Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (3-8 aprile 2017)

Notizie su Bergamo e provincia (3-8 aprile 2017)
Eventi 06 Aprile 2017 ore 09:43

8 APRILE

 

1 - Online il nuovo video di Elisa nel Grand Hotel di S. Pellegrino

Online il video di Elisa girato al Grand Hotel di San Pellegrino. La canzone si intitola Fire in The Dark e il video è stato girato negli scorsi mesi nello storico albergo della Val Bremabana, al centro (finalmente) dei primi lavori di ristrutturazioni in attesa di un rilancio. Si vedono facciata, la scalinata, la suggestione degli interni, chiusi da 38 anni.

2 - 25 nuove farmacie in provincia. Anche alla Grumellina

Sul sito della Regione è stato pubblicato l’esito del concorso per l’assegnazione delle nuove sedi di farmacie a livello regionale e provinciale. Per la provincia di Bergamo ci saranno 25 nuove aperture (e non 75, come sembrava in un primo momento). In città, da segnalare la novità di Grumello al Piano, che così non dovrà più far riferimento a Lallio o al Villaggio degli Sposi.

3 - Ruba pc a Media World di Curno e aggredisce vigilante

Ieri alle 18 è entrato al Media World del centro commerciale di Curno in compagnia di un complice lituano e ha preso un pc del valore di 1.700 euro, da cui ha staccato la placca antitaccheggio. Un addetto alla sorveglianza però ha visto all'opera il 40enne georgiano, e alle casse l'ha bloccato. Per tutta risposta, il ladro gli ha rifilato un pugno sul volto. Però il vigilante, aiutato da un collega, è riuscito a bloccarlo. Lui e il complice. Processati per direttissima con l'accusa di rapina impropria, sono stati rimessi in libertà in attesa della nuova seduta, in programma il 27 aprile.

4 - Edilizia, scoperta frode fiscale per 650mila euro

I finanzieri della Brigata di Sarnico, al termine di una verifica nei confronti di una società di Grumello del Monte, operante nel settore della «costruzione di edifici residenzialie non residenziali», hanno scoperto oltre 650 mila euro di base imponibile sottratta a tassazione. Sono state denunciate due persone per frode fiscale.

5 - Si è spento a 85 anni il fondatore di «Ol Disnà»

Ha fondato «Ol Disnà», servizio volontario grazie al quale gli anziani di Bergamo possono avere la consegna dei pasti a casa. Partendo dal suo quartiere, Valtesse, e arrivando all'intera città e oltre. Gino Pecchi è scomparso ieri all’età di 85 anni all’ospedale Papa Giovanni dov’era ricoverato da un paio di settimane.

 

7 APRILE

 

1 - Calci e pugni all'agente della Polfer che l'aveva trovato senza biglietto

Tempi duri per gli agenti in servizio sui treni locali. Basta vedere ciò che è accaduto oggi. Alle 15 un uomo che viaggiava a bordo del Cremona-Treviglio è stato trovato privo di biglietto poco prima dell'arrivo alla stazione centrale del centro della Bassa. Il 35enne, nigeriano, non aveva neppure con sé i documenti personali: ha dapprima tentato di fuggire, ma dopo un breve inseguimento a piedi è stato raggiunto dall’assistente capo della Polfer. La reazione? Calci, pugni, gomitate. Poi, con l'aiuto di un altro poliziotto, il nigeriano è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Sette i giorni di prognosi per l'agente aggredito.

2 - La pizza al trancio di Spontini arriva in centro il 13 aprile

Le occasioni per mangiare una buona pizza a Bergamo stanno lievitando a dismisura. Dopo le varie scorpacciate di veraci napoletane o meno, adesso arriva quella al trancio, rinomata però. Garantisce Spontini, catena leader del settore, che il 13 aprile apre in via Papa Giovanni un locale su due piani, con ben 250 metri quadrati dedicati alla clientela. Duecento i coperti a sedere, più una trentina di posti in piedi. Il piano interrato è dedicato agli amanti dello sport: la sala è, infatti, arredata con megaschermi dove verranno proiettati gli eventi sportivi più importanti. PIù avanti, poi aprirà un secondo Spontini, sulla Corsarosa di Città Alta.

3 - Dalla Regione un milione e mezzo l'anno per l'ospedale di San Giovanni Bianco

«Come al solito Regione Lombardia dimostra la sua massima attenzione per gli ospedali di montagna che si concretizza con un impegno preciso e concreto. Lunedì approveremo in Giunta una delibera che prevede uno stanziamento complessivo di 1 milione e mezzo di euro all’anno per il potenziamento dell’ospedale di San Giovanni Bianco». Parola dell’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, che proprio stamattina ha visitato stamattina la struttura sanitaria di San Giovanni Bianco.

