Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (28 agosto-2 settembre 2017)

Notizie su Bergamo e provincia (28 agosto-2 settembre 2017)
Eventi 01 Settembre 2017 ore 09:00

2 SETTEMBRE 

 

1 - Maltempo: violento acquazzone in città con allagamenti, in montagna ecco la neve

Un violento temporale si è abbattuto, come annunciato dai meteorologi, la mattina di sabato 2 settembre sulla Bergamasca. L'acquazzone ha provocato diversi disagi, soprattutto in città e hinterland: traffico in tilt sull’Asse interurbano tra Curno e Colognola e nella zona di accesso all’autostrada; acqua nel sottopasso di Colognola e all’incrocio tra le vie Bonomelli e Quarenghi, con code anche lungo le vie Simoncini, San Giorgio fino a largo Tironi, via Carducci e dei Caniana; tombini saltati in via San Bernardino, con negozi allagati e acqua che ha invaso i marciapiedi; allagamenti anche nella location del Circo Mosca in via Lunga, dove sono dovute intervenire tre squadre dei Vigili del Fuoco. Ma i disagi maggiori ci sono stati all'aeroporto di Orio, dove l’acqua ha invaso l’area arrivi dello scalo. Sui social sono circolate tantissime immagini del fatto, con ovvie lamentele degli utenti. Attraverso i propri canali social, la Sacbo, società gestrice dello scalo orobico, ha chiesto scusa per l'accaduto e ha precisato: «È stato predisposto l’immediato intervento del personale addetto ai servizi di manutenzione e del presidio di emergenza, unitamente ai vigili del fuoco del distaccamento aeroportuale, per ripristinare la situazione di normalità e rendere nuovamente agibili le aree interessate». In un successivo comunicato stampa, diffuso nel primo pomeriggio, la Sacbo ha detto che «tutte le aree del terminal passeggeri dell’aeroporto risultano agibili, dopo l’avvenuto ripristino delle zone interessate a infiltrazioni d’acqua seguite alle forti precipitazioni verificatesi nelle prime ore del mattino e che hanno interessato in particolare la zona arrivi al piano terra e l’area di riconsegna dei bagagli». Intanto il maltempo ha portato la neve in montagna: là dove fino alla scorsa settimana c'era un gran caldo, come al Coca, ora ci sono diversi centimetri di neve. Uno spettacolo certamente particolare visto che siamo solo al 2 settembre.

2 - Uomo arrestato nella Bassa per aver picchiato e mandato all'ospedale la compagna

Un 30enne di origini marocchine pregiudicato e residente nella Bassa, è stato arrestato in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate nei confronti della compagna, una 35enne ucraina, badante, picchiata selvaggiamente e finita in ospedale. I due convivevano da pochi mesi ma, stando a quanto riferito dalle forze dell'ordine, il loro rapporto relazionale è stato sin dall’inizio piuttosto conflittuale. La situazione è degenerata nel pomeriggio del 31 agosto, quando, a seguito dell’ennesima aggressione, l’ucraina è dovuta ricorrere alle cure mediche avendo subito contusioni multiple con una prognosi di ben 25 giorni. Nonostante la donna fosse già stata vittima di violenze di questo tipo per mano del compagno (l'ultima soltanto poche settimane fa), non aveva mai denunciato il 30enne, fregato questa volta da un testimone, che ha denunciato l'accaduto ai Carabinieri.

3 - Anche al Sarpi spariscono la quarta e la quinta ginnasio

Ha resistito il più a lungo possibile, ma alla fine anche lo storico Liceo Classico Sarpi ha dovuto arrendersi ed eliminare (ma solo dal punto di vista terminologico) la quarta e la quinta ginnasio, come spiega L'Eco di Bergamo. «Si tratta di una questione puramente terminologica – dichira al quotidiano il dirigente scolastico Antonio Signori -: avremo anche noi le classi che andranno dalla prima alla quinta liceo; dal punto di vista dei piani di studio però non cambierà nulla per i nostri studenti. Si tratta di un cambiamento obbligato, legato più che altro a rischi di confusione nell’emissione di certificati o diplomi, o nella comunicazione di dati al Ministero o alle Istituzioni scolastiche».

4 - Di Morengo l’operaio morto a Mornico. A gennaio sarebbe diventato papà

Un tifoso atalantino sfegatato. Tant'è che il su profilo Facebook è pieno di foto che fanno capire la sua passione per la Dea. Ma soprattutto Simone Bergamaschi, che abitava a Morengo, in via Papa Giovanni XXIII, operaio 34enne deceduto ieri mattina a Mornico in un tragico incidente sul lavoro, sarebbe diventato papà a gennaio. Dramma nel dramma per la moglie Flavia, che aveva sposato proprio un anno fa. La tragedia è avvenuta poco prima di mezzogiorno alla Ravago di via Baraccone a Mornico. Secondo una prima ipotesi, il lavoratore, mentre si accingeva a riparare la perdita di un sacco di granuli di polimeri depositato in alto, sarebbe stato investito e schiacciato da altri sacchi caduti da sopra. Nell’incidente sarebbe rimasta coinvolta anche una collega, che non avrebbe però riportato ferite gravi. Le indagini sono comunque in corso per accertare l’esatta dinamica dei fatti.

