Notizie su Bergamo e provincia

Notizie su Bergamo e provincia (4-9 settembre 2017)

Notizie su Bergamo e provincia (4-9 settembre 2017)
Eventi 07 Settembre 2017 ore 09:00

9 SETTEMBRE

 

1 - Zingonia (territorio di Ciserano), marocchino 20enne accoltellato: tre denunciati

La sera di venerdì 8 settembre, a Zingonia (in territorio di Ciserano), nelle vicinanze di un fast food un ventenne di origini marocchine, irregolare in Italia, è stato accoltellato da tre suo connazionali di età compresa tra i 26 ed i 38 anni. La vittima, oltre alle ferite dell'arma da taglio, s'è anche fratturato un piede durante l'aggressione. I tre sono stati deferiti in stato di libertà per concorso di persone in lesioni aggravate e porto abusivo di arma bianca. Ancora poco chiaro, però, il movente, che secondo le autorità sarebbe da ricondurre al contesto dello spaccio di droga sul territorio di Zingonia.

2 - Brutto incidente a Villa d'Ogna, tre feriti

Poco prima delle 12 di sabato 9 settembre, lungo la provinciale a Villa d'Ogna, due auto si sono scontrate frontalmente. Tre i feriti e per uno di loro è anche dovuto intervenire l'elisoccorso, mentre gli altri due sono stati trasportati in ambulanza all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo e al Bolognini di Seriate. Fortunatamente, però, le condizioni dei tre non sembrano essere gravi.

3 - Allerta meteo in Bergamasca, forti temporali da stasera

La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, coordinata dall’assessore Simona Bordonali, ha emesso una comunicazione di moderata criticità (codice arancione) per rischio idrogeologico e idraulico dalle ore 20 di sabato 9 settembre. «Dal tardo pomeriggio, intensificazione delle precipitazioni anche a carattere temporalesco, a partire dai settori occidentali, in rapida estensione a quelli orientali entro la serata». Nella notte e fino al mattino di domenica 10 settembre, piogge persistenti sul Nordovest e sulle Prealpi Centro-Orientali con forti accumuli nel corso del periodo indicato: dal mattino di domenica, attenuazione delle piogge sul Nordovest e insistenza dei fenomeni, invece, sui settori orientali fino al primo pomeriggio.

4 - Nel tentativo di salvare il suo cane precipita in un burrone e muore

Gravissimo incidente al parco archeologico di Vulci, nel Viterbese. Egidio Locatelli, 41 anni, di Verdellino, impiegato alla sede centrale di Bergamo di Ubi Banca, per salvare il proprio cane caduto in un dirupo, ieri è scivolato e precipitato in fondo a un burrone, dove scorre il fiume Fiora. Un volo di 30 metri. L’uomo, a causa delle gravissime lesioni riportate, sarebbe deceduto sul colpo. A chiamare i soccorsi la moglie che lo accompagnava. Il personale del 118 arrivato a Vulci, constatando l’ambiente particolarmente impervio, ha richiesto l’intervento dell’eliambulanza della regione Lazio. Sul posto è arrivato Pegaso 33 con a bordo un tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino che ha provveduto a sbarcare tramite verricello in un terreno opposto al punto della caduta il medico del 118. Il medico, raggiunto il fiume, non ha potuto che constatare il decesso dell’uomo. Locatelli faceva parte di una comitiva di turisti.

5 - Nuova fermata ferroviaria al Papa Giovanni, il primo treno previsto per il 16 dicembre

Finalmente c'è una data: il 16 dicembre il primo treno fermerà alla nuova stazione ferroviaria in realizzazione presso l'ospedale Papa Giovanni di Bergamo. A partire da quel giorno, infatti, i convogli diretti a Carnate si fermeranno alla nuova stazione. Merito di un intervento che ammonta a 1,5 milioni di euro. È la stessa Rfi, che ha in carico i lavori, a fornire i dettagli a L'Eco di Bergamo: «I cantieri saranno aperti entro settembre e ultimati al cambio orario 2017 (a dicembre, ndr). Sarà realizzata una fermata con il marciapiede di due metri e mezzo, con un’altezza di 55 centimetri come previsto dallo standard europeo per i servizi ferroviari metropolitani, in modo da consentire ai viaggiatori un accesso agevole ai treni. Saranno abbattute le barriere architettoniche di accesso alla stazione e verrà realizzata una strada ciclopedonale tra l’ospedale e la stazione». L'assessore regionale ai Trasporti Alessandro Sorte, bergamasco, sottolinea inoltre come i lavori siano partiti in anticipo, ovvero a fine agosto invece che a inizio settembre.

6 - Permessi per la sosta dei residenti, con il nuovo Piano c'è un calo del quaranta per cento

Il Comune di Bergamo ha reso noti i dati dei pass per la sosta richiesti (e pagati) dai residenti, mostrando come il quaranta per cento di chi già ne era in possesso abbia deciso di non rinnovarlo. «Un calo importante, che ha superato ogni nostra miglior aspettativa» ha commentato a Bergamonews l'assessore bergamasco alla Mobilità Stefano Zenoni.

7 – Altro che cubi di pietra: a Scanzo la festa la protegge un trattore

La dove a Bergamo si usano blocchi di cemento e gabbie piene di pietre per difendere le aree pedonali dal rischio attentato, a Scanzo usano una soluzione più adatta ed esteticamente compatibile per garantire la sicurezza della Festa del Moscato. Si tratta di un trattore parcheggiato di traverso. Fa la sua figura, e costa sicuramente meno, visto che è stato messo gratuitamente a disposizione dell’organizzazione.