4 - Spaccio di droga e possesso di armi. Arrestato ex maresciallo di Stezzano

È stato il comandante della stazione dei carabinieri di Stezzano fino al 2014. Fino a ieri, invece era comandante del Nucleo operativo radiomobile di Cassano d’Adda. Sì perché ieri il maresciallo aiutante Raimondo Manelli, 57 anni, è stato arrestato ieri dai suoi colleghi della Compagnia di Monza. Il sottufficiale sarebbe accusato di aver ceduto parte della droga che veniva sequestrata durante le operazioni.Si parla anche di un possibile possesso di armi.

5 - Bassa, meccanico abusivo pizzicato dalla Guardia di Finanza

Nei giorni scorsi, i militari della Guardia di Finanza di Treviglio, nell’ambito dei servizi di controllo economico del territorio, hanno scoperto un’autofficina abusiva operante in un comune della Bassa Bergamasca. Il gestore dell’attività è risultato esercitare da anni il mestiere di autoriparatore al piano interrato della propria abitazione, in assenza della prevista comunicazione alla Camera di Commercio e dei titoli autorizzativi normativamente prescritti per tale professione. È emerso, altresì, che quest’ultimo era sì titolare di partita Iva, ma per l’esercizio di una generica attività professionale e, nel contempo, risultava dipendente di un’azienda operante nel settore automobilistico. Ad attirare l’attenzione dei finanzieri sono stati sia il pressoché insignificante volume d’affari dichiarato dal soggetto con la propria partita Iva, sia gli elevati consumi di energia elettrica rilevati presso il suo domicilio, sicuramente non congrui per un’abitazione di tipo privato.

6 - Seriate, strade pulite dopo gli incidenti e piazza Bologni a lucido

L’amministrazione comunale di Seriate ha stipulato con la ditta Mpm srl una convenzione per il ripristino delle condizioni di sicurezza a seguito di incidenti stradali. Come prevede il codice della strada, l’ente proprietario o il gestore dell’infrastruttura stradale deve difatti provvedere a ripristinare, nel minor tempo possibile, le condizioni di viabilità e di sicurezza dell’area interessata da incidenti stradali, nonché assicurare il ripristino dello stato dei luoghi per garantire la sicurezza delle persone nella circolazione viabilistica e la tutela ambientale. Mom fornirà anche gratuitamente il servizio di lavaggio e sanificazione di Piazza Bolognini, in date da concordare con l’Amministrazione.

7 - Il dormitorio nell'ex convento del Galgario verrà ristrutturato

Aveva bisogno di un maquillage. A maggio prende il via il cantiere del dormitorio nell’ex convento del Galgario, che diventerà un luogo bello e ancora più accogliente. I lavori dureranno un anno. Ieri il progetto esecutivo è stato approvato dalla Giunta di Palafrizzoni. La struttura è di proprietà del Comune ma a gestirla, da 10 anni, è Caritas Diakonia che vi investirà, in questa prima fase, 1 milione 520 mila euro. Durante i lavori, l’accoglienza resterà operativa.

8 - Patteggia un anno e sei mesi l'investitore della bergamasca uccisa a Biella

Il 4 luglio del 2016 ha travolto e ucciso con la sua Bmw Marica Messi, 29 anni, bergamasca originaria di Brembate Sopra, in provincia di Biella. Ieri A.T., 28 anni, ha patteggiato una condanna di un anno e sei mesi. La vittima stava facendo jogging a Benna, dove si era trasferita con il fidanzato con cui avrebbe dovuto sposarsi l’estate scorsa. Il patteggiamento è arrivato a seguito del pagamento del risarcimento dall'investitore alla famiglia della vittima.

 

6 APRILE

 

1 - 94enne investita da uno scooter. Deceduta per le ferite riportate

Terribile incidente a Treviglio, in viale Monte Grappa (la circonvallazione interna) intorno alle 14.30, in corrispondenza dell’attraversamento pedonale che collega la multisala Ariston al polo scolastico Zenale e Butinone e il liceo Weil. Una donna di 94 anni è stata travolta da uno scooter guidato da un 64enne. È morta per le ferite riportate nell'incidente