 

5 - La Provincia cerca finanziamenti "dal basso" per venti progetti

Venti progetti, presentati da realtà del territorio, che la Provincia si impegna a tentare di finanziare con una raccolta fondi "dal basso", cioè dai cittadini che vorranno dare una mano a fare qualcosa di buono. Soltanto cinque di questi venti progetti verranno alla fine selezionati e gli ambiti progettuali toccati sono svariati: cultura, viabilità, ambiente, turismo, formazione, edilizia scolastica, welfare, integrazione sociale. Come spiega L'Eco di Bergamo, entro dieci giorni il servizio sviluppo deciderà i cinque progetti che verranno sostenuti, mentre a ottobre, la società “Conlabora” presenterà la propria piattaforma per agevolare il fundraising e il crowfunding e verranno attivate varie azioni di sensibilizzazione e di coinvolgimento dei cittadini sul territorio. Oltre ai cinque progetti che vinceranno il bando, la Provincia sosterrà direttamente due obiettivi: la realizzazione della pista ciclabile della Val Brembana e, insieme al Comune, l’allargamento dell’istituto scolastico Riva di Sarnico, dove, oltre al miglioramento dei locali, si punta quanto prima ad avviare un Istituto Tecnico Superiore (Its) legato al settore della gomma.

6 - Auto in vendita su internet, truffa da Mornico al Belgio

Una Mercedes C 220 in vendita a prezzo stracciato con annuncio su internet ha ingolosito un belga di 32 anni. Le parti si sono date appuntamento intorno alle 12 di mercoledì 1 settembre in Piazza Sant’Anna, a pochi passi dal centro di Bergamo, e il ragazzo ha consegnato 17mila euro in contanti nelle mani dei venditori. Che sono fuggiti. Ma uno di loro, un 28enne di etnia rom, è stato raggiunto dalla vittima stessa prima di essere arrestato lungo via Paleocapa da una pattuglia di carabinieri che transitava in zona.

7 - Segnalato un boccone avvelenato al Parco del Quintino

Recentemente sono stati segnalati casi a Selvino e Scanzorosciate. Ora torna l’allarme esche e bocconi avvelenati, in città questa volta, nel nuovo (è aperto da pochi anni) Parco del Quintino a Valtesse. Sono stati affissi dei cartelli all'ingresso per allertare i proprietari di cani. Ci ha pensato la polizia locale su segnalazione dell’Ats, dopo il ritrovamento di un’esca avvelenata a base di metaldeide, un lumachicida. I campioni sono stati consegnati per le analisi del caso all’istituto zooprofilattico.

8 - Finti ristoratori truffano azienda vinicola

Finti ristoratori acquistano diverse centinaia di confezioni di vino e pagano con un assegno scoperto intestato a un cittadino marocchino irreperibile. La truffa è stata messa a segno a Lonato del Garda (Bs) da 4 persone, due delle quali residenti a Romano di Lombardia, città dove sostenevano di gestire un ristorante. «Si raccomanda alle numerose aziende vitivinicole impegnate attualmente nella produzione della nuova annata di vino, una particolare attenzione nella vendita del loro prodotto a compratori sconosciuti, effettuando quindi tutte le verifiche necessarie», ha sottolineato il commissariato in un comunicato.

 

1 SETTEMBRE

 

1 - Incidente sul lavoro a Mornico, 34enne muore per schiacciamento

Nella tarda mattinata di oggi si è verificato alla Ravago Italia di Mornico al Serio (polimeri e materie plastiche) un infortunio che ha portato alla morte di Simone Bergamaschi, 34 anni, nato a Romano di Lombardia, magazziniere dell’azienda. Il lavoratore è morto per arresto cardiaco a seguito del trauma per lo schiacciamento da sacchi di granuli di plastica. L’ipotesi avanzata – ma che ancora deve trovare conferme – è che il lavoratore, mentre si accingeva a riparare la perdita di un sacco di granuli di polimeri depositato in alto, sia stato investito e schiacciato da altri sacchi caduti da sopra. È questo il nono infortunio mortale da inizio anno nella provincia di Bergamo (tenendo conto anche dei casi che hanno coinvolto residenti sul nostro territorio ma al lavoro fuori provincia), gli ultimi due a seguito della medesima causa, a luglio alla Magnetti Building di Carvico e ancora prima a maggio alla Rbc di Presezzo.

2 - Taglierino alla gola del direttore: paura alla Bcc di Cortenuova

Stamani intorno alle 11.30 alcuni malviventi sono entrati nella Bcc di Cortenuova in via Alessandri per compiere una rapina. Secondo le prime testimonianze i responsabili sarebbero solo due, i quali hanno tuttavia agito a volto scoperto. Parrebbe che siano di nazionalità italiana. Di colpo uno dei due è salito su un bancone, puntando alla gola del direttore un taglierino. Ancora ignoto è quanto i rapinatori siano riusciti a rubare. Subito però è stato richiesto l’intervento dei carabinieri.

3 - Nuove asfaltature in arrivo in città, altre sei vie interessate

Nuovi lavori di riasfaltatura stradale in arrivo in diversi punti della città: da lunedì 11 settembre 2017 a venerdì 15 settembre si interverrà con la riasfaltatura di via Angelini, via San Narno e via Ronzoni nel quartiere Finardi. Lavori in corso tra giovedì 14 settembre e venerdì 22 settembre in via San Colombano (tratto tra via Zarda e via Crocefisso). Infine, tra mercoledì 20 e sabato 23 settembre, saranno interessate ai lavori di riasfaltatura le vicine via Bossi e via Zarda. Per consentire i lavori verranno istituiti, nelle date indicate, il divieto di transito e il divieto di sosta con rimozione forzata 0-24 negli stalli di sosta ricadenti nell’area dei lavori.