8 – Il 44 per cento dei residenti rinuncia al permesso della sosta

Quand’era gratuito, evidentemente, ne faceva richiesta anche chi non aveva reale bisogno, del parcheggio negli spazi gialli. Altrimenti il dato del rinnovo dei permessi di sosta dei residenti, ora a pagamento, non avrebbe una spiegazione: sono diminuiti del 44 per cento. Il che, fa notare l’assessore, è un bene perché libera risorse dagli uffici comunali da destinare ad altri compiti. Entro fine anno, le strisce gialle a pagamento arriveranno anche in Città Alta.

9 – Studente bergamasco picchiato domenica scorsa a Gallipoli

Brutta avventura domenica alle 21.30 per uno studente bergamasco di 20 ani in vacanza a Gallipoli. «Domenica alle 21,30 stavamo chiacchierando sul marciapiede nel centro storico – racconta a L’Eco di Bergamo – quando un uomo che spingeva un passeggino ha urtato uno dei miei amici, facendogli male. Il mio amico si è lamentato, dicendogli “Poteva essere più gentile e chiedere permesso” e l’uomo ha cominciato a insultarlo e minacciarlo. La moglie che era con lui ha proseguito col passeggino, mentre l’uomo ha detto “Torno con i miei amici e vi spacco la faccia”». Detto, fatto. Dopo un quarto d’ora l’uomo di è ripresentato con altri due uomini: il trentenne ha rimediato un pugno in faccia che gli ha rotto gli occhiali. Una volta caduto a terra, è stato preso a calci.

10 – Travolto dall’albero appena tagliato, morto 77enne di Colere

Tragedia ieri a Colere dove un 77enne è morto travolto dal tronco che aveva appena tagliato in un prato vicino a casa. La vittima è Roberto Belingheri. Muratore in pensione. aveva 4 figli e in paese era conosciuto anche per il volontariato in parrocchia. Non c’è stato niente da fare, nonostante i soccorsi siano scattati subito dopo l’incidente.

 

8 SETTEMBRE

 

1 – Sistemati i 30 blocchi di pietra contro gli attentati alla StraBergamo

Sono stati pensati come ornamento per i grandi giardini. O come barriere contro frane e smottamenti in montagna. Per la 41esima edizione della StraBergamo, invece, gli organizzatori hanno speso 7mila euro per averne 30 da utilizzare per garantire la sicurezza dei partecipanti. Sono gli Stonebox prodotti dall’azienda bergamasca Stone City, gabbioni riempiti con blocchi di pietra che dovranno impedire ad auto e mezzi pesanti l’ingresso nella zona destinata alla partenza e all’arrivo della marcia non competitiva. E che oggi pomeriggio sono stati posizionati in centro.

2 - Perde il controllo dell’auto e fa strike con i cartelli

Ha perso il controllo dell’auto e ha travolto i cartelli della segnaletica stradale. È successo intorno alle 15 in via Raffaele Brevi a Pagazzano. La donna, una 68enne, era alla guida della sua Mercedes A 170 quando per motivi ancora in fase di accertamento ha perso il controllo del mezzo e dopo aver travolto alcuni cartelli stradali, finiti in strada e nel parco accanto, ha terminato la sua corsa contro un’aiuola spartitraffico. Sul posto è intervenuta la Croce rossa di Treviglio e un’automedica insieme agli agenti della Polizia locale e ai vigili del fuoco di Treviglio. La donna è stata soccorsa e trasportata all’ospedale di Treviglio in codice giallo, ma non sarebbe ferita gravemente.

3 – Tre anni alla nonna di 84 anni: spacciava con figlio e nipote

Una condanna da 3 anni e 8 mesi per una donna di 84 anni. Spacciava con il figlio 49enne, che ha patteggiato 3 anni e 7 mesi, la nipote 19enne, che si è beccata 2 anni. Queste le pene inflitte a un famiglia di spacciatori marocchini residenti a Gazzaniga, presi in flagranza di reato nella loro abitazione. Nella perquisizione erano state trovati 40 involucri pieni di cocaina.

4 - Abbigliamento sportivo contraffatto sequestrato dalla Guardia di Finanza

Maglie, pantaloncini e sciarpe delle maggiori squadre di calcio internazionali tutte contraffatte: 400 capi sequestrati dalla Guardia di Finanza di Treviglio. I fatti risalgono alla fine di agosto quando, durante un normale pattugliamento del territorio da parte degli uomini della Guardia di Finanza di Treviglio, sotto il comando del capitano Maria Luisa Ciancia, hanno intercettato e controllato un furgone condotto da cittadini di nazionalità cinese, regolari sul territorio, risultato carico di merce contraffatta. All’interno del mezzo sono stati rinvenuti, infatti, numerosi capi di abbigliamento sportivo i colori sociali ed i loghi di note squadre calcistiche, nazionali ed estere, nonché i nomi di famosi calciatori, tutti riprodotti in assenza dei necessari titoli autorizzativi. L’esame dei documenti di trasporto, esibiti al momento del controllo, permetteva di risalire a due imprese di produzione della merce, entrambe situate nella bergamasca, una a Palosco e una a Castelli Calepio, le quali avevano ceduto i capi in conto lavorazione alla ditta individuale intestata a uno dei cittadini di nazionalità cinese controllati. Nei loro confronti sono ancora in corso alcuni accertamenti da parte delle autorità competenti. Le Fiamme gialle trevigliesi hanno proseguito i controlli a Monza, nel laboratorio e nell’appartamento (ad esso attiguo), utilizzato dagli stessi cittadini cinesi e nelle due imprese di produzione orobiche dove sono stati rinvenuti e sequestrati altri capi d’abbigliamento contraffatti. Nei locali di Monza, inoltre, sono stati identificati 15 soggetti di nazionalità cinese di cui quattro clandestini. L’evidente stato di degrado e le scarse condizioni igieniche del laboratorio e dell’appartamento (in cui sono stati individuati ben 23 posti letto in 70 metri quadrati), ha costretto i militari a richiedere l’intervento sul posto di personale dell’Ats brianzola, anche per la verifica degli aspetti inerenti la prevenzione e la sicurezza degli ambienti di lavoro. L’operazione si è conclusa con il sequestro di oltre 400 capi di abbigliamento e con la denuncia all’Autorità giudiziaria di tre soggetti per l’ipotesi di reato di contraffazione, alterazione e uso di marchi o segni distintivi. Per altri quattro soggetti di nazionalità cinese, risultati clandestini, è scattata la denuncia per l’ipotesi di reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato (gli stessi sono stati accompagnati in Questura a Milano per l’avvio della procedura di espulsione).