2 - Senso civico e intuito: riconsegnati alla proprietaria i gioielli rubati

Una storia che comincia con un furto si conclude con un finale positivo, grazie anche al senso civico della titolare del bar Haiti di piazza Pontida e all’impegno di un agente della Polizia Locale di Bergamo. La mattina di lunedì 3 aprile la titolare del bar Haiti si presenta al Comando della Polizia Locale di via Coghetti consegnando un sacchetto ritrovato nella toilette del bar la sera precedente. Il sacchetto, contenente un gran numero di monili in argento tra cui collane, bracciali, orecchini, scatoline in argento, non recava alcun indizio di riconoscimento se non la scritta Claretta sul coperchio di una delle scatoline. L’indizio ha fatto scattare lo spirito investigativo dell’agente dell’ufficio oggetti smarriti della Polizia Locale: tramite una ricerca anagrafica, ha estratto i nominativi di quattro donne di nome Claretta. Dal momento che due sono ormai residenti in un altro comune, l’agente si è concentrato sulle altre due. Contattando i parenti della prima Claretta, una donna molto anziana, l’agente è stata rassicurata che la signora non aveva subito alcun furto o truffa. Centro invece con il secondo tentativo: la signora Claretta racconta che domenica 2 aprile, approfittando dei ponteggi per lavori sulle facciate, dei ladri sono penetrati nel suo appartamento e in quello del suo vicino, rubando tra le altre cose i monili ritrovati. La signora Claretta, felicissima e molto sorpresa, ha così potuto ritirato i suoi averi nella mattinata di mercoledì 6 aprile.

3 - Libanese aveva 45mila euro non dichiarati nel bagaglio a mano

Viaggiava con ben 45 mila euro nel bagaglio a mano. Denaro che il libanese non aveva dichiarato. A scoprire la cifra i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Bergamo in servizio a Orio al Serio nel corso dell’attività di contrasto agli illeciti valutari con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza.

4 - Quattro pitbull e un machete. Dorme in ditta e sventa i furti

Altro che antifurto. Giancarlo Moroni, di Fara Olivana con Sola, oggi racconta la sua storia a L'Eco di Bergamo: ha aperto la suo officina e punto di rivendita e riparazione di elettro utensili nel 2001, in via Enzo Ferrari, nella zona produttiva di Sola. Ha subìto tre spaccate, con furto di attrezzature per un valore complessivo di poco superiore ai 60 mila euro. Poi, una sessantina di tentativi d’assalto da parte di ladri. Tentativi sventati dalla sua presenza: dal 2005 il 59enne, al quale mancano due mesi per il pensionamento, dorme in officina. Fuori, quattro pitbull. A portata di mano uno dei suoi machete.

5 - Investita sulle strisce, grave una 31enne a Cologno al Serio

È intervenuto anche l'elisoccorso, a testimoniare la gravità delle condizioni della 31enne investita stamattina da un'utilitaria, guidata da una ragazza, sulle strisce pedonali a Cologno al Serio. Erano le 8.40. La giovane è stata trasportata d’urgenza all'ospedale Papa Giovanni.

6 - Contrabbando di sigarette, sei arresti. Passavano da Orio

I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma sono impegnati, fin dalle prime luci dell’alba, nell’esecuzione, tra Milano e Novara, di sei ordinanze di custodia cautelare, di cui tre in carcere, emesse dal Tribunale di Torino nei confronti di un’organizzazione criminale dedita alla sistematica importazione di ingenti quantitativi di sigarette di contrabbando. Le investigazioni, condotte dai finanzieri del Gruppo di Fiumicino e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Torino, hanno permesso di individuare e reprimere un sodalizio criminoso radicato nelle aree centrali di Milano e Novara, composto principalmente da cittadini nordafricani, in particolare egiziani, che, utilizzando come copertura viaggi di carattere familiare, reclutavano corrieri di giovane età, anche minori, per sfuggire ai controlli e introdurre fraudolentemente in Italia ingenti quantitativi di tabacchi lavorati esteri, occultati all’interno di bagagli a mano o da stiva. Le indagini, effettuate anche con l’ausilio di intercettazioni telefoniche, hanno avuto origine da alcuni sequestri di «bionde» effettuati presso l’Aeroporto Leonardo da Vinci di Roma, scalo inizialmente privilegiato dall’organizzazione. Tuttavia, la compagine criminale, avendo perso numerosi carichi a seguito dei molteplici sequestri effettuati, ha poi evitato la tratta romana, tentando di forzare le maglie dei controlli presso altri scali nazionali quali Milano, Torino, Venezia, Bologna e Bergamo. Nel corso dell’attività operativa sono state sequestrate complessivamente 2.700 stecche di sigarette, per un totale di oltre cinque quintali.