4 - Arresto da film ieri a Ciserano. Morde l'agente per disarmarlo

Arresto da film quello eseguito ieri pomeriggio dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio nella Bassa Bergamasca. I militari dell’Arma hanno catturato un marocchino 25enne, clandestino sul territorio nazionale e pluripregiudicato per reati vari, autore nella giornata di ieri di una sequenza di delitti. Lo straniero, nello specifico, ha iniziato la propria condotta criminosa rubando un’auto sulla via pubblica ad Antegnate, con all’interno tra l’altro anche il portafogli ed altri beni del proprietario. Diramate le ricerche tramite Centrale Operativa del Comando CC di Treviglio, i militari dell’Arma hanno poi rintracciato il mezzo rubato precedentemente a Zingonia e precisamente in via Monaco a Ciserano. Qui, dopo aver fermato l’extracomunitario, i Carabinieri hanno recuperato anche un etto di hashish e circa 10 grammi di cocaina, oltre che il resto della refurtiva. Lo straniero ha cercato di scappare e così di sottrarsi al relativo fermo, arrivando addirittura ad aggredire un Agente della Polizia Locale di Verdello intervenuto con un suo collega al fine di dare man forte ai militari. Il 25enne marocchino, messo alle strette,prima ha morso l’agente, procurandogli così una lesione personale (5 giorni di prognosi) poi ha cercato di sottrargli l’arma d’ordinanza. A seguito di ciò, i militari hanno immobilizzato l’extracomunitario, arrestandolo per furto aggravato, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Portato al Comando Compagnia di Treviglio, il magrebino, su disposizione del pm di turno, è stato recluso nelle camere di sicurezza della Caserma, in attesa dell’udienza di convalida prevista in Tribunale a Bergamo nella mattinata odierna.

5 - Il Justin Bieber cinese arriva a Treviglio: biglietto da 300 euro

La pop star cinese Jason Zhang arriva a Treviglio il prossimo primo ottobre, al pala Facchetti, e i biglietti costano fino a 300 euro. Il cantante arriva nella Bassa dopo New York, Los Angeles, Sydney e Vancouver. Zhang è divenuto celebre tra i giovanissimi e non solo dopo aver sbaragliato gli avversari in alcune delle competizioni canore più importanti della Cina.

6 - Pronta piazza Cittadella: rifatto e allargato il marciapiede diagonale

Finiti i lavori di sistemazione delle aree pedonali di Piazza Cittadella: rifatto il marciapiede diagonale (adeguatamente allargato, visto che ogni giorno viene percorso da migliaia di presone) che attraversa la piazza, sistemate le 1120 pietre del portico visconteo e tutti gli spazi perimetrali. Un lavoro certosino, da officina medievale. Nel video, il sindaco Gori spiega quanto è stato fatto.

7 - Problema alghe al lago d'iseo, In 15 giorni raccolti cinquemila quintali

La siccità sta mettendo a dura prova il lago d'Iseo, dove in quindici giorni sono stati raccolti 5mila quintali di alghe, il triplo rispetto al 2015. Che era stato il peggiore in assoluto, prima di oggi. Le piogge che già stanno cadendo dovrebbero contribuire a ristabilire un adeguato livello al Sebino.

8 - Omicidio di Seriate, il figlio difende il papà accusato di omicidio

Rimane ancora fitto il mistero sulla morte di Gianna Del Gaudio, 63 anni, la donna che è stata uccisa un anno fa nella sua casa, una villetta di via Montecampione a Seriate, nel bergamasco. Per la sua morte gli inquirenti hanno accusato il marito Antonio Tizzani, un ex ferroviere, che ha raccontato di aver visto uscire di casa il presunto omicida e poi una volta entrato nell’abitazione di aver visto la moglie in una pozza di sangue. L’uomo è sempre l’unico indagato in quanto il suo racconto non convince gli inquirenti. I figli, però, sono convinti sia innocente. Proprio uno di loro, Paolo, è tornato a parlare al settimanale Giallo per difendere il padre spiegando anche la sua scelta di tornare a vivere nella casa in cui avvenne l’omicidio: «È comprensibile che papà si è tornato ad abitare lì. Piano piano sta cercando di riprendere in mano la sua vita. In quella casa qualsiasi oggetto gli ricorda mamma. Mi ha anche confidato che parla con lei e che lei lo tranquillizza, facendogli passare le paure. È vero che papà risulta ancora indagato, ma se i giudici avessero raccolto prove schiaccianti contro di lui lo avrebbero già arrestato da un pezzo. Indagato non significa assassino».

 

31 AGOSTO

 

1 - Uova e Fipronil, tracce a Bergamo: «valori sotto la soglia limite»

Ats Bergamo sta partecipando al Piano nazionale di controllo predisposto dal Ministero della Salute in seguito alla segnalazione delle uova contaminate dal fipronil da parte del Belgio, seguito dall’Olanda e dalla Germania, al Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff). Il Dipartimento Veterinario di Ats Bergamo sta eseguendo controlli a tappeto su tutto il settore uova e derivati per assicurare che sulla tavola del consumatore arrivino prodotti sicuri. Un’azione che va ad aggiungersi ai controlli di routine che il Dipartimento esegue annualmente sul settore uova e derivati: nel corso dei 12 mesi vengono condotti 40 controlli su un totale di 10 strutture. A questi si aggiungono una quarantina di campionamenti per la verifica sia di agenti patogeni (es. salmonella) sia di sostanze inquinanti e di residui di farmaci. Per quanto riguarda il fipronil, nell’ambito del piano di controllo concordato tra Ministero e Regione, Ats Bergamo, attraverso il Dipartimento Veterinario, sta controllando uova, carni e ovoprodotti (tuorlo liquido, albume liquido e misto d’uovo solitamente utilizzati dall’industria e dalla pasticceria). «I risultati delle analisi dei campioni prelevati sul territorio provinciale, effettuati a metà agosto in funzione dell’allerta fipronil sul territorio di Bergamo, hanno dato esito favorevole – assicura Paolo Antoniolli, Direttore del Dipartimento Veterinario di Ats Bergamo – I controlli, su indicazione del Ministero, erano stati attuati dai nostri tecnici nel corso della settimana di ferragosto, in coordinamento con i Nas. I campionamenti erano stato inviati all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Teramo che, proprio in queste ore, ci ha comunicato l’esito completamente favorevole». Sempre nell’ambito dello piano di controllo, Ats Bergamo (il 30 agosto) è stata allertata relativamente al riscontro di tracce di fipronil in un campione di uova provenienti da galline allevate in Emilia Romagna e commercializzate in provincia di Bergamo e nelle Marche. «il livello rilevato nelle uova contaminate è ben al di sotto dalla soglia di rischio "intossicazione acuta", quindi sotto la soglia dello 0,72 mg/kg – spiega Camillo Gandolfi, Direttore del Servizio di Igiene degli alimenti di origine animale del Dipartimento Veterinario di Ats Bergamo, aggiungendo «Stiamo verificando la correttezza delle attività del ritiro dal mercato di uova e ovoprodotti coinvolti, tutti tracciati e quindi rintracciabili grazie alla documentazione relativa a ogni singola transazione commerciale. Considerati i valori, il ritiro è previsto dalla Legge solo come misura precauzionale: il valore di fipromil rilevato non comporta alcun rischio di intossicazione acuta per il consumatore». Il rintraccio e il ritiro delle uova e degli ovoprodotti è a carico dell’azienda distributrice il cui operato viene costantemente monitorato dagli operatori del Dipartimento Veterinario di Ats Bergamo. Le procedure di rintraccio e ritiro sono già state attivate e procederanno fino alla conclusione del processo.