5 – Ottima qualità, produzione in crescita del 25%: vendemmia da brindisi

Ottima qualità delle uve, a cui hanno giovato le poche piogge e le temperature più che buone per la giusta maturazione. E quantità abbondanti, con un più 25 per cento di produzione rispetto alla vendemmia già buona dello scorso anno in sede di raccolta delle uve bianche sulle colline della Valcalepio, nella zona compresa tra i fiumi Adda e Oglio. Lunedì prossimo partirà invece la vendemmia delle uve rosse, dove si prevede un incremento del 20 per cento.

6 - Un arresto e sanzioni per migliaia di euro ad un kebab

Ieri pomeriggio i Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno eseguito un controllo straordinario del territorio nell’ambito del Comune di Romano. I militari dell’Arma hanno in particolare eseguito una visita ispettiva in un kebab del centro insime agli  Ispettori della Direzione Territoriale del Lavoro di Bergamo e tecnici dell’Ats del distretto. A seguito della verifica interforze effettuata sono state riscontrate varie violazioni igienico-sanitarie (prodotti alimentari scaduti, alimenti non tracciati e sporcizia in alcuni punti del locale) per le quali verranno comminate sanzioni pecuniarie per alcune migliaia di euro, oltre ad essere imposte le relative prescrizioni. È stato inoltre controllato un cittadino turco con permesso di soggiorno per motivi umanitari occupato irregolarmente. Anche in questo caso verranno contestate sanzioni amministrative per alcune migliaia di euro, oltre a prescrivere l’assunzione del dipendente sommerso come da normativa vigente.

7 - Aperta a Porta Nuova la nuova biglietteria del Teatro Donizetti

La nuova biglietteria del Teatro Donizetti ha aperto i battenti ai Propilei di Largo Porta Nuova, al n. 17, nel cuore della città, a pochi passi dal teatro che nei prossimi due anni sarà oggetto di importanti lavori di ristrutturazione. Gli orari di apertura al pubblico della biglietteria, da martedì a sabato dalle ore 13 alle ore 20, e i numeri di telefono, 035 4160601/602/603, sono rimasti invariati. «Il Teatro Donizetti chiude per lavori – ha detto l’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti - ma l’attività del Teatro non si ferma. L’apertura della nuova biglietteria in una posizione così centrale della città ha proprio lo scopo di comunicare questo messaggio a tutti i cittadini. Sarebbe bello pensare che in futuro, a Teatro Donizetti riaperto, la biglietteria rimanesse a Porta Nuova, offendo magari la possibilità di acquistare i biglietti per concerti importanti che in programma in altre città».

8 – Dalmine, terminati i lavori nelle scuole: spesi 600mila euro

Seicentomila euro investiti e lavori completati in tempi rapidi. Dalmine mette in sicurezza le sue scuole e lo fa concludendo ogni tipo di intervento prima del suono delle campanelle, garantendo così in tutta tranquillità il regolare inizio delle lezioni. Nei primi mesi di quest’anno si sono riscontrati alla scuola secondaria Camozzi e alla scuola dell’infanzia Manzù dei problemi di sfondellamento di soffitti, che hanno messo immediatamente in allerta gli uffici comunali. L’intervento di verifica programmato sugli edifici scolastici dall’amministrazione comunale seguiva un lotto di interventi appena concluso nel mese di marzo su altri edifici del patrimonio comunale. La verifica dei tecnici ha evidenziato la necessità di intervenire senza indugi e su numerosi solai con moderne tecniche di salvaguardia. Il progetto, approvato alla fine del mese di maggio per un importo complessivo di 300milaeuro, è stato reso esecutivo nell’immediata chiusura delle scuole e si sta concludendo in questi giorni con le pulizia delle aule in tempo per la riapertura delle scuole. Ma non è tutto: diversi cantieri hanno coinvolto altre scuole quali la primaria Collodi di Santa Maria, la primaria e secondaria Manzoni di Sabbio, la secondaria Aldo Moro di Mariano e la scuola materna Don Piazzoli di Brembo. Qui gli interventi hanno riguardato la messa in sicurezza degli impianti, per un importo complessivo di investimento di 300mila euro. «Lavori completati a tempo di record - commenta il sindaco Lorella Alessio - grazie al coordinamento degli uffici comunali».

 

7 SETTEMBRE

 

1 - Due cantieri di fila per Valtesse. Lunghe code per la Val Brembana

Corsie a senso alternato, riasfaltature, restringimenti. Inizio settembre di fuoco per Valtesse, con due cantieri in fila in via Baioni (riasfaltatura ad opera di A2A, dopo le toppe sconnesse lasciate per i recenti lavori) e nel tradizionale imbuto di Pontesecco: gli operai sono al lavoro per allagare la sede stradale di 40 centimetri restringendo il marciapiede. Si dovrebbe finire entro la data di inizio delle scuole, ma per il momento si stanno formando solo lunghe code.