7 - Una teleferica sopra le Mura per evitare il passaggio dei camion

Lunga seicento metri, con una portata di sei tonnellate. Necessaria per soddisfare le esigenze di trapsorto dei materiali per il cantiere all’ex parco Faunistico ed evitare il passaggio di mezzi pesanti da Porta Sant’Agostino. Sarà anche protetta da una rete la teleferica in via di installazione a ridosso dei bastioni: passa infatti anche sulla ciclabile del Morla. Meglio evitare che qualcuno si prenda dei sassi in testa.

8 - Allacci abusivi al gas a Zingonia, raffica di sequestri

In questi giorni i carabinieri di Zingonia hanno dato esecuzione a diversi decreti di sequestro emessi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bergamo e quindi apposto i sigilli a diversi contatori del gas a cui erano stati effettuati degli allacci abusivi da parte di occupanti regolari od irregolari di appartamenti, tutti stranieri ed in prevalenza di origine magrebina. L’ipotesi di reato contestata dagli inquirenti è furto aggravato dal mezzo fraudolento in danno della Società erogatrice del servizio.

 

5 APRILE

 

1 - L'Università di Bergamo nella top ten dei giovani atenei a livello nazionale

L'Università degli Studi di Bergamo si classifica al 9° posto tra le 54 università italiane con meno di 50 anni di vita, di cui solo 10 sono inserite nella prestigiosa classifica pubblicata oggi da Times Higher Education dedicata ai giovani atenei selezionati tra 48 paesi. UniBg in meno di un anno ha raddoppiato la sua presenza nei ranking ufficiali dell'autorevole pubblicazione inglese, entrando direttamente nella classifica dei migliori giovani Atenei, piazzandosi al 94° posto nei primi 100 classificati su 200 al mondo. A settembre Londra aveva annunciato l'ingresso dell'ateneo bergamasco al 18° posto sulle 39 Università italiane incluse nel ranking mondiale generale e il suo posizionamento tra il 401° e il 500° posto su 980 Atenei selezionati in tutto il mondo. «Il primo ingresso nelle 200 migliori giovani università mondiali e in particolar modo il posizionamento tra le prime 100 è fonte di grande soddisfazione per tutti noi – commenta il Rettore Remo Morzenti Pellegrini - È molto importante esserci, pur consapevoli che i ranking sono una fotografia parziale della situazione, questo dato sarà un importante stimolo per noi e continueremo a impegnarci come in questi ultimi anni per restare nella classifica e migliorare costantemente».

2 - «Ti tolgo la tristezza dagli occhi». Ma truffava le persone

Identificata e denunciata dalla polizia di Stato, a Treviglio, una donna che truffava le persone vulnerabili, con la scusa di risolvere i loro problemi coinvolgendole in riti e preghiere dove in un foglio bianco, scaldato, apparivano dei messaggi. Contestualmente venivano sottratti i gioielli e il denaro. Dopo gli incontri casuali in strada, con la scusa di aiutare e riuscire a togliere la «tristezza dagli occhi», convinceva a consegnare piccole «offerte» di 10/20 euro per volta, anche per accendere delle candele ed effettuare delle preghiere. Man mano poi, negli incontri casuali successivi, carpendo a poco a poco con astuzia la fiducia, chiedeva in prestito gli oggetti d’oro indossati, quali orecchini, anelli e collane, da far benedire, per poi passare al cellulare ed infine a somme più consistenti di 200/300 euro. Riuscendo alla fine ad introdurre la persona in speciali “riti di purificazione» del costo di alcune migliaia di euro.

3 - Tir ignora l'alt della polizia locale: inseguito e tamponato

Strano incidente stamattina a Treviglio. La polizia locale stava svolgendo normali controlli in Largo Vittorio Emanuele. All'arrivo di un tir, un agente ha alzato la paletta per fermarlo. Ma il pezzo pesante non ha accostato. Immediato l’inseguimento da parte delle forze dell’ordine. In prossimità della rotonda che porta da viale Ortigara in viale Coldilana, a causa del restringimento della carreggiata, i due mezzi si sono scontrati.