2 - Prezzi in aumento a Bergamo nel mese di agosto: più 0,3%

Nel mese di agosto, l'indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic), a Bergamo, risulta in aumento dello 0,3% rispetto al mese precedente. Il tasso tendenziale (la variazione percentuale rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), si attesta a +1,1%, stabile rispetto al mese scorso.

3 - Fingono incidente per avere soldi, allarme truffe agli anziani

Un incidente che non è mai avvenuto e la richiesta pressante di un risarcimento in tempi stretti. Una nuovo allarme truffe si sta diffondendo a Romano. Vittima un’anziana ottantenne. La donna venerdì ha risposto a una chiamata dal telefono di casa. Dall’altro capo della cornetta un uomo che si è presentato come avvocato. Il finto legale ha descritto alla signora lo scenario di un incidente stradale provocato a suo dire da uno dei suoi figli. Dopo aver rassicurato l’anziana che il giovane stava bene, affermando che il figlio non potesse parlare con lei perché aveva già effettuato la telefonata che gli spetta di diritto, il sedicente avvocato ha cominciato a descrivere come grave e complicata la posizione del figlio. Secondo la finta ricostruzione questo, privo di copertura assicurativa, dopo avere causato l’incidente era stato arrestato e avrebbe subito un processo per direttissima. A meno che la madre avesse pagato la spessa assicurativa di 3200 euro nel giro di mezz’ora, consegnando direttamente i soldi ad un incaricato che sarebbe venuto a ritirarli nell’abitazione dell’anziana. A prova di ciò l’avvocato ha passato la cornetta ad un presunto maresciallo dei carabinieri che ha confermato i fatti. L’anziana preoccupata si è spaventata, ma per fortuna vicino a lei in quel momento c’era la badante. A mandare a monte la truffa è stata proprio lei che dopo aver sentito che la nuora si trovava in caserma senza poter parlare, ha preso in mano il telefono e detto all’avvocato che invece la moglie del figlio si trovava nella casa di famiglia. A quel punto la linea è caduta. «Il pericolo è che questi truffatori agiscano ancora a Romano – ha detto il figlio – aver detto che un incaricato sarebbe venuto entro mezz’ora significa che fanno base qui vicino, gli anziani sono i bersagli preferiti. Queste truffe si sono verificate Bologna e Trieste. E’ giusto che i cittadini sappiano che si tratta di truffa e di non caderci».

4 - Lanciano sassi contro una casa. Multa di 60 euro alle famiglie

Stavano giocando con fionda e sassi e hanno colpito un’abitazione. È successo il 17 agosto scorso nel parco comunale di via Del Trai, a Misano Gera D'Adda. La proprietaria di casa, accortasi di cos’era successo, ha denunciato l’accaduto alla Polizia locale del paese che ha fatto scattare le indagini per risalire agli autori del gesto che, fortunatamente, non ha provocato danni né ferito nessuno. L’agente della Locale Francesco Peschechera, raccolta la denuncia, si è messo subito al lavoro. Le indagini, grazie anche alle testimonianze raccolte hanno permesso al vigile di risalire ai colpevoli. Si tratta di due adolescenti, uno di Misano e uno di un paese vicino, che si sono giustificati dicendo che si trattava solo di un gioco e non era loro intenzione colpire l’abitazione. Il fatto di non aver provocato danni né feriti ha salvato i due minorenni da una denuncia. La vicenda si è così conclusa con una sanzione amministrativa per la violazione del Regolamento di Polizia urbana. Alle famiglie dei due ragazzi, infatti, è stata elevata una multa da 60 euro.

5 - L'estivo in piazzale Alpini fa flop anche quest'anno: chiusura anticipata

Neppure la ricetta latino-americana ha funzionato. Anzi, si è rivelata un bagno di sangue a livello economico, con un buco da 80mila euro. L’esperienza dell’estivo in piazzale Alpini di Roberto Omar Videla è già in soffitta: chiusura anticipata. Del resto il bando di assegnazione era rimasto vacante negli ultimi anni, e quest'anno si è capito subito facendo un giro in zona che l'allestimento non aveva cambiato le sorti dell'area. Che aspetta di essere riqualificata con il ripensamento del piazza.