2 – Degrado parco di via Cerasoli: lo ribadisce il consigliere Minuti

«Oramai è quasi impossibile poter usufruire delle strutture sportive e le strutture a servizio del parco non funzionano, il comune deve intervenire!». Lo dicono alcuni ragazzi del quartiere di San Tommaso e molti cittadini residenti nella zona da tempo vanno. C’è degrado al parco pubblico di via Cerasoli e il consigliere della Lista Tentorio Danilo Minuti si è fatto carico di portare il grido d’allarme a Palazzo Frizzoni.

3 – Sarnico nella top ten delle città Liberty

Nella top ten delle città Liberty per eccellenza c’è Sarnico, per aver contribuito al programma di eventi 100Somamruga (calendario progettato dal comitato per le celebrazioni nel centenario dalla morte e centocinquantesimo dalla nascita di Giuseppe Sommaruga) valorizzando i villini al Lago progettati dal noto architetto modernista. Potrebbe anche diventare la miglior città Liberty italiana: lo si saprà tra pochi giorni.

4 - Agnello vivo nel camion dei rifiuti. L’avrebbe gettato un pastore a Valtesse

Una foto scattata da una «guardia per l’ambiente», che ieri alle 10.15 stava passando in via Quintino, San Colombano (Valtesse). In zona c’è un gregge in sosta durante la discesa dai pascoli in direzione Bassa. Ecco, la «guardia» avrebbe immortalato un pastore impegnato a gettare nel camioncino dei rifiuti di Aprica un agnello vivo, tenendolo per la collottola, di fronte alla Scuola Svizzera. Poi il conducente del furgoncino è partito. L’ambientalista ha chiamato la polizia e sul posto è arrivata una volante della questura. In via Vacha gli agenti hanno intimato al conducente del furgone di fermarsi. L’addetto ha raccontato che aveva accettato di trasportare l’animale per fare un piacere a una terza persona, nella fattispecie lo stesso conducente, che voleva fare una sorpresa alla nipotina. Il giorno successivo, poi, avrebbe riportato l’agnellino al gregge.

5 - La madre di Claudia Cretti pubblica una foto della figlia, sorridente

Sono passati due mesi dalla caduta al Giro d’Italia, e ieri la mamma di Claudia Cretti ha postato su Facebook due bellissime immagini con la figlia, convalescente a Brescia. Le cose stanno migliorando sempre più, insomma. «Due mesi fa a quest’ora (più o meno) la tragedia – ha scritto Laura Bianchi nel pomeriggio del 6 settembre – Poi il miracolo. Lottiamo. Ridiamo. Speriamo. Viviamo».

6 - Auto e targhe rubate a Curno e Arcene, Polizia locale di Verdello in azione

Erano diversi giorni che dei residenti di Verdello avevano notato, parcheggiata un po’ defilata rispetto alla strada, una Porsche Cayenne con targa rumena apparentemente abbandonata. Così è scattata la segnalazione agli agenti della municipale. Dopo aver fatto le opportune verifiche gli agenti hanno scoperto che l’auto era stata rubata qualche mese fa in un furto in villa a Curno. Ma non è finita qui. All’interno del veicolo gli agenti hanno ritrovato anche altre targhe. Dalle verifiche è risultato che anche queste erano state rubate qualche settimana fa fa ad Arcene. Con ogni probabilità la macchina e le targhe sarebbero servite ai criminali per mettere a segno qualche altro furto rendendosi irrintracciabili ma fortunatamente i loro piani sono stati sventati. L’automobile e le targhe sono state restituite ai leggittimi proprietari che ne avevano denunciato il furto nei giorni scorsi.

7 - Raffica di furti a Nembro. I residenti chiedono più telecamere

Una serie di furti nei parcheggi vicino alla nuova area cani, avvenuti i giorni scorsi a Nembro, hanno messo in allarme i residenti. Sono stati rotti i lunotti posteriori di due auto e rubati borse e portafogli al loro interno: le vittime hanno sporto denuncia ai carabinieri di Alzano Lombardo. Pablo Michelino, di Curno, ha scritto sul gruppo di Facebook Sei di Nembro se anche tu… le foto della sua auto dopo il raid. È un posto frequentato da gente poco raccomandabile, hanno confermato i residenti, che chiedono le telecamere, visto che casi simili si sono verificati anche nei mesi scorsi.

8 - Dalla collaborazione di due giovani nasce la formaggella al bambù 

È frutto dell’incontro della tradizionale formaggella, regina delle produzioni casearie bergamasche, con l’esotica pianta del bambù, una coltivazione che negli ultimi tempi si sta diffondendo sul territorio provinciale. L’idea della formaggella aromatizzata al bambù è stata messa in campo da Marianna Ziliati dell’azienda Bambubio che da alcuni anni coltiva con metodo biologico il bambù a Treviglio e da Daniele Filisetti dell’azienda agricola Filisetti Dino di Endine Gaiano che nel caseificio annesso all’azienda di famiglia produce formaggi con il latte delle bovine che alleva. «Ci siamo conosciuti ad un’iniziativa dei giovani di Coldiretti Bergamo e parlando delle nostre rispettive attività abbiamo pensato di sperimentare un nuovo prodotto che unisse le nostre due produzioni – raccontano Marianna e Daniele - ; dopo alcuni tentativi siamo riusciti a mettere a punto la ricetta di questo nuova formaggella. Durante la formazione della cagliata vengono introdotte foglie di bambù raccolte a mano, liofilizzate e sminuzzate che restano nell’impasto per tutto il periodo di affinamento e stagionatura. Il risultato finale è un prodotto molto particolare, dal gusto delicato e unico, con una consistenza abbastanza morbida a seconda del periodo di stagionatura, con l’interno e la crosta di colore leggermente verdi puntinati dai piccoli frammenti di foglie di bambù». La formaggella al bambù verrà proposta nei prossimi giorni al Sana, il salone internazionale del biologico e del naturale in programma dall’8 all’11 settembre a Bologna. Potrà essere acquistata anche direttamente dal sito di e-commerce dell’azienda Bambubio oppure presso l’azienda Filisetti Dino.