4 - Rapina e rissa tra cinque ragazze | dopo una lite accesa in discoteca

Ieri sera a Brembate si è consumata una violenta rissa tra cinque giovani ragazze, tre diciassettenni e due diciannovenni, della zona. Il tutto, secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri del Norm, intervenuti in forze insieme ai militari delle stazioni di Zingonia e Capriate, sarebbe avvenuto per precedenti screzi consumatisi all’interno di una discoteca nei giorni scorsi. Da qui è nata la spedizione punitiva di ieri sera, durante la quale è stata utilizzata anche un’arma impropria, una catena metallica. Durante la violenta rissa, due delle protagoniste hanno subito pesanti lesioni, con prognosi di 10 e 15 giorni. Non solo: due ragazze anche rapinato una delle amiche coinvolte, 19enne, del telefono cellulare, dandosi poi alla fuga. Alcuni testimoni occasionali hanno assistito all’accaduto e così dato l’allarme al 112. Da qui l'intervento dei carabinieri. Per tutte e cinque le giovanissime ragazze è scattata quindi la denuncia a piede libero per rissa aggravata e lesioni personali aggravate. Per le due rapinatrici, di 19 e 17 anni, è invece scattato l'arresto in flagranza di reato per rapina aggravata in concorso. Alla maggiorenne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bergamo, sono stati imposti gli arresti domiciliari, mentre la minorenne è finita nel carcere minorile di Milano in attesa dell'udienza di convalida.

5 - Multe, Bergamo settima in Italia per importo medio a testa

Lo scorso anno ciascun bergamasco ha pagato 64,69 euro, in quanto a multe. Si tratta di una media, ovvio. Una media piuttosto alta: ci pone al settimo posto in Italia. A realizzare il calcolo è stato il Centro studi ImpresaLavoro in collaborazione con il Corriere della Sera, con i valori relativi alle sanzioni che emergono da un’elaborazione basata sui dati di Siope, il sistema informativo che fornisce in tempo reale le cifre relative a incassi e pagamenti degli enti pubblici.

6 - Investito un ciclista a Borgo di Terzo: grave un 49enne

Un ciclista è stato investito da un'auto ieri sera poco prima delle 18 a Borgo di Terzo. Sul posto è intervenuto l’elisoccorso. Il 49enne è in gravi condizioni ed è stato trasportato con urgenza all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Non sarebbe in pericolo di vita.

7 -  studente di Bergamo settimo al Gran Premio di Matematica Applicata

Abramo Locatelli dell’Istituto tecnico superiore Paleocapa di Bergamo si è classificato settimo alla XVI edizione del Gran Premio di Matematica Applicata, unico studente bergamasco ad essersi piazzato tra i primissimi posti facendosi largo tra gli oltre 400 finalisti del concorso educativo. Il Gran Premio, realizzato dal Forum Ania-Consumatori in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Attuari, è una competizione rivolta agli studenti degli ultimi due anni delle scuole superiori che ha l’obiettivo di valorizzare le competenze logico-matematiche dei ragazzi, sensibilizzandoli sui risvolti concreti di una disciplina fondamentale per la loro formazione. Infatti, la conoscenza delle applicazioni pratiche della matematica nella vita reale costituisce una base importante per affrontare efficacemente situazioni complesse e prendere in futuro delle decisioni importanti in ambito finanziario.

8 - La volontaria trova lavoro e la bibliteca non può più aprire

La biblioteca poteva aprire solo grazie a una volontaria, una ragazza che svolgeva la leva civica. Ora la ragazza, fortunata lei, ha trovato lavoro. Quindi basta volontariato. Il Comune di Casirate d'Adda, però, non ha le risorse per pagare una persona, quindi la biblioteca riaprirà in data da destinarsi, quando la forza del volontariato tornerà a offrire, gratuitamente, una bibliotecaria.

 

4 APRILE

 