6 - Cede una grata a Terno, ci cade un bambino: salvo

Momenti di paura ieri a Terno d’Isola per un incidente che ha coinvolto un bambino di soli tre anni. Una grata ha ceduto sotto i piedi del piccolo mentre stava giocando in giardino, è caduto nei garage sottostanti e si è ferito. Alle 16.45 sono stati chiamati i soccorsi e due ambulanze sono accorse sul luogo dell’incidente in codice rosso. Il bambino, trasfertito all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, per fortuna non è grave.

7 - Nel Parco dei Colli ha fatto il suo gradito ritorno il picchio rosso

La biodiversità dell’area verde che spalleggia a nord la città, ovvero il Parco dei Colli di Bergamo, si accresce. Con un gradito ritorno: il picchio rosso maggiore. Grande testa arrotondata, forma tozza e tarchiata, possiede un becco a pugnale, forte e rumoroso. Mancava tra gli aggiornamenti fotografici della fauna di Valmarina, sede del parco regionale, da parecchio tempo: un bel modo per festeggiare il quarantennale della sua costituzione.

8 - Rapina al macchinista, arrestato un 26enne ai domiciliari a Caravaggio

È stato arrestato ieri sera da carabinieri della Compagnia di Treviglio un 26enne italiano, da alcuni mesi agli arresti domiciliari a Caravaggio a seguito di un cumulo pene per reati contro il patrimonio emesso dalla Procura della Repubblica di Bergamo. Il giovane, di professione operatore ecologico in servizio presso un Comune della bergamasca, e per tale motivo autorizzato ad assentarsi per esigenze lavorative in alcune fasce orarie della giornata, la sera del 24 agosto scorso aveva aggredito e rapinato un macchinista di Trenord alla stazione Centrale di Treviglio.

 

30 AGOSTO

 

1 - Per la fogna nel Brembo Uniacque scagiona il depuratore di Boltiere

Assolto il depuratore di Boltiere dall’accusa di essere il colpevole dello sversamento di sabato pomeriggio, quando le persone che avevano deciso di trascorrere la giornata sulle sponde del fiume non erano poche. Sembrava una giornata come tanti finchè, all’improvviso, l’acqua non ha cambiato repentinamente colore. Il letto del fiume si è riempito di una melma fangosa maleodorante. I cittadini, preoccupati e infuriati, hanno subito avvisato il sindaco di Brembate. In molti, disgustati, hanno chiamato il numero per le emergenze ambientali, subissato di segnalazioni. Poche ore fa sono terminati i controlli di Uniacque per determinare la causa dell’evento. «Non appena ricevuta la segnalazione i nostri tecnici hanno verificato le condizioni di esercizio del depuratore. Non sono state riscontrate anomalie o disfunzioni. L’effluente finale si presentava normalmente limpido e trasparente. Nella serata di sabato sono proseguiti i controlli nella zona per individuare le cause dello scarico nel fiume. Dai controlli effettuati è emerso che i liquami provenivano dalla fognatura di Brembate. Erano fuoriusciti nel fiume dopo aver parzialmente ostruito il tratto terminale di collegamento della fognatura comunale all’impianto. I nostri tecnici sono intervenuti con una sonda per ripristinare il deflusso della condotta. Il materiale depositato è affluito al depuratore senza pregiudiziare l’effluente». Ancora da chiarire l’origine dell’immissione. Da Uniacque fanno sapere che domenica mattina sono stati anche prelevati lungo la fognatura del comune di Brembate quattro campioni di fango, che verranno analizzati in laboratorio. Il comune di Brembate, insieme ai tecnici di UniAcque, Arpa, Guardie ecologiche e ai Carabinieri del comando di Brembate stanno eseguendo tutte le verifiche e le indagini del caso per individuare la causa dello sversamento anomalo. I comuni che fanno parte del Plis del Basso Brembo, il comune di Brembate e il Parco Adda Nord valuteranno le azioni per tutelare il proprio ambiente e i cittadini che vi abitano.

2 - Disoccupato con in casa 16 piante di marijuana, arrestato

Altro che disoccupato: di impegni ne aveva eccome. Non è rimasto con le mani in mano e si è dato alla coltivazione della marijuana, ma non aveva fatto i conti con l’odore che le piante alla lunga avrebbero emesso. Stamattina, quindi, i carabinieri del comando di Zogno hanno arrestatp C.C., 35enne di nazionalità italiana. Complessivamente nell’abitazione sono state ritrovate sedici piante e altri 300 grammi di erba essiccata o in via di essiccazione. È stata scoperta anche una serra, con altre piante pronte per la fioritura.

3 - Ciserano, coppia aggredita in piazza da un senegalese

È successo settimana scorsa a Ciserano. Coppia aggredita in piazza. Due giovani sono stati coinvolti in un brutto litigio finito in rissa. La segnalazione sui social network ha destato una certa preoccupazione. Ma il sindaco Enea Bagini rassicura i cittadini: «Non è un serial killer, non creiamo inutili allarmismi. Meglio fare denuncia per consentire alla legge di fare il suo corso».

4 - Riparte il cantiere della Montessori. Lavori fermi da un anno e mezzo

Dopo uno stop di un anno e mezzo per problemi con l'impresa a cui erano stati affidati i lavori, lunedì riapre il cantiere per la realizzazione della nuova scuola Montesssori, a Longuelo. Il termine è fissato per l'estate del 2018, in modo da avere una nuova sede funzionale all'anno scolastico 2018-19. Già tre settimane fa gli operai della ditta avevano iniziato a preparare il cantiere tagliando la vegetazione cresciuta e pompando l'acqua accumulatasi. Sono state aggiunte delle opere di urbanizzazione che la Montessori dovrà eseguire: il prolungamento di via Nini da Fano con marciapiede e relative connessioni, un parcheggio pubblico con i collegamenti ciclopedonali ed ecologici, rete idrica, illuminazione pubblica e nuova cabina Enel.