 

6 SETTEMBRE

 

1 - Basta circonvallazione allagata. Al via il cantiere in via delle Valli

Al via domani mattina l’intervento su via delle Valli per risolvere in modo definitivo il problema degli allagamenti che si verificano ormai da parecchio tempo in seguito a piogge intense. Lo studio effettuato tramite video ispezioni ha verificato che le tubature esistenti sono idonee allo smaltimento delle acque piovane anche in caso di forti piogge; nel corso degli anni, tuttavia, le tubature sono state ostruite – in alcuni tratti anche completamente – dalle radici dei platani che crescono nell’aiuola spartitraffico della circonvallazione. Ciò determina una riduzione del passaggio delle acque piovane, causando fenomeni di rigurgito con conseguente allagamento della carreggiata. Si è deciso dunque di intervenire tramite un’accurata pulizia delle tubazioni seguite da un intervento mediante la tecnica denominata relining: l’intervento, eseguito da un’impresa specializzata, consiste nell’inserimento di una guaina, delle stesse dimensioni della tubatura, in modo da rivestire internamente il tratto di tubatura da risanare. La tecnica del relining non rende necessario rimuovere i manufatti danneggiati, con un conseguente risparmio di tempo e impattando meno sul traffico della circonvallazione. Inoltre vi sarà, rispetto a un intervento tradizionale, anche un minor impatto dal punto di vista ambientale in quanto le alberature esistenti vengono salvaguardate. Contestualmente a questo intervento si procederà con la posa di barriere di protezione lungo l’aiuola spartitraffico e alla sistemazione delle cordonature che nel corso del tempo sono state scalzate dagli alberi. I lavori, dal costo di 950mila euro, avranno la durata di alcune settimane, ma incideranno in modo minimo sul traffico dell’area, proprio grazie alla metodologia di lavoro scelta: nel tratto compreso tra la Circonvallazione Plorzano/Largo Decorati al Valor Civile e via Monviso, in direzione casello autostradale, la carreggiata verrà ristretta mediante lo spostamento delle corsie, e verrà istituito il limite di velocità a 30 km/h.

2 - Incidente sul lavoro a Mornico, ferito un ragazzo di 23 anni

Infortunio sul lavoro alle 14.45 in un’azienda di Mornico, in via Fornace: un operaio di 23 anni ferito ma non è grave. Secondo le prime testimonianze l’operaio era intento a scaricare alcuni bancali con il muletto quando il materiale gli è caduto addosso. Fortunatamente ha avuto la prontezza di scendere dal mezzo evitando di restare schiacciato sotto ai bancali. È rimasto comunque ferito ed è stato necessario l’intervento dell’ambulanza della Croce bianca di Palazzolo arrivata in codice rosso. Dopo aver constatato le sue condizioni, il 23enne è stato soccorso ed è in attesa di essere trasportato in ospedale per accertamenti in codice giallo. Sul posto anche i carabinieri e il personale dell’Ats Bergamo.

3 - Inaugurato Maestri del Paesaggio, con un iceberg in piazza Vecchia

Inaugurato oggi Maestri del Paesaggio, che rende ogni anno Piazza Vecchia verde (e ripensata). Quest’anno il progetto di Baljon coniuga concettualità e design utilizzando elementi iconici dell’allestimento – un grande blocco di ghiaccio e un tetto di palloni rimandano a temi metereologici – per innescare una riflessione sul global warming. Inoltre la piazza si animerà la sera con illuminazioni a led di forte suggestione. La manifestazione prosegue fino al 24 settembre.

4 - Tragico incidente tra auto e moto. Morto un 17enne di Calvenzano

Tragico incidente ieri poco prima delle 20 in via Canonica a Treviglio, avvenuto all’altezza dell’intersezione con via Cagnola. L’auto, una Suzuki Vitara, guidata da un 79enne residente in zona, che stava rincasando con la moglie, stava appunto svoltando in via Cagnola mentre su via Canonica, proveniente dalla Geromina, stava transitando un 17enne, Marco Bonalumi di Calvenzano, a bordo della sua Ktm 125 che nell’impatto, violentissimo, ha perso la vita. Sbalzato di sella il giovane: la moto è finita nel campo adiacente mentre lui è rimasto inerme sull’asfalto. Immediata la chiamata al 112. Sul posto, poco dopo, è intervenuta un’ambulanza e un’automedica, ma per il giovane non c’è stato nulla da fare. Una passante che ha assistito all’incidente ha tentato in tutti i modi di aiutare il 17enne praticando il massaggio cardiaco, ma è stato inutile.