1 - Nasce un concorso nazionale di moda per ricordare Maria, uccisa a Dacca

Un concorso di moda rivolto ai giovani: così il Comune di Bergamo, il Comune di Borgo di Terzo, quello di Solza, di Vigano San Martino e all’Istituto d’Istruzione Superiore Caterina Caniana hanno deciso di ricordare Maria Riboli, la trentatreenne bergamasca uccisa durante l’assalto jihadista a Dacca lo scorso luglio. Maria Riboli, originaria di Vigano San Martino, ma che negli ultimi anni si era trasferita a Solza, aveva frequentato l’Istituto Caniana specializzandosi nel campo della moda, sua grande passione; divenuta manager nel settore tessile, si trovava in Bangladesh proprio per motivi di lavoro. Per ricordare la concittadina il Comune di Bergamo e l’Istituto Caniana, insieme agli altri tre comuni, hanno istituito un progetto, della durata di 11 anni, per promuovere iniziative finalizzate a condannare la violenza e ad educare alla tolleranza e al rispetto anche attraverso l’espressione artistica che caratterizza la produzione di moda. Il Comune di Bergamo donerà ogni anno 1.100 euro all’Istituito Caniana, mentre 300 euro verranno donati rispettivamente dai Comuni di Borgo di Terzo, Solza e Vigano San Martino: l’Istituto Caniana organizzerà così un concorso di moda rivolto a studenti frequentanti il 4° o 5° anno di un corso di un istituto di istruzione superiore del settore della moda in tutta Italia, e ai tre finalisti verrà assegnata una borsa di studio del valore di 1.000, 600 e 400 euro. «Con il concorso e le borse di studio in memoria di Maria Riboli vogliamo, ogni anno, riaffermare la nostra ferma condanna del terrorismo e di chi uccide in nome della fede», ha dichiarato la Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Bergamo Marzia Marchesi. «Vogliamo così ribadire con forza i valori di tolleranza, libertà e rispetto degli altri, che vengono messi in pericolo dal terrorismo di qualunque matrice. L’educazione costituisce uno strumento importantissimo per trasmettere questi valori, e per questo abbiamo deciso di ricordare la nostra concittadina istituendo tre borse di studio proprio nella scuola di moda che Maria Riboli aveva frequentato».

2 - Il piromane appiccava il fuoco con carburo e bastoncini d'incenso

Carburo e bastoncini d’incenso. Semplice e ingegnoso il congegno del 73enne presunto piromane della Val Seriana. L.B., il 73enne di Clusone arrestato dopo l’ennesimo incendio al Ponte del Costone, avrebbe usato questa accoppiata. E ci sono dubbi su di lui per tanti altri roghi nella zona.

3 - Arriva l'app Trenord con le notifiche personalizzate

Personalizzate, facili e immediate: a partire da oggi, effettuando il download gratuito della nuova release dell’App Trenord (iOS e Android), ogni cliente potrà impostare le notifiche “push” per ricevere, direttamente sul proprio smartphone, le informazioni in tempo reale. Basteranno pochi secondi per scegliere di essere informati direttamente con notifica fino a 10 treni, 5 direttrici e 4 stazioni. Che poi i treni arrivino in orario e non si guastino, questo non è un problema risolvibile in una app.

4 - Sempre meno infortuni sul lavoro. Ma crescono le malattie professionali

Prosegue l’andamento decrescente della serie storica del numero degli infortuni. Lo dicono i dati dell’Inail diffusi ieri. Nella provincia di Bergamo sono state presentate 14.165 denunce di infortuni accaduti nel 2015 con riferimento alla Gestione industria e servizi, Agricoltura e Conto stato. Rispetto al 2014 si ha una diminuzione di circa il 4,12% mentre nel 2015 rispetto al 2011 si registra un andamento negativo del 20,39%, quasi in linea con la regione (19,07%) e la nazione (22,09%). Le malattie professionali denunciate nella provincia bergamasca nell’anno 2015 hanno invece evidenziato un aumento sia considerando la variazione nel quadriennio 2015/2011 (+1.07) sia la variazione rispetto al 2014 (+3.6). Il dato è in linea con il trend della Lombardia e dell’Italia. Occorre osservare che le malattie professionali denunciate in provincia di Bergamo costituiscono circa 1/3 di tutte le malattie professionali denunciate in Lombardia. Segnale di una forte sensibilità da parte di tutti gli operatori del settore e di un lavoro di sinergia unico a livello nazionale, che ha già dato negli anni ottimi frutti.

5 - Boom di presenze per gli hotel dell'hinterland: raddoppiate in un anno

Gli hotel dell’hinterland nel 2016 hanno raggiunto risultati insperati, soprattutto per quanto riguarda il tasso di riempimento delle camere: dal 2015 si è passati dal 29,2% al 56,1%. Un boom anche nelle presenze, con una percentuale di crescita, più alta di quella della città. E sono ben 13 le grandi strutture a 4 stelle. Si sfruttano i prezzi vantaggiosi legati ai grandi portali (vedi booking.com), la vicinanza con l'aeroporto, la comodità per il turrisimo d'affari.

6 - Rubano frigo, tivù e motori dalla piazzola ecologica

Andavano a far la spesa alla piazzola ecologica. Due giovani del Burkina Faso sono finiti nei guai per aver saccheggiato la stazione ecologica che serve i comuni di Almè e Paladina. Sono stati pizzicati dalle telecamere intelligenti, posizionate vicino alla piattaforma dall’amministrazione comunale di Almè. Notare che i due non si conoscevano e hanno agito in serate (e con auto) diverse, prelevando motori, frigoriferi e televisori.