5 - Rubano un paio di occhiali e feriscono la titolare, arrestate due donne

Tentato furto con aggressione, ieri, martedì, alle 17 nel negozio L’Ottico del Centro in piazza Monsignor Donini, a Brignano. Due giovani italiane di etnia rom, in compagnia di un bimbo piccolo, hanno rubato un paio di occhiali. Scoperte dalla titolare, che si è parata loro davanti per non farle fuggire, l’hanno aggredita a calci e schiaffi. Sono state arrestate dai carabinieri.

6 - Il racconto di una bergamasca bloccata a Houston dall'uragano Harvey

C'è anche una barista bergamasca di Levate tra le persone bloccate a Houston dall'uragano Harvey. Si tratta di Laura Avogadri, titolare del Che bèl campà. «Noi bene, evacuati da Corpus Christi che è dove ha impattato Harvey - scrive Laura su Facebook dopo aver annunciato che la riapertura del bar slitterà di qualche giorno -. Adesso qua a casa piove ininterrottamente, però la situazione non è così drammatica come a Houston, dove sono completamente allagati. Sto vedendo delle cose da pelle d'oca. Povera gente... Però una dignità e una forza di reagire fantastica».

7 - Vuol vendere coltelli a un agente in borghese, abusivo denunciato

Decisamente sfortunato un venditore di coltelli da cucina che ha tentato insistentemente di piazzarli a un passante. Peccato che si trattasse di un agente della Polizia Locale in borghese. Abusivo denunciato e merce sequestrata. L'uomo si aggirava da qualche ora a Spirano proponendo porta a porta la propria merce. Soddisfazione per il sindaco Giovanni Malanchini che ha colto l’occasione per congratularsi con gli agenti del servizio consorziato di Polizia Locale. «Ciò che spesso viene tollerato – ha detto – a Spirano non passa. Grazie alla Polizia Locale. Quando si parla di tolleranza zero ci riferiamo anche a questi piccoli, ma determinanti, interventi. Gli abusivi si combattono sequestrando la merce».

8 - La bergamasca Roberta Villa intervista Ray Schinazi

Sul numero di agosto de Le Scienze Roberta Villa intervista Ray Schinazi, l'uomo che ha scoperto il nuovo rivoluzionario farmaco contro l'epatite C. Roberta Villa è un'ex allieva del Liceo Classico del Collegio Vescovile Sant'Alessandro. Madre di sei figli, già prima di laurearsi in medicina e chirurgia Roberta Villa era giornalista pubblicista. La sua attività inizia nella redazione di giornali dedicati ai medici (Tempo Medico, prima come redattore e poi come direttore scientifico, Onconews, Occhio Clinico, Occhio Clinico Pediatria) e prosegue nella divulgazione di temi legati alla salute al grande pubblico: su quotidiani e periodici (Corriere della Sera Salute, L’Espresso, il Sole 24 ore Sanità, Caffè di Locarno, Donna Moderna, Pagina 99) e su siti web (Corriere, Scienzainrete, Partecipasalute, Healthdesk). Dal 2001 tiene la rubrica di salute del Messaggero di Sant’Antonio. Collabora alla comunicazione scientifica di Airc. Ultimamente si occupa di due progetti europei sulla risposta a epidemie e pandemie (Tell Me e Asset) ed è diventata responsabile scientifico dell’Ufficio stampa per l’Istituto nazionale dei Tumori di Milano.

 

29 AGOSTO 

 

1 - Albino, scritta razzista sul muro trasformata in graffito artistico

La scritta nigger, negro, termine dispregiativo e utlizzato con connotazioni razziste, trasformato in Bigger than hate, più grande dell'odio, con tanto di bambina nera con vestito giallo e bomboletta che effettua la geniale correzione. Così si è trasformata una brutta scritta su una cabina dei contatori di Albino, come fotografato da Matteo Dentella, che ha poi postato su Facebook il messaggio: «Chiunque sia stato a fare questo dipinto ieri notte sulla cabina dei contatori del gas davanti a casa mia… grazie mille». Il post ha fatto incetta di mipiace: se li merita tutti.

2 - City Park debitrice di Cortenuova per 250mila euro, il Comune passa alle vie legali

250mila euro. È questa la cifra che il Comune di Cortenuova deve incassare dalla società City Park srl. Una debito che si protrae dal 2007, anno in cui il centro ludico omonimo City Park fu realizzato. La società, ad oggi, avrebbe versato 50mila euro dei 300mila totali, cifre che corrisponde alle spese di costruzione. Ora il Comune vuole porre fine all’annosa questione, passando per vie legali.

3 - Un bergamasco nella delegazione italiana all'Ocse di Parigi

Marco Maria Cerbo (ex allievo del Liceo Classico del Collegio Vescovile Sant’Alessandro) prosegue nel suo percorso all'interno della carriera diplomatica. Dopo aver completato il suo mandato come Console Generale d'Italia a Melbourne, in Australia, inizierà una nuova avventura professionale in Francia. È stato infatti incaricato di far parte della Delegazione italiana all'Ocse di Parigi. L'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico è stata istituita con la Convenzione sull'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, firmata il 14 dicembre 1960, ed entrata in vigore il 30 settembre 1961, sostituendo l'Oece, creata nel 1948 per amministrare il cosiddetto Piano Marshall. Oggi ha 35 membri.

4 - Capotreno minacciata col coltello. Controllava i biglietti dei passeggeri

Momenti di paura quelli che si sono vissuti in uno scompartimento del treno Varese-Treviglio nel pomeriggio di domenica 27 agosto. La capotreno, 20 anni e appena assunta, stava svolgendo il suo lavoro di controllo nei vari vagoni: è arrivata nelle vicinanze di un sedile su cui si trovava un uomo. Anche a lui ha chiesto di mostrarle il biglietto. Ma il tizio ha estratto un coltello. La giovane si è messa a correre, al tempo stesso ha allertato la Polfer.
Il treno ha effettuato una fermata straordinaria alla stazione di Legnano, ma l'uomo è riuscito a fuggire. Le indagini non si fermano.