5 - Spintoni a un controllore, fermato un passeggero a Treviglio

Non si possono mettere i piedi sui sedili del treno, si sa. Un controllore donna ieri, però, ha visto uno straniero farlo e non ha lasciato perdere: l’ha richiamato. Lui, però, ha reagito male: l’ha spintonata e poi si è dato alla fuga fuori dalla stazione di Treviglio Centrale. Ma il controllore, 50enne, ha fatto in tenpo a dare l’allarme: la Polfer ha bloccato l’aggressore a pochi metri dalla stazione. È successo sul treno 24765 che sarebbe dovuto partire alle 10,08 da Treviglio Centrale per Bergamo.

6 – Era ai servizi sociali, preso con la droga: 50enne finisce in carcere

È stato arrestato dai carabinieri della stazione di Martinengo dopo la revoca dell’affidamento in prova ai servizi sociali, il 50enne italiano domiciliato a Ghisalba portato in carcere nella giornata di ieri dopo l’emissione del provvedimento restrittivo emesso a suo carico dall’Ufficio di Sorveglianza di Brescia. L’uomo, con alle spalle diversi precedenti sia contro la persona che contro il patrimonio, era stato ammesso a beneficiare della misura alternativa. A fine agosto scorso, però, i militari dell’Arma lo trovarono in possesso di una modica quantità di eroina; gli venne così contestato l’uso personale e scattò conseguentemente anche la segnalazione alla Magistratura di Sorveglianza per le determinazioni di competenza.

7 - Ryanair parte da Bergamo alla conquista del mercato tedesco

Ryanair parte alla conquista della Germania mettendo un piede nella tana del lupo ovvero l'aeroporto di Francoforte, il principale hub di Lufthansa. DaOrio al Serio la compagnia low cost da ieri collega ogni giorno la città tedesca con un volo serale, non molto comodo ma il segnale è chiaro, un primo passo per aggredire un mercato controllato da Lufthansa ed Air Berlin.

8 - Morso da una vipera s San Pellegrino, 58enne in ospedale

Morsicato da un vipera ieri pomeriggio verso le 13.30, a San Pellegrino. Paura per un uomo di 58 anni: l’allarme è scattato nella zona di via Pregalleno. L’uomo, pizzicato dal rettile a una gamba, non è mai stato in pericolo di vota. Dati i sintomi, però, è stato trasportato all’ospedale Papa Giovanni XXIII dove deve essere tenuto in osservazione per 24 ore. Si è reso necessario il trattamento con il siero anti vipera.

 

5 SETTEMBRE

 

1 - Tenta una rapina a Zanica ma un cliente lo blocca: arrestato marocchino di 31 anni

Attimi di paura oggi alle 15.30 alla farmacia comunale di Zanica, in via Padergnone 21 a Zanica. Una persona armata di pistola giocattolo ha minacciato l'impiegata facendosi consegnare 140 euro in contanti. Un cliente, però, ha inseguito il malvivente, riuscendo a bloccarlo grazie all'aiuto di diversi passanti, sino all'arrivo dei carabinieri di Zanica, che hanno tratto in arresto il rapinatore. Si tratta di K.A., classe '86 marocchino, residente a Rivolta d'Adda, trovato ancora in possesso di una pistola scacciacani e dell'intera refurtiva. Successivamente si è accertato che l'uomo, la stessa mattina, si era reso responsabile anche di una tentata rapina al bar "Light App" di Cologno al Serio.

2 - Precipita dal ponteggio a Varese, ferito 51enne di Antegnate

Grave infortunio sul lavoro martedì pomeriggio nella zona industriale di Tradate, Varese. Ferito un 51enne di Antegnate. L’artigiano è precipitato da un ponteggio facendo un volo di un paio di metri procurandosi un violento trauma al fianco e la frattura delle costole. Operato d’urgenza: i medici gli avrebbero dovuto asportare la milza.

3 - Università di Bergamo al 15esimo posto tra gli atenei italiani

L’Università di Bergamo vola sempre più in alto. Non solo si conferma ancora tra le prime 500 università del mondo, ma conquista il 15° posto tra le università italiane. Un netto miglioramento rispetto al 2017 in cui si era collocata al 18° posto. La graduatoria a cui si fa riferimento è il Times Higher Education World University Rankings 2018, la classifica delle università mondiali elaborata dalla rivista inglese Times Higher Education.

4 - Colpito da un masso sotto il Coca. Resta grave il 21enne di Grumello

Ancora in prognosi riservata il 21enne che domenica mattina, lungo il sentiero verso il rifugio Coca, è stato colpito da un sasso staccatosi improvvisamente dalla parete. La pietra l'ha raggiunto al torace. Ricoverato al «Papa Giovanni XXIII» di Bergamo, dopo l’intervento chirurgico d’urgenza, il 21enne, P.C. le iniziali - è stato attaccato all’Ecmo, il macchinario per la circolazione extracorporea nella speranza di riuscire a salvargli la vita.

5 - Controllo di mezzi pesanti come prevenzione ad atti di terrorismo

Visto che negli ultimi attentati in Europa sono sempre stati utilizzati del mezzi pesanti, la questura sta pensando bene di intensificare i controlli su questa tipologia di automezzi. L'ultima operazione ha contemplato il controllo di 96 mezzi camion tra Bergamo e Treviglio. Identificate un totale di 134 persone, la maggior parte di nazionalità italiana, alcune delle quali con precedenti di polizia. Nessuna denuncia e nessun arresto al seguito dell’attività ispettiva.