7 - Lavori sulla Salerno-Reggio Calabria, in arresto tre bergamaschi

In manette il titolare, il rappresentante legale e la responsabile amministrativa della ditta Cavalleri di Dalmine. Sono stati arrestati ieri, nell’ambito di un’operazione relativa ai lavori per la Salerno-Reggio Calabria. Gli indagati sono in tutto quindici, compresi dei funzionari dell’Anas. Quelle che emerge dalle indagini è preoccupante: «diffuse irregolarità riguardanti vari episodi di truffa e frodi nelle pubbliche forniture». Poi lavori mai eseguiti ed esecuzione di opere potenzialmente pericolose per la sicurezza pubblica.

8 - Tesoretto da 1,5 milioni di euro per A2A da Palazzo Frizzoni: 300mila in più del previsto

Una bella notizie per le casse di Palazzo Frizzoni: entreranno 256mila euro in più da spendere in servizi rivolti ai cittadini. Arrivano dalle azioni A2A: il dividendo è infatti salito da 1,29 milioni di euro (corrisposto nel 2016) a 1,546 milioni, ovvero la cedola che sarà incassata quest’anno. La società sta andando bene e questo si sapeva: ha registrato, nel 2016, un utile di 224 milioni, più che triplicato rispetto ai 73 milioni del 2015.

 

3 APRILE

 

1 - Non più solo Daspo allo stadio. Ora c'è anche per centro e parchi

Il Comune di Bergamo aggiorna e modifica il Regolamento di Polizia Urbana recependo le disposizioni del Decreto Minniti, pubblicato sullo Gazzetta Ufficiale lo scorso 20 febbraio e in fase di conversione in questi giorni al Senato. Bergamo è una delle prime città ad adeguare i propri strumenti alle novità del Decreto, pensato dal Ministro Minniti (dopo una lunga interlocuzione con Anci e sindaci di diverse città italiane) per fornire ai sindaci e ai Comuni strumenti in più per il controllo del territorio e per migliorare la sinergia con Questura e Prefettura, gli enti preposti alla tutela dell’ordine pubblico sul territorio. Si stipulano così patti per la sicurezza urbana tra il prefetto e il sindaco: devono riguardare le zone più colpite dal degrado, lo smercio di prodotti contraffatti, l’abusivismo compreso quello di occupazione degli alloggi, «l’accattonaggio invasivo» - come definito dal Viminale - quando diventa un fattore di rischio per la sicurezza pubblica. I sindaci avranno poteri di intervento nelle situazioni di «pregiudizio alla vivibilità urbana». Tra le novità anche l’allontanamento dai luoghi dove il comportamento ritenuto illecito ha danneggiato il decoro urbano con una sanzione da 300 a 900 euro. Quello che è stato chiamato dai giornali come “minidaspo” (con evidente riferimento ai provvedimenti di allontanamento previsti negli stadi italiani) si attuerà, come da decreto, nelle zone caratterizzate da infrastrutture come ferrovie, stazioni, aeroporti, ecc., ma anche in luoghi di particolare pregio storico-architettonico-artistico o attrattività turistica, individuati dalle singole Amministrazioni. Il Comune di Bergamo ha già in questo senso già lavorato per rendere certi i luoghi in cui questi provvedimenti potranno essere presi: si tratta di Bergamo Alta, le Mura Venete, l’area su cui insistono Accademia Carrara e Gamec, il Centro Piacentiniano, i parchi e i giardini comunali.

 

 

«Quella che emerge dal decreto - spiega il vicesindaco del Comune di Bergamo Sergio Gandi – è un’idea molto evoluta del concetto di sicurezza urbana, una nozione che si incardina su iniziative di riqualificazione urbana, di inclusione sociale e prevenzione della criminalità, tre concetti nei quali mi ritrovo perfettamente e sui quali l’Amministrazione di Bergamo sta lavorando con impegno. Gli strumenti che oggi il Decreto Minniti di mette a disposizione non saranno risolutivi, ma rappresentano comunque elementi deterrenti per situazioni di degrado nelle nostre città, una possibilità in più per essere più efficaci sul territorio. Ma soprattutto ci consentono un’attività ancora più coordinata con chi davvero tutela l’Ordine pubblico nelle nostre città, ovvero Questura e Prefettura». Nel regolamento di Polizia Urbana vengono anche introdotte nuove misure per il contrasto del fenomeno dei parcheggiatori abusivi, con la possibilità di installazione di nuovi parcometri nei quali si debba inserire il numero di targa dell’auto in sosta: in questo modo si previene la compravendita di ticket già parzialmente utilizzati. Le modifiche al regolamento saranno discusse in Commissione nei prossimi giorni e successivamente passeranno al vaglio del Consiglio Comunale.

