dopo via Corridoni e via San Bernardino.

2 - Tragedia a Formenterà: morto 26enne bergamasco in un incidente

Paolo Avogadri, 26 anni, viveva a Ibiza da 15 anni. Ma era bergamasco. Nella notte tra domenica e lunedì ha perso la vita in un incidente stradale avvenuto sull’isola di Formentera. Secondo una prima ricostruzione, pare che Avogadri abbia fatto tutto da solo, sbandando mentre era alla guida della propria Bmw e finendo la corsa contro un muro.

3 - Sul treno senza biglietto, urla e sputi al controllore a Verdello

Era in viaggio sulla tratta Milano-Bergamo, ma non aveva con sé il biglietto del treno. Così il controllore lo ha fatto scendere alla stazione di Verdello. Una decisione che all’uomo non è decisamente piaciuta. Appena sceso sulla banchina in stazione, anziché andarsene, ha dato il meglio di sè. L’uomo, molto alterato, ha iniziato ad inveire contro il personale delle ferrovie. Urla, minacce, improperi e persino sputi all’indirizzo del controllore. Il suo atteggiamento ha suscitato l’indignazione dei passeggeri che gli hanno intimato di smetterla. Qualcuno, per testimoniare l’accaduto, ha anche fatto un video dal finestrino. Solo dopo che il treno è ripartito, lasciandolo in stazione, l’uomo ha deciso di andarsene a piedi. I fatti risalgono a stamattina.

4 – Indagato per la morte di Bara preso a pugni sabato in un bar

Erano in tre, l’hanno aggredito e preso a pugni all’una della notte tra sabato e domenica in un locale di Paladina, sulla Villa d’Almé-Dalmine. Portato all’ospedale di Ponte San Pietro, è stato giudicato guaribile in 7 giorni7 giorni. Vittima dell’aggressione uno dei tre accusati per la morte di Bara, il ragazzo senegalese caduto in un burrone a Ubiale Clanezzo il 22 luglio, mentre cercava di seminare gli inseguitori. Per scovare i responsabili dell’aggressione i carabinieri si sono orientati sulla cerchia di amicizie di Bara.

5 – Il Donizetti riapre prima dei lavori per ospitare BergamoScienza

Chiuso per restauro, ma con 764 sedie ignifughe (visto che le poltroncine sono state smontate e vendute, come è noto) la platea del Teatro Donizetti torna a vivere ancora per qualche giorno. Lo fa per una manifestazione di primo piano, Bergamoscienza, che fino al 15 ottobre ospita scienziati di primo piano (c’è anche un Nobel).

6 - Spacciava in auto a Osio Sotto, 35enne arrestato dai carabinieri

È stato arrestato in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti un marocchino 35enne, irregolare sul territorio nazionale e con alle spalle già altri precedenti di polizia specifici, catturato ieri sera dai carabinieri della stazione di Osio Sotto. I militari dell’Arma, durante un ordinario pattugliamento del territorio, hanno individuato un’autovettura sospetta in via Einaudi a Osio Sotto, e hanno deciso di procedere a un controllo. Il magrebino è stato trovato in possesso di circa 20 grammi di cocaina, nonché di una dose poco prima spacciata a un 31enne di Osio Sotto presente in auto insieme all’extracomunitario.

7 - Vivevano in undici in un appartamento (occupato) a Zingonia

I carabinieri della Compagnia di Treviglio, a sorpresa, hanno effettuato oggi un nuovo blitz a Verdellino, e precisamente in un appartamento occupato abusivamente in una delle 4 torri di via Oleandri a Zingonia. I militari della locale stazione, con il supporto del Norm, hanno fatto irruzione in un’abitazione segnalata dall’ufficiale giudiziario che ha in custodia l’immobile. Ben 11 cittadini nigeriani, con un’età compresa tra i 18 ed i 30 anni, 6 uomini e 5 donne, sono stati identificati e denunciati a piede libero per invasione di edifici. Tre di loro sono risultati irregolari sul territorio nazionale e quindi denunciati anche per il reato di clandestinità, e accompagnati in Questura a Bergamo per l’espulsione amministrativa.

8 – Trappole sulle piste per mountain bike a Entratico

Per evitare agli appassionati di usare i percorsi delle mountain bike si arriva fino a gesti di delinquenza. Nella zona della Buca del Corno, a Entratico, alcuni volontari impegnati nella pulizia dei sentieri hanno trovato semi interrate nel terreno quattro lame dentate lunghe 30 centimetri, arrugginite. Oltre alle biciclette avrebbero potuto far male a escursionisti a piedi. Un gesto incomprensibile, ancor più dei cavi tirati sulle piste sterrate per moto, che rappresentano comunque un atto criminale.