6 - Madonna Pellegrina di Fatima domenica 10 a Fonteno in elicottero

Fonteno, piccolo paese sulle pendici del lago d'Iseo, si prepara ad accogliere la Madonna Pellegrina di Fatima domenica 10 settembre. C'è grande attesa anche per la straordinaria presenza di Monsignor Delpini, il nuovo Arcivescovo della Diocesi di Milano che sarà a Fonteno il giorno seguente la sua presa di possesso della Diocesi metropolita prevista per il 9 settembre. La statua della Madonna giungerà a Fonteno, presso la Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita, domenica 10 (alle 18) fino a sabato 16 settembre in occasione del centenario delle apparizioni di Fatima.

7 - Iniziati ieri mattina i lavori per la realizzazione del nuovo ingresso del Museo Caffi

Sono iniziati proprio questa mattina i lavori di realizzazione del nuovo ingresso del Museo di Scienze Naturali Caffi” di Piazza Cittadella: un intervento significativo, realizzato grazie al contributo dell’Associazione Amici del Museo Caffi e che consentirà entro Natale 2017 di avere un rinnovato ingresso, nuovi bookshop e biglietteria di uno dei più frequentati luoghi della cultura del Comune di Bergamo. L’intervento prevede la realizzazione di un ingresso accanto alla porta che collega piazza Cittadella a piazza Mascheroni: i recenti lavori di restauro della pavimentazione pedonale della piazza hanno previsto non a caso un allargamento del marciapiede in concomitanza con il futuro ingresso al museo, in modo da migliorarne la fruibilità. Il cantiere ha tempi contenuti, poco meno di tre mesi: non solo sarà realizzato un nuovo ingresso, con porte in vetro che consentiranno di illuminare la piazza e migliorare la «presenza» del museo nel contesto urbano anche nelle ore notturne, ma prevede anche nuovi spazi, come un bookshop e la biglietteria e infine una sala per la raccolta dei gruppi che visitano numerosi il museo.

8 -  BergamoWifi sbarca a piazzale San Paolo. Angeloni: «Presto connessione anche a Colognola»

BergamoWifi sbarca nel quartiere di San Paolo. Da pochi giorni il sistema di wifi cittadino è attivo anche nel piazzale antistante la chiesa e la scuola, cuore del quartiere cittadino. Nel maggio 2015, quando fu attivato, BergamoWifi copriva le aree del centro (dalla stazione a piazza Pontida all’Accademia Carrara) e di Bergamo Alta. Negli ultimi due anni l’Amministrazione ha avviato un progetto per estendere la connessione senza fili anche al resto della città e l’attivazione del wifi a San Paolo è infatti la prosecuzione dell’attività di collegamento dei quartieri cittadini: BergamoWifi è infatti ora presente in spazi pubblici a Boccaleone, Longuelo, Piazza Sant'Anna, Borgo Palazzo, Borgo Santa Caterina, Villaggio Sposi, Malpensata, Redona, Monterosso, per non parlare della connessione di biblioteche e Csc. «Dopo una serie di difficoltà nel trovare la giusta collocazione per l'antenna, finalmente grazie un lavoro di squadra anche il quartiere di San Paolo ha la sua postazione il wifi», spiega il consigliere comunale Simone Paganoni, «Un bel regalo, giusto al rientro dalle vacanze, per tutti i ragazzi della scuola, per i residenti e per coloro che attraversano il quartiere quotidianamente. L'antenna è posta nel giardino della scuola elementare “Scuri”: grazie a questa posizione garantirà l’utilizzo del wifi in tutta la scuola, all'interno dell'oratorio, dei nuovi impianti sportivi e del piazzale di fronte alla chiesa». «Un altro quartiere si collega a BergamoWifi: si amplia così la rete cittadina che garantisce l’utilizzo gratuito della rete a migliaia di persone tutti i giorn», aggiunge l’Assessore all’Innovazione Giacomo Angeloni, «nelle prossime settimane sarà il quartiere Colognola ad essere collegato, mentre stiamo lavorando al potenziamento della già esistente connessione ad Astino».

 

4 SETTEMBRE

 

1 - Arriva lo sciopero degli autobus per il primo giorno di scuola

«Assistiamo a tagli di 400 euro al mese in meno in busta paga: i lavoratori di Sab sono arrabbiati, l’autunno dei trasporti sarà conflittuale, l’azienda deve esserne consapevole»: così lo scorso giugno i sindacati avevano avvertito del rischio di una grande mobilitazione nella provincia di Bergamo. Ora che l’autunno si avvicina (e visto che la difficile situazione vissuta dai dipendenti non è cambiata) arriva un pesante sciopero dei bus, di 24 ore, in una giornata particolare, quella del primo giorno di scuola (fasce protette, in cui il servizio è garantito: dalle 6 alle 8.30 del mattino e dalle 12.30 alle 16.00), il 12 settembre. La precedente astensione dal lavoro si è svolta il 5 agosto scorso (per quattro ore), ma tutta l’attenzione, naturalmente è per quella che si svolgerà la prossima settimana, il 12 settembre: «All’origine del forte malumore tra i lavoratori di Sab c’è la cancellazione dei contratti aziendali imposta a tutte le aziende del Gruppo Arriva (di cui Sab fa parte) e in vigore a Bergamo dal 1° aprile», spiegano Marco Sala di Filt-Cgil, Antonio Scaini di Fit-Cisl, Giacomo Ricciardi di Uiltrasporti e Marco Peroli di Faisa-Cisal provinciali. «Una trattativa, partita a dicembre per contenere gli effetti della cancellazione, è durata alcuni mesi ed è stata interrotta il 26 maggio. Eravamo giunti a un’ipotesi di accordo ma l'irrigidimento dell'azienda su tematiche vitali per i lavoratori ha rimesso tutto in discussione. Così abbiamo deciso di non firmare, di interrompere il confronto. La fase che Sab sta vivendo è delicatissima: non c’è solo l’azzeramento dei contratti aziendali, c’è anche la necessità di gestire il passaggio dal contratto nazionale di riferimento Asstra a quello Anav, meno vantaggioso per i lavoratori, oltre alla fusione con Sal, che porta in Sab 85 dipendenti in più (che, comunque, continueranno a lavorare a Lecco)».