2 - Tenta di uccidere il figlio e di suicidarsi. Decisivo l'intervento degli amici

Poteva essere una tragedia, ma l'intervento degli amici ha evitato che accadesse il peggio. Sabato sera in un Paese della Bassa una giovane mamma con una forte depressione avrebbe cercato di uccidere il figlio di 20 mesi, con l'intento poi di togliersi la vita. La donna è in fase di separazione e ha perso proprio sabato il lavoro. Il tentativo è stato fatto all'interno dell'utilitaria che la donna usa abitualmente. Ferita, sarebbe tornata dagli amici in auto, completamente insanguinata e con il bimbo. Immediata il trasporto in ospedale. Il bambino non è in pericolo di vita, e neppure la madre. La donna è piantonata finché non verrà dimessa e quindi tradotta in carcere.

3 - Telegraph mette Bergamo tra le 21 città europee da visitare

Il quotidiano inglese The Telegraph, nella sua rubrica viaggi, incorona Bergamo tra le 21 città europee da visitare. «Voglia di una vacanza in città senza la folla? Guardate queste destinazioni europee per un fine settimana, sceglietele per l’ottima cucina, la cultura e panorami bellissimi».

4 - Paura per allenatore e tre ragazzini assaliti da gruppo di ultrà genoani

Una brutta disavventura ieri per un allenatore e tre ragazzini della Val Seriana dopo la partita Atalanta-Genoa. Dopo aver assistito all'incontro in cui i nerazzurri hanno avuto la meglio per 5-0 e in procinto di riprendere l'autostrada per tornare nella Bergamasca, la loro auto è stata presa di mira da un gruppo di ultrà genoani inferociti, che hanno iniziato a prendere a calci la carrozzeria e hanno spaccato un tergicristallo. Il conducente è sceso ma è stato preso a pugni. Quindi è risalito e ha allontanato il mezzo dalla furia dei tifosi. Però ha dovuto chiamare il carro attrezzi: le gomme dell'auto erano state forate.

5 - Donna truffa una coppia di anziani, arrestata a Seriate

Una donna di 57 anni, di Bergamo, è stata arrestata dalla polizia stradale di Seriate per una truffa da 40 mila euro a una coppia di anziani di Torre Boldone. Era già stata colpita da un ordine di carcerazione emesso a seguito di una condanna a 7 anni e 7 mesi per precedenti e analoghi episodi. È stata rintracciata dopo che era riuscita a farsi consegnare 40 mila euro dalla coppia, sostenendo che le sarebbero serviti per poter ottenere una grossa eredità in Spagna. Ma era tutta un'invenzione.

6 - Riciclaggio record in provincia: 5 casi al giorno, più 37%

In forte aumento le segnalazioni per casi di riciclaggio i provincia: 1.895, in totale, nel 2016. Cinque al giorno, in media, per un trend che è in continua crescita: erano 373 nel 2009, quindi sono sostanzialmente quintuplicate. Rispetto allo scorso anno l'aumento è stato del 37%. In otto anni dall'attivazione del monitoraggio, a Bergamo sono state compiute 7.662 operazioni sospette; siamo terzi in regione dietro Brescia (13.468 tra 2009 e 2016) e ovviamente Milano (55.766).

7 - Via 20mila metri quadrati di amianto dalle scuole in 5 anni

«Negli ultimi cinque anni sono stati sostituiti circa 20mila metri quadrati di coperture in cemento-amianto. Ne restano da mettere in sicurezza altri 350, un obiettivo che contiamo di raggiungere entro l’estate». Addio eternit quindi, secondo quando dichiarato a Bergamonews dal vicepresidente della Provincia con delega al Patrimonio e Infrastrutture, nonché sindaco di Treviolo, Pasquale Gandolfi. Il dato fa riferimento alle scuole di competenza della Provincia, quindi istituti superiori, non medie ed elementari ( di competenza dei Comuni).

8 - In auto attraverso la rotonda e poi contro i vigili del fuoco

Incidente spettacolare ieri mattina all'alba sulla provinciale 525 a Dalmine. Tanta paura ma poche conseguenze, per fortuna. Una Polo guidata da un 29enne è passata dritta attraverso una rotonda ed è finita per schiantarsi contro un'autopompa dei vigili del fuoco. Ha anche divelto un palo, nella sua corsa. Il ragazzo, subito soccorso, stato poi trasportato in codice giallo all’ospedale Papa Giovanni XXIII.