5 - Spacciatore ai domiciliari fa un giro in bicicletta, arrestato per evasione

È stato arrestato per evasione in flagranza di reato il marocchino 35enne, domiciliato a Romano di Lombardia, catturato ieri sera dalla pattuglia della Stazione dei carabinieri di Romano di Lombardia in quel momento in servizio di pattugliamento del territorio. Lo straniero in questione era stato arrestato nei mesi scorsi a seguito di un’indagine antidroga dei carabinieri di Cremona, nel quale era stato accertato l’attivo circuito di spaccio di cocaina ed hashish gestito dallo stesso insieme ad altri connazionali. I militari l'hanno fermato mentre era in sella alla propria bicicletta in via Isonzo: ha tentato di fuggire.

6 - Trucca, via orti e capanne per fare spazio alla fermata del treno

Si è creata una piccola enclave di pensionati, con orti, capanni e pure un forno a legna, alla Trucca. Un'enclave, però, che dovrò essere sgomberata: lo scrive oggi il Corriere della Sera Bergamo. C’è infatti da fare spazio alla nuova fermata ferroviaria dell’ospedale e le ruspe non perdonano. Via le baracche e via, un pezzo per volta, quanto realizzato in trent’anni (in alcuni casi anche di più) dai pensionati, creando una comunità che si radunava anche con tavolate estive o a Capodanno.

7 - E-mail fasulle dall’Agenzia delle Entrate. Adiconsum: «È una truffa!»

«C’è una multa da pagare», «Sul suo 730 sono state riscontrate incongruenze», «Servono i dati per sistemare la sua pratica». Il tenore non cambia, ma da qualche giorno alcuni cittadini che si sono rivolti a Adiconsum hanno segnalato e-mail provenienti da Agenzia delle Entrate che richiedono collegamenti e fornitura di dati sensibili, minacciando sanzioni. «Si tratta di veri e propri tentativi di phishing – avverte Mina Busi, presidente dell’associazione : uno stratagemma per indurre gli utenti a rivelare, con l’inganno, informazioni personali o finanziarie attraverso un’email o un sito web, ma sempre più spesso anche tramite messaggi in arrivo da applicazioni molto usate come whatsapp o facebook». Un tipico attacco di phishing inizia con un messaggio di posta elettronica, un link che compare dal nulla in facebook, o un banner pubblicitario in qualche applicazione molto usata dagli utenti.

8 - Bagnatica, mercoledì l'inaugurazione del nuovo campo sportivo comunale

È previsto per le 17.30 di mercoledì 30 agosto il taglio del nastro del nuovo campo sportivo comunale di Bagnatica in via Portico: si sono infatti conclusi i lavori di trasformazione del vecchio manto erboso con un più moderno tappeto in erba sintetica, realizzato dalla ditta specializzata Italgreen di Villa d'Adda. Iniziato ai primi di maggio, l'intervento ha richiesto un investimento complessivo di 790.000 euro, di cui 250.000 finanziati da Regione Lombardia tramite apposito bando: il campo, da 100 metri di lunghezza per 60 di larghezza, è attualmente in fase di omologazione da parte della Lega Nazionale Dilettanti che darà l'ok definitivo per l'utilizzo in campionato.

 

28 AGOSTO

 

1 - Più di due mila carte d'identità in sei settimane: attese azzerate

2.100 carte d’identità rilasciate in un mese e mezzo senza code né lunghe attese: è questo il bilancio lusinghiero di luglio e della prima metà di agosto dell’ufficio anagrafe del Comune di Bergamo, il periodo di solito più caldo per il rinnovo del documento di identità, a ridosso delle vacanze estive. Pare quindi funzionare il nuovo servizio di rilascio su prenotazione voluto dall’Assessore Giacomo Angeloni e lanciato nel mese di giugno, in concomitanza con l’avvio della sperimentazione della Carta d’Identità Elettronica: i tempi di attesa, che negli anni scorsi salirono anche a un’ora e costrinsero a correzioni nel servizio, sono quasi azzerati grazie alle nuove misure. L’88% degli utenti ha ottenuto la carta d’identità su appuntamento nelle ultime sei settimane, spendendo circa 15 minuti in media negli uffici del Comune di Bergamo. Di 2100, poco meno di 700 sono state le carte d’identità elettroniche rilasciate, solo il 30%. «Gli utenti scelgono di rinnovare la carta d’identità in formato cartaceo – spiega Angeloni – poiché spesso, circa nel 60% dei casi, devono partire nei giorni successivi e non possono permettersi i tempi di attesa della carta d’identità elettronica, che impone 4-6 giorni lavorativi senza documento per permettere l’emissione e l’invio direttamente dal Ministero». «Continueremo a lavorare in questa direzione – prosegue Angeloni – cioè migliorando il rapporto con i cittadini attraverso le nuove tecnologie e tagliando i tempi di attesa. I dati, soprattutto se li paragoniamo a quelli di altre esperienze di pubblica amministrazione (città come Milano e Roma hanno tempi di attesa per l’appuntamento che vanno da 1 a 3 mesi, a Bergamo meno di 2 giorni), ci dicono che il percorso che abbiamo intrapreso è quello giusto».