2 - Operaio schiacciato da una lastra, grave ma salvo

Proprio oggi si sono svolti i funerali di Simone Bergamaschi, 34 anni, morto venerdì 1 settembre a Mornico al Serio. E un altro incidente grave si è verificato in provincia, a Terno d'Isola, in via IV novembre. Un operaio 58enne, dipendente di un’azienda meccanica, la Meta srl, sarebbe rimasto schiacciato da una lastra. Ha riportato diversi traumi ma è stato sempre cosciente. I soccorsi l'hanno trasportato d'urgenza all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

3 - Vaccini, il Comune di Bergamo scrive alle famiglie

Il Comune di Bergamo scrive ai genitori dei bambini utenti dei servizi per l’infanzia comunale, nel tentativo di rendere più semplice e chiara l’applicazione della nuova legge sull’obbligo dei vaccini. In questi giorni migliaia di famiglie di Bergamo ricevono una lettera firmata dall’Assessore all’Istruzione Loredana Poli, corredata dell’atto di notorietà che andrà compilato in tutte le sue parti e consegnato alla scuola. «Il Ministero della Salute – scrive Poli nella lettera inviata alle famiglie - ha predisposto una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà che costituisce modulo di autocertificazione per le vaccinazioni: ve lo inviamo via mail e anche in cartaceo perché possiate prenderne visione, compilarlo ed eventualmente completarlo con gli allegati previsti, restituirlo via mail a centrofamiglia@comune.bg.it o portarlo in busta chiusa al nido dei vostri figli o ancora alla segreteria del Centro Famiglia in Via Legrenzi, 31 (tel. 035.399593) entro e non oltre lunedì 10 settembre 2017. La normativa nazionale prevede che a partire dall'11 settembre i bambini i cui genitori non abbiano presentato tale documento di autocertificazione (con relativi allegati, laddove richiesti) non possano accedere ai servizi educativi».

4 – Corpo carbonizzato trovato a Pognano in un’auto intestata a un bergamasco

Trovato un morto carbonizzato in un’auto a Pognano. La chiamata ai soccorsi è arrivata intorno alle 2 di questa notte. Sul posto, lungo la Sp127, sono giunti i carabinieri del comando provinciale di Bergamo e i soccorritori del 118 con i vigili del fuoco di Treviglio. Sulla strada, che collega il paese con Arcene, una Panda intestata a un 42enne della Val Brembilla era avvolta dalle fiamme. I vigili del fuoco hanno domato l’incendio, ma all’interno è stato trovato, appunto, un corpo carbonizzato di un uomo.

5 – StraBergamo, 30 blocchi di pietra anti attentato

Sono stati pensati come ornamento per i grandi giardini. O come barriere contro frane e smottamenti in montagna. Per la 41esima edizione della StraBergamo, invece, gli organizzatori hanno speso 7mila euro per averne 30 da utilizzare per garantire la sicurezza dei partecipanti. Sono gli Stonebox prodotti dall’azienda bergamasca Stone City, gabbioni riempiti con blocchi di pietra che dovranno impedire ad auto e mezzi pesanti l’ingresso nella zona destinata alla partenza e all’arrivo della marcia non competitiva.

6 – NoParkingFara, domani la consegna di oltre 6mile firme

Domani alle 18 il comitato NoParkingFara consegnerà al sindaco Giorgio Gori la petizione contro la costruzione del parcheggio all'ex Faunistico in Città Alta firmata dai cittadini di Bergamo e non solo. Partita ai primi di giugno, la raccolta firme ha visto raggiungere quota 6.383 in tre mesi di banchetti informativi, appello online tramite la piattaforma change.org e con il sostegno di locali pubblici ed esercizi commerciali. Con la petizione i firmatari richiedono lo stop ai lavori e l'apertura al confronto sul tema del parcheggio e della mobilità, per trovare soluzioni condivisibili, più rispettose del patrimonio urbanistico e del riconoscimento Unesco alle fortificazioni veneziane, attente alla tutela dell’ambiente e alla sua vivibilità.

7 - A Colognola al lavoro per ammodernare gli impianti sportivi comunali

Approvato nella Giunta di ieri il progetto da 380 mila euro per il rifacimento della copertura dell’impianto sportivo di Piazzale delle Scienze nel quartiere Colognola. L’impianto sportivo comunale è composto da un campo di calcio a 11 in erba naturale all’aperto, mentre al coperto vi sono un campo da tennis, un campo polivalente e un’area squash, spogliatoi e segreteria; e la gestione è affidata all’Asd Polisportiva Colognola 2012.

8 - In 3500 per LaSabriGamer a Le Due Torri di Stezzano

LaSabriGamer, la YouTuber esperta di videogiochi più seguita della rete, ha fatto il botto ieri pomeriggio al centro commerciale Le Due Torri. Circa 3.500 gli adolescenti e i giovani, molti dei quali accompagnati dai genitori, sono accorsi a Stezzano per abbracciare la loro beniamina e per farsi scattare una fotografia insieme a lei. LaSabri non si è risparmiata e ha accolto a braccia aperte tutti i suoi fans. Se li è baciati tutti, dal primo all'ultimo, facendo foto con gruppetti di 5/6 ragazzi alla volta, soluzione che si è resa indispensabile per poter accontentare chi ha preso parte all'evento.