 

25 SETTEMBRE

 

1  - Movimento Animalista arriva a Bergamo. L'ha fondato Michela Brambilla a maggio

Movimento Animalista arriva a Bergamo. Fondato nel 2017, è il primo soggetto politico italiano nato col preciso intento di dare voce e diritti a chi i diritti non li ha: gli animali. Il movimento è stato inaugurato a maggio a Milano, ed è guidato dalla deputata di Forza Italia Michela Brambilla. La responsabile di Bergamo e provincia è Marta Rossi (l'ultima a destra nella foto), fisioterapista, volontaria animalista, fa parte dell’associazione Leidaa Bergamo. Il vice è Bruno Boffelli, anche lui appassionato di animali, così come tutti i delegati nei diversi Comuni che ne fanno parte. «Il movimento ha nella difesa degli animali i suoi punti principali – ha detto la delegata Rossi –. puntiamo sull’abolizione della caccia, un argomento scottante visto che proprio domenica si è aperta la stagione, con nostro grande rammarico. Siamo contro gli allevamenti intensivi; vogliamo che gli animali siano riconosciuti nella costituzione come esseri senzienti. Che sia istituita una mutua veterinaria per quelle persone che hanno animali in casa ma che non possono pagare le cure. Riteniamo che le leggi in difesa degli animali esistenti non siano sufficienti. In numerosi casi di maltrattamento e uccisioni non ci sono state le giuste pene. Chiediamo che le leggi a riguardo vengano inasprite». Il movimento però non si batte solo in difesa degli animali, ma si apre alla politica. «Stiamo costituendo gruppi di delegati in ogni Comune, per rendere il Movimento più capillare possibile – continua Rossi – e creeremo un programma politico di stampo liberale per presentarci nelle campagne elettorali. Puntiamo a farci conoscere il più possibile perché siamo un gruppo nuovo, fino a maggio non esistevamo. E la gente è sfiduciata dalla politica». E la delegata lancia l’appello: «Stiamo cercando delegati per avere una persona di riferimento in ogni Comune – ha detto Rossi – Persone amanti degli animali che vogliano tutelarli di più e concretamente. Chi è interessato può contattarci anche per candidarsi alle elezioni con il nostro movimento. Attualmente sono questi i nosti obiettivi, pochi ma consistenti». Per contattare il Movimento Animalista: 3271064050 o alla pagina Facebook.

2 - Lavori consistenti: la strada della Val Taleggio non riaprirà a breve

Il servizio Viabilità della Provincia comunica che la strada provinciale 25 rimane chiusa per i danni provocati dalla frana di circa 3.500 metri cubici di roccia crollata questa mattina nella località Orridi in comune di Taleggio. Da una prima verifica dei tecnici della Provincia trattasi di lavori consistenti di consolidamento del fronte roccioso e di rimozione della roccia e ricostruzione del muro di sostegno, interventi che richiederanno un certo lasso di tempo. Non è quindi prevista la riapertura della strada a breve.

3 - Falco pellegrino salvato dai ragazzi di Legambiente a Cividate al Piano

Un falco pellegrino ferito da una fucilata è stato trovato sabato tra i cespugli a Cividate al Piano, durante la pulizia del parco Restello lungo il fiume Oglio. Il rapace è stato consegnato al Wwf e ora sta bene. Ma in corpo aveva 26 pallini di piombo.

4 – Frana agli Orridi della Val Taleggio. Enormi massi bloccano la strada

La strada provinciale 25 è chiusa per una frana di circa 3.500 metri cubici di roccia crollata questa mattina nella località Orridi in Val Taleggio. I Comuni di Taleggio e Vedeseta, rimasti parzialmente isolati, sono raggiungibili attraverso la S.P. 24 Valle Brembilla da mezzi con limite di carico di 5 tonnellate per l'obbligato transito sul ponte Bailey. I mezzi leggeri possono in alternativa transitare dal culmine di San Pietro, tra la Valle Taleggio e la Val Sassina. I tecnici della Provincia sono sul posto per le opportune verifiche del caso e la valutazione sulle opere e misure da adottare.