2 - Iniziato l'allestimento della nuova versione di Piazza Vecchia verde

Settembre significa una nuova veste, verdeggiante, per Piazza Vecchia, in corrispondenza con Maestri del Paesaggio, manifestazione che riunisce architetti e paesaggisti da tutto il mondo per due settimane e mezzo. L'allestimento della scenografia di quest'anno è cominciato: si darà vita a una struttura simile a un iceberg, alta tre metri, profonda quattro e costituita da 75 blocchi di ghiaccio per un totale di 40 metri cubi d’acqua solidificata che, lentamente, si scioglieranno. Si vuol riflettere e far riflettere sul surriscaldamento globale e sul problema dell’innalzamento delle acque. Alla fine resterà solo una pozza d'acqua.

3 - Doppio furto a Romano e la zona industriale resta (quasi) al buio

Doppio furto del cavi di rame dell'impianto di illuminazione nei giorni scorsi nella zona industriale di Barbata, a Romano. Che così è rimasta quasi al buio. E ora il sindaco chiede aiuto ai suoi concittadini per stanare i colpevoli. I danni, infatti, ammontano già a 5mila euro. Il timore è che ci possa essere un terzo tentativo da parte dei malviventi. La modalità è sempre la stessa: vengono scoperchiati i pozzetti scoperchiati e tagliati i cavi. Non è neppure la prima volta che capita.

4 - Spinazzola non molla la presa: «Il mio sogno resta la Juve»

Mi dispiace. Mi dispiace se qualcuno si è sentito offeso, perché chi mi conosce sa prima di tutto che persona io sia e con che valori. Poter tornare alla Juventus a 24 anni è il raggiungimento di un sogno. Un sogno sudato combattuto cercato e finalmente concretizzato dopo anni di prestiti e sacrifici. Bergamo, l'Atalanta e i suoi tifosi, la famiglia Percassi, Mister Gasperini ed ogni singolo giocatore e membro dello staff sono stati per me fondamentali affinché questo sogno si potesse finalmente concretizzare lì davanti a me, e li ringrazierò sempre. Bergamo mi ha accolto, fatto maturare e crescere, mi ha sostenuto e aiutato. Io sono e sarò sempre grato all’Atalanta, che resti o non resti un giocatore nerazzurro. Perché sono un professionista e perché sono felice di vestire questi colori con cui abbiamo fatto grandi cose la scorsa stagione e qualunque cosa accadrà continuerò ad esserlo. Ma non chiedetemi di smettere di sognare. Perché ci sono treni che forse passano una volta sola nella vita ed io ora farò di tutto per prenderlo, sempre e comunque con l'Atalanta nel cuore. Leonardo.

Un post condiviso da Leonardo Spinazzola (@spina_leo) in data:

«Mi dispiace. Mi dispiace se qualcuno si è sentito offeso, perché chi mi conosce sa prima di tutto che persona io sia e con che valori. Poter tornare alla Juventus a 24 anni è il raggiungimento di un sogno. Un sogno sudato combattuto cercato e finalmente concretizzato dopo anni di prestiti e sacrifici. Bergamo, l'Atalanta e i suoi tifosi, la famiglia Percassi, Mister Gasperini ed ogni singolo giocatore e membro dello staff sono stati per me fondamentali affinché questo sogno si potesse finalmente concretizzare lì davanti a me, e li ringrazierò sempre. Bergamo mi ha accolto, fatto maturare e crescere, mi ha sostenuto e aiutato. Io sono e sarò sempre grato all’Atalanta, che resti o non resti un giocatore nerazzurro. Perché sono un professionista e perché sono felice di vestire questi colori con cui abbiamo fatto grandi cose la scorsa stagione e qualunque cosa accadrà continuerò ad esserlo. Ma non chiedetemi di smettere di sognare. Perché ci sono treni che forse passano una volta sola nella vita ed io ora farò di tutto per prenderlo, sempre e comunque con l'Atalanta nel cuore.

5 - Nascita di due gemelline siamesi all'ospedale Papa Giovanni XXIII

Due gemelline siamesi sono nate neo giorni scorsi all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Mamma e bimbe, nate con un parto cesareo, stanno bene. La mamma è una giovane donna italiana. La notizia è riportata da L’Eco di Bergamo. La due piccole, dopo aver visto la luce grazie a un delicato e complesso parto cesareo, eseguito dai medici della Ginecologica e Ostetricia, sono state immediatamente accolte nel reparto di Patologia neonatale, già attrezzato per accogliere mamma e figlie in una particolare culla termica realizzata appositamente per loro. Le due bimbe hanno in condivisione il fegato.

6 - Parcheggi abusivi, già due sgomberi in due mesi a Grassobbio

Aeroporto in crescita costante, e necessità di parcheggiare l’auto sempre più impellente. Fioccano i parcheggi legali, ma anche quelli abusivi, con capannoni semivuoti o chiusi per ferie utilizzati come silos per le auto. A lanciare l’allarme è il sindaco di Grassobbio, Ermenegildo Epis. Un fenomeno non nuovo: era già capitato l’anno scorso a Grassobbio e negli anni scorsi pure ad Azzano. Sono già stati dieci gli sgomberi in due mesi.

7 - Cade dalla scala mentre pota le piante, morto a 70 anni

Giuseppe Edoardo Rotoli, di Clusone, è morto ieri mattina dopo una caduta da una scala di dieci metri. Stava potando un albero. L’incidente alle 7.30 nel suo roccolo in località Bosgarina di sua proprietà. A dare l’allarme un suo amico e, causa la zona impervia, è stato necessario l’intervento dell’elicottero. All’arrivo dei primi soccorritori, il settantenne respirava ancora, ma la situazione è rapidamente peggiorata.

8 - Ubriaco al volante, via la patente e 10 punti

Ubriaco con un tasso alcolico oltre il doppio del consentito, i carabinieri ritirano la patente a un 30enne a Verdellino. Nello stesso paese, i militari hanno “pizzicato” un marocchino della stessa età che non aveva il regolare permesso di soggiorno.