5 - Nuova illuminazione pubblica in diversi quartieri della città

L’illuminazione pubblica arriva in dieci nuovi punti della città, luoghi in cui è attualmente assente o giudicata insufficiente: l’Amministrazione comunale di Bergamo avvia oggi il piano d’implementazione della luce pubblica per il 2017, 300mila euro che proseguono di fatto il lavoro iniziato lo scorso anno con un intervento simile. Nel 2016 infatti nuove luci sono state installate dai tecnici incaricati dai Lavori Pubblici del Comune di Bergamo sulla pista ciclopedonale che collega via Borgo Palazzo con via David, lungo la scaletta a Monterosso, in via Finazzi (in un tratto della quale la pubblica illuminazione era attesa da molti anni) e in altri otto diversi luoghi della città con un investimento di circa 300mila euro. Nelle prossime settimane i Lavori Pubblici del Comune di Bergamo porteranno luce in via Mascagni e nell’area verde di via Mattioli a Longuelo, in via Santa Croce a Grumello del Piano, lungo il percorso ciclopedonale di Colognola, nel parcheggio di viale Giulio Cesare, sulla salita dello Scorlazzino sui colli di Bergamo, in via Roccolino a Valverde, in via Pacinotti a Monterosso, nell’area verde di via Boccaleone e infine in via dei Ghirardelli, non lontano dallo stadio Atleti Azzurri d’Italia. Le luci saranno tutte con la nuova tecnologia a Led: il 2016 è stato l’anno in cui il Comune di Bergamo e A2A hanno convertito quasi 15mila punti luce al Led, sostituendo quasi la totalità delle lampade di illuminazione pubblica di Bergamo Bassa.

6 – Rapina una prostituta e la getta dall’auto in corsa, arrestato

Aveva adescato una prostituta sulla Francesca, poi l’aveva rapinata minacciandola con una pistola. Arrestato un 52enne di Bolgare. I fatti risalgono allo scorso 10 agosto, notte si San Lorenzo, ma solo in questi giorni i carabinieri sono riusciti a identificare e arrestare l’aggressore. Vittima della violenza, avvenuta a Ghisalba, una prostituta albanese di 32 anni adescata lungo la provinciale Francesca. Era stata proprio lei, poco dopo, a denunciate il tutto ai carabinieri. Un uomo, sconosciuto, l’aveva adescata con la scusa di voler consumare un rapporto sessuale con lei, ma una volta salita in auto è stata in trappola: il suo aguzzino ha chiuso le sicure ed è partito. Una volta in auto, infatti, il 52enne ha estratto una pistola e l’ha puntata contro la prostituta minacciandola. Non solo. L’ha aggredita con violenza tirandole i capelli e riuscendo, alla fine, a farsi consegnare il cellulare, i documenti e 150 euro in contanti che la ragazza aveva con sé. Poi, però, non contento, l’ha scagliata fuori dall’auto in corsa abbandonandola sulla strada. Dopo la violenza, la donna denunciò l’accaduto ai carabinieri, fornendo anche un identikit del suo aggressore. Da qui iniziarono quindi le serrate indagini dei militari della compagnia di Treviglio, per individuare l’autore della rapina, coordinate dal sostituto procuratore Fabrizio Gaverini. Accertamenti incrociati, sia di natura tecnica che tradizionale, hanno consentito ai carabinieri della stazione di Romano di Lombardia di individuare il protagonista della violenta rapina, un 52enne italiano disoccupato, già noto alle Forze dell’ordine per i suoi precedenti penali anche specifici e residente a Bolgare. Stamattina, all’alba, è scattata l’operazione che ha portato alla cattura del rapinatore a casa sua dove è stato raggiunto dall’esecuzione di un ordinanza di custodia cautelare applicativa del carcere del gip del Tribunale di Bergamo. Il 52enne è stato quindi accompagnato dai militari dell’Arma in carcere a Bergamo in attesa dell’udienza di convalida prevista nei prossimi giorni. Le contestazioni a suo carico sono di rapina aggravata.

7 – I plinti di cemento restano in strada per ore dopo la festa in Borgo Palazzo

Sono fioccate segnalazioni per quanto è accaduto ieri in via Borgo Palazzo. C’è stata la festa della via, molto partecipata come sempre. C’erano i cubi di cemento per la sicurezza, come ormai siamo abituati a vedere da settimane. Però, quando la strada è stata riaperta, sono rimasti lì, i cubi, fino a mezzanotte circa, in mezzo alla strada, rappresentando un pericolo  per auto e pedoni.

8 – Morto Angelo Mainetti, fondatore dell’Associazione per il rilancio della bicicletta

Se n è andato a 90 anni l’avvocato Angelo Mainetti, storico fondatore dell’Associazione per il rilancio della bicicletta (Aribi) di Bergamo ormai 36 anni or sono. Paladino della due ruote in città, ha sempre seguito con determinazione e affetto le iniziative della sua «creatura». Il consiglio direttivo insieme ai co-fondatori, ai presidenti che si sono succeduti in questi e al presidente onorario Felice Gimondi sono vicini alla moglie Agnese e alla famiglia.